lunedì, 27 Settembre 2021

Per cielo, per terra e per mare, verso la mobilità solare

Dire addio alla benzina e alle miscele per un mondo più giusto e pulito: questi gli obiettivi della nuova generazione dei mezzi di trasporto a energia solare.

Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.

La mobilità solare è una realtà che ben presto si farà strada nella vita di tutti i giorni per rendere il nostro mondo un posto migliore dove vivere e rispettare l’ambiente.

Lo hanno capito già da una decina d’anni tecnici, ingegneri, architetti e designer che, dopo aver sperimentato le capacità del fotovoltaico in innumerevoli campi di applicazione, si sono spinti ancora oltre, progettando i veicoli del futuro sia per la piccola che per la grande mobilità solare.

L’aereo solare: il progetto Solar Impulse

Quanto incide sui nostri viaggi il costo del carburante? Un’enormità. Basti pensare che oltre la metà del prezzo di un semplice biglietto aereo è dovuto proprio a questo fattore.

Ma nel futuro si potrebbe depennare completamente questa voce di spesa, come? Volando grazie all’energia fotovoltaica!

E non stiamo parlando di un miraggio o di un sogno irrealizzabile: il Solar Impulse, il primo aereo completamente alimentato da energia solare, ha già fatto il giro del mondo.

Era il 2016 quando, dopo 505 giorni di viaggio e 42.000 km percorsi, Bertrand Piccard e Andre Borschberg atterravano felicemente ad Abu Dhabi dopo aver compiuto un’impresa epica per la mobilità solare: circumnavigare l’intero globo spinti dal sole.

Con le sue 17.000 celle solari disposte sui 72 metri di apertura alare e un peso superleggero di 2,4 tonnellate, il Solar Impulse rappresenta una pietra miliare nello sforzo di sviluppare le risorse rinnovabili e renderle accessibili a tutti.

I dirigibili solari: presto una realtà?

Mobilità solare - dirigibile

Ma non è l’unico oggetto volante su cui si puntano gli occhi per i trasporti futuri: presto potremmo ammirare nel cielo una nuova gamma di dirigibili solari, coperti da pannelli fotovoltaici.

E questi palloni aerostatici potrebbero assolvere anche al compito di immagazzinamento dell’energia solare in quota, evitando il sovraffollamento di moduli a terra.

Potendo viaggiare sopra le nuvole, non avrebbero il problema del brutto tempo o delle ombre, diventando fornitori perpetui di energia ad alta efficienza.

Leggi anche: Il fotovoltaico conquista il cielo: al via la rivoluzionaria sperimentazione dei pannelli solari stratosferici

La mobilità solare anche per i trasporti pesanti: le navi cargo green

Mobilità solare - Nichiouh-maru

Il trasporto sull’acqua è uno dei più dispendiosi in termini energetici e di emissioni di anidride carbonica.

Le grandi navi merci e le imbarcazioni per il trasporto di persone sono a oggi la principale fonte di inquinamento marino, incidendo negativamente sulla flora e la fauna del mondo acquatico.

Ecco perché i progetti per la mobilità solare sul mare si stanno specializzando per la creazione di bastimenti ecologici, alimentati principalmente dalla forza del sole.

È il caso della nave cargo Nichioh Maru, creata dalla Nissan: con il ponte ricoperto da 281 pannelli solari, è in grado di generare 50kWh sufficienti sia per azionare le turbine che a stoccare energia solare utilizzabile per la vita a bordo.

Oppure della Solar Craft I, il catamarano a energia solare che ha fatto il giro del mondo e che ora è acquistabile in vari modelli capaci di ospitare dalle 8 alle 20 persone.

Leggi anche: Il fotovoltaico viaggia su rotaia a 115 km/h: ecco il primo treno a energia solare

Aquarius, il veliero a energia solare

Mobilità solare - Nave Aquarius

Per i nostalgici della barca a vela e delle bianche superfici esposte al vento, ecco Aquarius, un vero e proprio veliero del XXI secolo sospinto dalle vele fotovoltaiche.

I pannelli, ancorati ad alberi verticali, possono muoversi seguendo il sole, per avere la massima e più efficiente esposizione possibile.

Dai ponti, anch’essi fotovoltaici, si ricava ulteriore energia elettrica, abbattendo i consumi di carburante fino al 40%.

La mobilità solare di tutti i giorni

Concludiamo la rassegna sui mezzi di trasporto a energia solare con gli ultimi aggiornamenti in campo di mobilità di tutti i giorni.

Sempre più aziende automobilistiche infatti stanno convergendo la loro produzione su veicoli che integrino e siano interamente o parzialmente alimentati da pannelli fotovoltaici, nell’ottica di abbandonare del tutto i combustibili fossili.

Dall’avveniristica Aptera, recentemente commercializzata e migliorata, al crossover Hyundai Ioniq 5 fino alla Covestro Photon, l’auto fotovoltaica più efficiente al mondo.

Leggi anche: Nuovi orizzonti del fotovoltaico: arriva l’auto solare

Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.

Correlati

Stella Vita ed Emilia 4, la rivoluzione della mobilità solare

Sembra l’auto di un film di fantascienza o di un cartone animato della Pixar,...

21 settembre 2021, Giornata Mondiale Zero Emissioni: ecco cosa fare per salvare la Terra

Oggi, martedì 21 settembre, è la Giornata Mondiale Zero Emissioni, nota come ZeDay: lanciata...

Rapporto Coldiretti, l’estate anomala figlia del cambiamento climatico: la più calda dal 1800 con 1283 nubifragi

Secondo Coldiretti l'effetto dei cambiamenti climatici con l’alternarsi di siccità e alluvioni ha fatto perdere al nostro paese oltre 14 miliardi di euro in un decennio, tra cali della produzione agricola nazionale e danni alle strutture e alle infrastrutture nelle campagne con allagamenti, frane e smottamenti.