lunedì, 18 Ottobre 2021

7 consigli per una casa ecosostenibile

La transizione energetica parte da qui: ognuno può rendere la propria casa più green con semplici e pratici accorgimenti.

La transizione energetica impone ritmi e costi che possono sembrare spesso insostenibili a un primo sguardo, ma ci sono degli accorgimenti facili e veloci da mettere in pratica da subito per rendere la propria casa ecosostenibile senza spendere un occhio della testa.

Per uno stile di vita più sano e nel rispetto dell’ambiente, ecco una breve lista delle azioni e delle consuetudini da adottare per vivere in una casa ecosostenibile!

Partecipare a una comunità energetica

Il riscaldamento tradizionale è alimentato da carbone, petrolio o gas naturale, tutte tipologie di combustibili fossili che causano l’effetto serra e i conseguenti cambiamenti climatici. Sono risorse esauribili, che prima o poi diventeranno molto costose a causa della loro scarsa reperibilità e che vanno al più presto debellate.

Per farlo, anche per chi abita in centri cittadini o zone densamente popolate, è auspicabile rivolgersi alle comunità energetiche di risorse rinnovabili. In questo modo sarà possibile beneficiare della condivisione della produzione di energia elettrica pulita, ricavata da fonti rinnovabili come solare o eolico, per rendere la propria casa ecosostenibile.

Parte dell’energia, infatti, può essere utilizzata per alimentare pompe di calore, elettrodomestici e quant’altro, abbandonando i vecchi e dannosi metodi di approvvigionamento. Non solo! Le spese della bolletta si ridurranno drasticamente.

In Italia l’iter costitutivo delle comunità energetiche è in via di snellimento e sviluppo, dal momento che non esiste una direttiva univoca di riferimento, ma bisogna informarsi presso il proprio comune o municipio di appartenenza in modo da rispettare le norme locali.

Leggi anche: A Scandiano la prima Comunità di Autoconsumo Collettivo taglia le spese del 60%

Accudire le piante

Casa ecosostenibile

Sia che si abbia la fortuna di avere un balcone che si viva in un appartamento, mettere delle piante in casa la rende subito più ecosostenibile. Fiori e foglie infatti puliscono l’aria assorbendo l’anidride carbonica, favorendo il ricircolo dell’ossigeno che respiriamo.

Contribuire alla riproduzione della natura, poi, favorisce gli ecosistemi e ristabilisce gli equilibri troppo spesso alterati dalla cementificazione. Progetti di giardini verticali e case ecosostenibili si rincorrono per tutto il mondo, segnale della direzione giusta da intraprendere.

E se proprio non si ha il pollice verde o non si ha né tempo né voglia di dedicarsi al verde, basta acquistare un Falangio o Spider Plant, che necessita di cure minime ed è l’ideale per gli appartamenti.

Leggi anche: La casa girasole, un’abitazione a impronta positiva

Scelta di prodotti ecosostenibili

Una casa ecosostenibile parte dalla pulizia: l’igiene personale e del proprio ambiente fa bene sia alla salute che alla natura. Ma bisogna fare attenzione ai prodotti che si usano e a quello che contengono.

Oggi si stanno sempre più diffondendo metodi di pulizia naturali, dalla classica mistura bicarbonato, aceto e limone, a prodotti appositamente progettati per non inquinare le acque e il terreno. Anche per i capelli e per il corpo è meglio ricorrere a saponi non industriali, che funzionano benissimo senza rinunciare a una pulizia impeccabile.

Isolamento e cappotto termico

Approfittare del Superbonus 110% per rendere la propria casa ecosostenibile non è mai stato così conveniente! Isolare il sottotetto, per evitare dispersioni termiche, e abbinare contestualmente l’installazione di un impianto fotovoltaico con le agevolazioni fiscali che a oggi stanno rivoluzionando il panorama energetico italiano è la strategia migliore verso un mondo più green ed ecologico.

Pompe di calore al posto dei termosifoni

Le pompe di calore, abbinabili ai pannelli fotovoltaici, utilizzano una tecnologia che sfrutta l’energia elettrica per spostare il calore da un posto all’altro. In questo modo si raddoppia e in alcuni casi si arriva a triplicare l’efficienza energetica rispetto ai convenzionali sistemi di riscaldamento.

Leggi anche: Superbonus, due classi energetiche in più con i pacchetti chiavi in mano fotovoltaico e pompa di calore

Domotica e smart home

Termostati programmabili, sistemi di domotica, elettrodomestici smart sono la nuova frontiera della casa ecosostenibile.

Questi dispositivi permettono di tenere sempre sotto contro i consumi e le spese, avendo il grande vantaggio di poter intervenire anche a distanza attraverso app dedicate.

Ma i vantaggi sono alla portata di qualsiasi tasca: si possono installare timer sulle prese elettriche per spegnere gli elettrodomestici non in uso, regolare l’apertura di tapparelle e tende in base alla stagione per beneficiare al massimo delle condizioni meteo ed evitare surriscaldamenti o dispersioni termiche della casa, prevedere il ricambio dell’aria grazie a dispositivi filtranti e così via.

Leggi anche: Domotica: tre smart home gadget utili per la tua casa vacanze

Luci al LED

Stanno soppiantando letteralmente il sistema di illuminazione a cui siamo abituati e la corsa al LED sembra essere innarrestabile.

Il motivo è semplice: anche se costano un po’ di più delle lampadine analogiche, quelle al LED hanno un’efficienza energetica imbattibile e durano molto più a lungo.

Nella casa ecosostenibile del domani, l’illuminazione sarà solo al LED, perché non cominciare sin da ora per un risparmio immediato anche sulla bolletta?

Correlati

Verso la COP26 di Glasgow: 197 paesi contro i cambiamenti climatici

Mentre il mondo rimane con il fiato sospeso, avvicinandosi pericolosamente al baratro della crisi...

Crisi energetica, arriva l’autunno dei rincari

A macchia d’olio: mai espressione è stata più azzeccata per definire la crisi energetica...

Centrale solare orbitale, l’energia elettrica arriva direttamente dallo spazio

Siamo sulla centrale solare orbitale numero 5, dove un potente potente Emissore di Raggi...