mercoledì, 28 Settembre 2022

Le ultime invenzioni per risparmiare energia

Abbattere le bollette non è impossibile con le innovazioni legate all'energia solare!

Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.

Risparmiare energia è diventato un leit motiv di questo autunno, tanto che non si fa altro che parlare di questo tema ovunque, dai social ai tutorial, dai giornali alla politica, la prerogativa per questo inverno è solo una: tagliare i consumi.

Ma se in tanti si domandano come ridurre la spesa in bolletta modificando le proprie abitudini quotidiane – meno lavatrici e a pieno carico, prese e luci spente quando non servono, cucina veloce ed economica -, le start up di tutto il mondo si stanno prodigando per elaborare soluzioni innovative che rendano il processo meno sacrificante in termini di benessere, ma sempre con un occhio all’ecosostenibilità e all’ambiente.

Addio corrente elettrica per l’illuminazione

A fianco delle ben note e ormai irrinunciabili risorse rinnovabili, come il fotovoltaico o l’eolico, per risparmiare energia c’è chi propone di eliminare il problema alla radice, immaginando un’illuminazione che non abbia bisogno della corrente elettrica.

Stiamo parlando dell’azienda statunitense Solatube, che produce tubi e condutture in grado di trasportare “meccanicamente” la luce naturale dall’esterno di un edificio al suo interno.

Un lucernario tubolare, struttura a forma di campana trasparente, posto sulla sommità del tetto, convoglia i raggi solari attraverso dotti in materiale estremamente riflettente fino ai diffusori all’interno degli ambienti. La tecnologia è studiata in modo che la captazione luminosa sia talmente efficiente da funzionare anche con luce flebile, in caso di cielo nuvoloso o coperto e persino di notte.

Leggi anche: Riduci fino al 92% la bolletta della luce con i pannelli fotovoltaici

LED, LED, e ancora LED

Vuoi risparmiare energia consumando fino a 10 volte in meno a prima? Cambia le luci alogene con quelle al LED. E se fin qui il marketing e i trend stanno sempre più prendendo la deriva dei diodi a emissione, ormai anche orologi digitali, lampade, schermi e televisori non ne possono più fare a meno.

E non solo riducono le bollette, ma le luci al led possono essere programmate o comandate con la voce tramite dispositivi di intelligenza artificiale per la casa e speaker vocali. Quindi anche se si ha il dubbio di aver dimenticato la lampadina – a basso consumo – accesa, basterà guardare l’app di riferimento sul cellulare e tenere tutto sotto controllo.

Si stanno diffondendo sempre di più anche i sensori di movimento, che accendono l’impianto di illuminazione solo se la luce naturale è insufficiente e solo se qualcuno è presente nella stanza: ideali ad esempio per il bagno o gli esterni.

Leggi anche: Riscaldamenti: cosa prevede il piano del Governo per risparmiare energia

Risparmiare energia su qualsiasi elettrodomestico

Se invece non si può proprio rinunciare all’utilizzo di applicazioni ed elettrodomestici casalinghi, PowerVolt ha ideato un piccolo dispositivo in grado di diminuire il consumo di elettricità fino all’80-90%.

Basta inserire l’apparecchio al circuito domestico per iniziare a risparmiare. Il vantaggio è che si può portare ovunque ci sia una presa: il piccolo device infatti è in grado di stabilire di quanta energia abbia bisogno l’elettrodomestico a cui è connesso, modulando quindi l’erogazione in base al fabbisogno effettivo ed evitando quindi così sprechi e sovraccarichi inutili.

Leggi anche: Casa smart: i dispositivi che trasformeranno la casa del futuro

Fotovoltaico per ogni superficie

Quando si tratta di soluzioni per risparmiare energia, il fotovoltaico la fa da padrone.

Le potenzialità di questo settore sono talmente ampie e tante, che le ricerche e le innovazioni si susseguono senza soluzione di continuità.

Così, l’azienda spagnola Onyx Solar ha approfittato dei vetri fotovoltaici in silicio amorfo o in silicio cristallino per avviare la fabbricazione di una serie di prodotti esteticamente belli e funzionali che però forniscono energia elettrica semplicemente assorbendo la luce solare.

Mobili da esterno in grado di ricaricare un cellulare mentre ci si accomoda in veranda, sorseggiando una bibita fresca, pavimenti colorati e calpestabili che possono generare energia per l’illuminazione stradale… le possibilità sono infinite, quante quelle dell’immaginazione!

Leggi anche: Le vie del domani sono lastricate di sole: la strada fotovoltaica

Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.

Correlati

Mobilità sostenibile: 12 interventi per decongestionare le città

Dovendo ridurre i consumi mantenendo gli standard di benessere attuali diventa irrinunciabile pianificare una...

Nanotubi e batteri per il fotovoltaico vivente

Un dispositivo biologico in grado di svolgere la fotosintesi ma creato artificialmente: così si...

Alberi solari, le nuove foreste energetiche per le città

Sembrano opere di arte contemporanea, ma offrono più dell'appagamento estetico contribuendo alla generazione dell'energia...