Riciclare la carta regalo: istruzioni per il riuso

Per un Natale più sostenibile, ecco qualche consiglio su come riciclare correttamente la carta regalo e gli imballaggi, senza perdere la magia della sorpresa.

Enrica Vigliano
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.
spot_img

Carte, nastri, scotch, scatole e cartoni: a Natale il quantitativo di rifiuti si fa sempre più ingombrante, ma come si fa a riciclare la carta regalo correttamente? Come rendere le festività più sostenibili?

Evitare gli sprechi e contribuire a rispettare l’ambiente, prevenendo l’abbattimento di alberi e piante, è facile e veloce con pochi accorgimenti.

Carta regalo, quanto “pesa” energeticamente sull’ambiente

Secondo le stime, nel 2019 le tonnellate di carta derivante da imballaggi nella sola Unione Europea ammontavano a ben 32,2 milioni, e considerando che ogni chilo di carta si sprigionano ben 3,5 kg di anidride carbonica, l’inquinamento a essa associato raggiunge livelli di attenzione preoccupanti.

Con l’aumento dei prezzi del gas, l’industria cartaria ha subito un innalzamento dei prezzi nel 2023 per l’energia di oltre il 95% rispetto a quella di due anni fa, cosa che inevitabilmente incide sul prezzo finale del prodotto e quindi su chi l’acquista.

Tuttavia, riciclando correttamente la carta, si possono salvare tantissimi alberi, almeno 17 per ogni tonnellata smaltita, risparmiare sull’elettricità impiegata per la sua produzione e ridurre lo spazio occupato dai rifiuti nei centri di raccolta.

Come differenziare la carta regalo

Dove si butta la carta regalo? Solitamente gli incarti natalizi sono riciclabili al 100%, e quindi dopo aver separato la carta o il cartoncino ondulato da eventuali nastri e decorazioni, è sufficiente buttarla nel cassonetto apposito.

Attenzione al nastro adesivo, che invece deve essere gettato nel secco residuo o indifferenziato: sebbene sia di plastica purtroppo non può essere riciclato.

Le buste plastificate e quelle con materiali misti, ad esempio con inserti o manici di stoffa, possono essere tenute da parte, perché anch’esse di difficile differenziazione. Lo stesso vale per quello che riguarda nastri e fiocchi: la soluzione migliore è quella di conservarli per un secondo momento. È sufficiente snodare accuratamente i fiocchetti e arrotolare i fili ordinatamente intorno a se stessi, riponendoli da parte per la prossima celebrazione.

Leggi anche: Regali sostenibili per Natale: tante soluzioni creative eco-friendly

Qualche consiglio per riutilizzare la carta regalo

Pacchetti regalo ecosostenibili

Il primo suggerimento per regali più etici e consapevoli è quello di non strappare la carta quando si apre un dono: il classico “scarta la carta” se da un lato è un rito divertente e tradizionale, dall’altro preclude la possibilità di riutilizzare gli incarti, portando quindi a sprecare più materiale.

Ancora meglio se, quando abbiamo incartato il pacchetto, abbiamo evitato di utilizzare scotch o colle, potendo così recuperare il foglio di carta regalo nella sua interezza. Si possono infatti utilizzare sia tecniche origami per fare in modo che la carta non si apra, che ricorrere a spaghi e fibre naturali per assicurare la chiusura e dare un tocco sostenibile a ogni regalo.

Tuttavia, anche in caso di carta strappata sono innumerevoli le opzioni di riuso: si possono fare coriandoli per carnevale, utilizzare i fogli meno compromessi per foderare l’interno di cassetti e mobili, mettere i pezzetti più piccoli in ammollo in una soluzione di acqua e colla per farne carta pesta decorativa, ricavare piccole striscioline o forme colorate per fare dei collage o divertire i più piccoli… l’unico limite è la fantasia!

Nella Capitale, un’iniziativa per incentivare al riciclo della carta regalo

Se sei a Roma, passa dalla discarica, potresti vincere 100 euro conferendo la carta regalo dei tuoi pacchetti natalizi!

Recandosi infatti dal 27 dicembre 2023 al 7 gennaio 2024 in uno dei 50 centri straordinari di raccolta istituiti dall’Ama, l’azienda che si occupa dello smaltimento dei rifiuti della Capitale, con almeno 5 imballaggi in carta e cartone dei regali natalizi si può partecipare alla lotteria dei rifiuti: per i più fortunati, estratti tra il 22 e il 26 gennaio, sono in palio 100 buoni spesa del valore di 100 euro ciascuno.

Leggi anche: Dal tetto alla credenza, il riciclo creativo dei pannelli solari

spot_img

Correlati

Agricoltura cellulare, cos’è e perché sarà presto l’alternativa alla carne animale

Agricoltura cellulare, una rivoluzione nel mondo alimentare che segnerà una svolta epocale: questa tecnologia...

Super Intelligenza Artificiale: è countdown! Mancano solo 3 anni al supercervellone robotico

Super Intelligenza Artificiale (SIA), tra tre anni, o al massimo 8, la tecnologia sarà...

Alternativa plastic free per assorbenti e pannolini: ecco la spugna riciclabile

Spugna riciclabile per assorbenti e pannolini: migliorare la qualità di accessori così indispensabili nella...
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.
spot_img