Energia solare, oggi puoi portarla in vacanza con i pannelli portatili

Piccoli, agili, flessibili: i pannelli portatili inclinabili sono lo specchio di una generazione che sta cambiando, in cui l'energia pulita è accessibile sempre e in ogni luogo.

Alfredo Polito
Alfredo Polito
Si occupa di copywriting, project management e comunicazione per imprese e istituzioni. Per anni ha scritto su la Repubblica ed è autore del libro "La guerra del vino". Tramite Gramsci ha fatto suo il motto di Romain Rolland: pratica il pessimismo della ragione e l'ottimismo della volontà.
spot_img

Carica batterie, computer, fotocamera, cellulare… cosa manca? Ah sì! Nella lista delle cose da mettere in valigia per le vacanze da quest’anno potremmo aggiungere dei pannelli portatili inclinabili, per avere corrente elettrica sempre e in ogni luogo!

Pannelli portatili inclinabili, cosa sono e come sono fatti

Sinn-Power_pannelli portatili

Arrivano dalla Germania e sono prodotti da un’azienda leader nella messa in posa di sistemi solari galleggianti o flottanti: stiamo parlando dei pannelli portatili inclinabili della Sinn Power, che promettono di rivoluzionare il consumo di energia elettrica, consentendo di avere sempre a portata di mano un generatore personale di corrente elettrica.

La caratteristica principale di questi pannelli portatili è la loro versatilità: possono essere inclinati secondo diverse angolazioni, per garantire sempre il massimo della radiazione ricevuta, a seconda del posto in cui ci si trova o dove si vogliano utilizzare. Il nome di questa tecnologia è Skipp, che fa riferimento al termine inglese “skip”, saltare, bypassare.

La struttura dei pannelli portatili, infatti, consta di un modulo fotovoltaico collegato a un contrappeso, montato su un cavalletto che non necessita di essere ancorato al terreno.

L’enorme vantaggio, nonché vanto dell’azienda, è la tenuta pressoché “inaffondabile” del sistema, ideato per resistere a qualsiasi tipo di vento senza che si ribalti, sfruttando il principio del pendolo che riporta nella posizione originaria il pannello colpito dalle raffiche.

E c’è di più: i pannelli in uso possono essere anche bifacciali, orientati verticalmente in direzione est-ovest, per il massimo dell’efficienza e della resa nelle ore di scarsa luminosità, durante il mattino e la sera.

Leggi anche: Dimenticate il carica batterie, ecco i pannelli fotovoltaici flessibili

Una soluzione eccellente per l’agrivoltaico

Ideali per il campeggio e per la vita all’aperto, i pannelli portatili inclinabili sono indicati in ogni posto in cui non è consentito ancorare impianti solari al terreno o sui tetti, potendo essere spostati con facilità.

Pensiamo allora all’enorme potenzialità che questi pannelli portatili potranno apportare a sistemi aperti a terra, sistemi agrivoltaici, impianti fotovoltaici verticali in zone sotto vincoli paesaggistici, riserve naturali o protette.

Non a caso, l’azienda infatti ha pensato in primis alle necessità degli agricoltori e dei contadini, soddisfacendo i requisiti tecnici più elevati, la flessibilità e il rendimento energetico ottimale.

Leggi anche: Agrivoltaico, la sinergia tra agricoltura e pannelli solari

Una risorsa che rispecchia una nuova generazione

Le invenzioni nel campo dell’energia solare sono all’ordine del giorno: la diffusione di nuovi metodi di generazione e approvvigionamento di energia rinnovabile, pulita e accessibile, ricalca la tendenza a prediligere soluzioni che rispettano l’ambiente pur consentendo le attività della vita quotidiana.

I pannelli portatili inclinabili, oltre agli utilizzi “industriali” o d’impresa, trovano applicazione anche nell’ambito dei privati cittadini.

Chiunque ami la vita all’aperto o possa lavorare in smart working potrà beneficiare della potenzialità di avere sempre a disposizione una fonte di elettricità, senza doversi connettere alla rete.

Per i viaggi on the road, per il campeggio o per qualsiasi altro uso quotidiano, basterà orientare correttamente il pannello inclinabile e il gioco è fatto!

Leggi anche: 7 gadget a energia solare di cui non potrai più fare a meno

spot_img

Correlati

L’agricoltura punta in alto: le nuove soluzioni del vertical farming

L'agricoltura verticale, o "vertical farming", sta emergendo come una delle soluzioni più innovative e...

Clicca, inquadra, ripara: ecco come l’AR limita gli sprechi

La realtà aumentata, per abbreviazione AR, sta emergendo come una tecnologia rivoluzionaria capace di...

Esiste una coscienza animale? Cosa dice la scienza

La coscienza animale è un campo di studio che ha attirato, soprattutto negli ultimi...
Alfredo Polito
Alfredo Polito
Si occupa di copywriting, project management e comunicazione per imprese e istituzioni. Per anni ha scritto su la Repubblica ed è autore del libro "La guerra del vino". Tramite Gramsci ha fatto suo il motto di Romain Rolland: pratica il pessimismo della ragione e l'ottimismo della volontà.
spot_img