domenica, 29 Gennaio 2023

Eco-friendly routing di Google Maps: “Risparmi carburante e salvi l’ambiente”

Basta attivare la funzione per ottimizzare i consumi di carburante in base all'alimentazione del motore: ecco come.

Basta attivare l’opzione eco-friendly routing nell’app di Google Maps per viaggiare in modo più efficiente, consumando di meno e rispettando l’ambiente. Ecco come funziona.

Una scelta sostenibile a portata di click

Google Maps è una delle applicazioni più popolari e usate al mondo per svariate ragioni, tra cui la semplicità di utilizzo, le informazioni sulla rete stradale sempre dettagliate e aggiornate, le segnalazioni in tempo reale di traffico, chiusure e tempi di percorrenza.

Il colosso informatico è sempre all’avanguardia anche sulle tematiche che riguardano l’ambiente e la sostenibilità, tanto che ha voluto implementare, prima negli Stati Uniti e poi in oltre 40 paesi europei tra cui l’Italia, un servizio di eco-friendly routing.

Attivando questa opzione, infatti, un algoritmo seleziona e mostra a chi guida la strada migliore da percorrere per risparmiare carburante e, in questo modo, inquinare di meno.

Leggi anche: Mobilità sostenibile: 12 interventi per decongestionare le città

Come attivare l’opzione sul cellulare

Attivare l’eco-friendly routing di maps è semplicissimo da cellulare: basta andare sull’applicazione, selezionare le opzioni percorso dal menu a tendina e marcare la casella “scegli percorsi a minor consumo di carburante”.

Non solo: è possibile impostare la tipologia di alimentazione del mezzo di trasporto – benzina, diesel, elettrico o ibrido – per avere un’accuratezza sull’efficienza e i risparmi più dettagliata.

L’eco-friendly routing è infatti in grado di valutare la lunghezza del percorso, la tipologia di strade da affrontare, la convenienza in funzione del tipo di carburante utilizzato e la rotta da scegliere, che viene indicata dalla classica fogliolina.

Così, ad esempio, per i motori diesel saranno privilegiati i percorsi su strade veloci come superstrade e autostrade, per ottenere le massime prestazioni dal carburante con il minimo consumo e limitate emissioni di anidride carbonica.

Viceversa, per i motori elettrici o ibridi, saranno consigliati tratti collinari per sfruttare la ricarica in discesa e percorsi cittadini, dove le prestazioni di queste vetture sono migliori e più performanti.

Leggi anche: Finanza etica, mobilità green ed economia circolare: ecco i cardini del climate change

Informazioni green per tutti i viandanti

L’eco-friendly routing di Google è solo una tra i tanti servizi disponibili sulla piattaforma di navigazione che incentivano una locomozione più sostenibile.

Percorsi ciclabili, a piedi, in moto o con i mezzi vengono via via aggiornati e resi sempre più accurati in modo da poter fornire a chi si deve muovere tutte le opzioni possibile per una scelta consapevole e responsabile, in favore dell’ambiente.

E non finisce qui: anche gli alberghi e le strutture ricettive più green lungo la tratta selezionata sono ben segnalati in base alle pratiche di sostenibilità adottate, dall’efficientamento energetico al riciclo dei rifiuti e delle acque.

Come risparmiare carburante mentre si guida

Al di là del servizio eco-friendly routing, è bene ricordare che mettere in pratica delle semplici accortezze mentre si guida può rappresentare un concreto risparmio sia di carburante che di manutenzione dell’auto.

Pertanto è consigliabile mantenere sempre uno stile di guida adeguato alla strada che si sta percorrendo, evitando accelerazioni improvvise e frenate repentine, non utilizzare il condizionatore se non necessario, tenere i finestrini chiusi o limitarne l’apertura, non eccedere con il carico trasportato, spegnere il motore in caso di file e incolonnamenti – se non si dispone dello start and stop, rispettare i limiti di velocità e la distanza tra le auto, pianificare il percorso prima di mettersi alla guida, valutando le opzioni possibile in base al traffico e all’orario.

Si può così risparmiare tra il 10 e il 25% di carburante secondo una ricerca dell’Institute for Energy Diversification and Saving, contribuendo sensibilmente alla riduzione delle emissioni in strada.

Leggi anche: A4, la prima autostrada ecosostenibile d’Italia è un vero traguardo

Correlati

Superbonus 90%: a cosa serve il quoziente familiare e come si calcola

La revisione del Superbonus edilizio ha introdotto un nuovo parametro di accesso alla detrazione...

Evitare la crisi: ecco come l’Europa può far fronte alla penuria di gas naturale nel 2023

Un deficit da 30 miliardi di metri cubi di gas naturale: queste le previsioni...

Superbonus 90%: a chi spetta e cosa cambia

Il Decreto Legge Aiuti quater, le cui modifiche sono state approvate dalla Camera in...