lunedì, 21 Giugno 2021

Cibi alcalini, i migliori alleati della tua salute: 7 alimenti da assumere ogni giorno

Una dieta alcalinizzante combatte l’obesità e previene l’invecchiamento cellulare. Scopriamo quali sono i migliori cibi alcalini e quelli acidi da evitare.

Hai mai sentito parlare di cibi alcalini e di dieta alcalinizzante? Sappiamo tutti che il benessere del nostro corpo comincia con una corretta alimentazione, ma cosa vuol dire esattamente? In questo articolo ti illustriamo i benefici dei cibi alcalinizzanti per la tua salute, cosa mangiare per alcalinizzare il corpo e quali sono i cibi acidi da evitare.

Perché è importante alcalinizzare il corpo

L’acidità di un elemento o di un ambiente in natura può variare e si misura in base al suo valore di PH. Un PH di livello 1 corrisponde alla massima acidità, mentre un livello di  PH pari a 14 indica un’elevata alcalinità, detta anche basicità. Un valore di PH pari a 7 corrisponde a un livello neutro, 7 è infatti il PH dell’acqua sorgiva.

Anche il nostro organismo è composto da un insieme di tessuti che, per funzionare correttamente, hanno bisogno di mantenere il PH su un livello stabile. Fatta eccezione per alcuni ambienti che possiedono un tasso di acidità molto elevato, come ad esempio l’interno dello stomaco, in un corpo in salute il PH del sangue ha un valore leggermente basico. Per questo motivo è importante assumere alimenti che mantengano alcalino il PH dei tessuti per evitare scompensi.

Leggi anche: Bere acqua e limone, perché fa bene e cosa succede al corpo assumendola tutti i giorni?

Conseguenze di una dieta acida

In una dieta bilanciata, il nostro organismo è in grado di eliminare regolarmente acidi e alcali con la respirazione e il filtraggio del sangue attraverso i reni. L’urina espulsa dai reni, però, contiene anche un gran numero di minerali, che servono all’organismo per evitare l’accumulo di scorie. Quando quello che mangiamo produce troppa acidità a livello ematico, gran parte dei minerali viene espulsa insieme agli acidi, a causa del sovraccarico di lavoro a cui i reni si trovano sottoposti. In questo modo nell’organismo si verifica un accumulo di tossine, che possono portare conseguenze negative sulla salute.

Obesità, degenerazione dei tessuti e invecchiamento cellulare sono alcune delle conseguenze di una dieta troppo acida. Molte caratteristiche dello stile di vita moderno, come la sedentarietà, l’inquinamento, lo stress e l’assunzione continua di farmaci, possono contribuire all’acidificazione del corpo. Ma a questo possiamo ovviare assumendo ogni giorno alimenti alcalini per mantenere il livello del PH su valori basici.

Differenza tra cibi acidi e alcalini

cibi alcalini e cibi acidi

Come abbiamo visto nel precedente paragrafo, i cibi acidi, o cibi acidificanti, sono quelli che tendono a sottrarre minerali all’organismo e ad abbassare il livello di PH dei tessuti. La perdita di minerali, infatti, è una delle conseguenze più evidenti di una dieta acidificante. Tenendo presente che un PH neutro corrisponde a un valore di 7 – quello dell’acqua naturale – i cibi acidi sono quelli che hanno un valore di PH compreso tra 1 e 7, mentre il cibo alcalino ha un PH basico dal valore superiore a 7.

Attenzione: non è sempre detto che alimenti dal sapore acido siano acidificanti. Gli agrumi, che al palato sono molto pungenti, in realtà possono essere considerati cibi alcalinizzanti per il nostro corpo grazie al loro contenuto di minerali. Ma quindi, quali sono i cibi alcalini e quali quelli acidi? Scopriamolo insieme.

Leggi anche: Alga spirulina, 10 benefici, usi e proprietà: ecco cos’è e a cosa serve

Quali sono i cibi più alcalini: 7 alimenti da assumere ogni giorno

I cibi da mangiare per un effetto alcalinizzante sul nostro corpo sono, come è facile immaginare, tutti quelli consigliati da nutrizionisti, medici e allenatori per una dieta sana ed equilibrata. Si tratta di alimenti che mineralizzano il corpo, favoriscono la regolarità intestinale e hanno un basso contenuto di grassi. Ecco un elenco di alimenti alcalinizzanti:

  1. Frutta, in particolare uva, mele, prugne, cachi, anguria, castagne, pesche, ananas, more, mango. Sì anche agli agrumi, in particolare i limoni: i loro acidi, se non assunti in eccesso, attivano la ventilazione polmonare.
  2. Verdura, in particolare quella verde: crucifere, come cavoli e broccoli, e verdure a foglia come spinaci, lattuga e bietole. Ma via libera anche a peperoni, rape e aparagi.
  3. Tuberi: le patate hanno un effetto alcalinizzante sul corpo, purché consumate con la buccia. Anche lo zenzero è un alimento alcalinizzante dalle grandi proprietà benefiche.
  4. Aglio: un alimento fortemente basico che ha anche una funzione antibatterica.
  5. Germogli e alghe: la spirulina e altri alimenti importati dalla tradizione orientale come wakame, nori e germogli di soia sono preziosi alleati di una dieta alcalinizzante.
  6. Alimenti dall’elevato contenuto di acqua: sedano e cetriolo sono ricchissimi di antiossidanti.
  7. Mandorle e anacardi: gli amanti della frutta secca farebbero bene a preferire queste due opzioni per evitare di aumentare l’acidità.

E per quanto riguarda i condimenti? Sì a sale marino, peperoncino, curry, zenzero, salvia, rosmarino, senape verde, cumino, quinoa e semi di finocchio. Zucchero non raffinato, miele e olio – che sono alimenti neutri – possono essere usati con moderazione.

Leggi anche: Il dragon fruit o pitaya è un frutto esotico dolce e delicato

Quali sono i cibi acidi da evitare

cibi alcalini

L’acido urico e le purine presenti nelle carni, insieme all’acido benzoico e l’acido tannico sono tra i più dannosi per il nostro organismo. Tra gli alimenti acidificanti da assumere con molta moderazione, troviamo:

  1. Alimenti raffinati e industriali, come zucchero bianco e dolciumi, o alimenti trattati e ricchi di conservanti.
  2. Legumi secchi come fagioli e lenticchie.
  3. Carne, uova e pesce, inclusi crostacei e molluschi.
  4. Formaggi, mozzarella e ricotta.
  5. Cereali raffinati: pane, pasta, riso cotto, crackers, focacce.
  6. Frutta secca come noci e arachidi, in particolare se trattate.
  7. Caffè, tè e alcolici. Ideale sarebbe anche evitare bevande gassate.

Per una dieta corretta, fai attenzione alle combinazioni!

Un ultimo dettaglio di cui tener conto, se si desidera alcalinizzare il corpo in maniera corretta, sono le interazioni tra cibi acidi e cibi alcalini quando vengono assunti in contemporanea.

Le associazioni alimentari corrette sono:

  • Frutta e semi
  • Proteine e verdura oppure cereali e verdura
  • Cereali e frutta

Se possibile, la frutta andrebbe consumata lontano dai pasti, magari come merenda o snack a metà mattina.

Leggi anche: Prodotti biologici e naturali, la differenza: ecco come leggere correttamente l’etichetta di un prodotto bio

Correlati

Energie rinnovabili: un settore in costante evoluzione ed espansione

Nel settore delle energie rinnovabili, il settore dell'energia eolica è sicuramente uno dei più importanti. Ecco una nuova innovazione nel campo dell'eolico

Smart grid, cosa sono e come funzionano

Con il termine smart grid si identifica la cosiddetta “reti intelligenti”, ossia la “griglia”...

Vivi in città e non puoi permetterti un giardino? Le piante da interno sono la soluzione che fa per te

Se ami la natura e hai il pollice verde ma purtroppo vivi in un appartamento puoi sempre optare per le piante da interno.