giovedì, Ottobre 29, 2020

Antidepressivi naturali: un valido aiuto contro il male del secolo

La depressione può colpire chiunque, ma esistono in natura una serie di rimedi efficaci che permettono di contenerla e combatterla senza ricorrere alla medicina.

Enrica Vigliano
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, 33 anni, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.

È definito il male moderno e si stima che affligga 15 persone su 100: si tratta della depressione, un disturbo dell’umore che può avere sintomi più o meno gravi, che può essere alleviata e talvolta curata grazie ad alcuni antidepressivi naturali.

Premettendo che in caso di forme gravi di depressione è sempre doveroso recarsi da uno specialista, esistono una serie di rimedi naturali che possono mitigare le forme più semplici e i casi sporadici.

È stato dimostrato quanto l’uso di antidepressivi naturali efficaci intervenga e acceleri la guarigione. Tra i rimedi naturali antidepressivi troviamo: erbe antidepressive, piante officinali, oli essenziali che funzionano come psicofarmaci naturali o farmaci omeopatici antidepressivi.

A queste soluzioni vanno aggiunte anche alcune buone pratiche come la meditazione e l’esercizio fisico, che aiutano a mantenere alto l’umore.

Dove si trovano

Antidepressivi e ansiolitici naturali vengono venduti in erboristeria, senza l’obbligo di ricetta medica e, a differenza dei cugini chimici e di sintesi, presentano meno effetti collaterali.

Il consiglio, in ogni caso, è di rivolgersi sempre, prima di assumere sostanze antidepressive naturali o meno, a un esperto che possa indicare la migliore terapia da seguire.

La serotonina, l’ormone della felicità

Ma come funziona e su che principi si basa la medicina naturale antidepressiva? Molti psicofarmaci, naturali e non, lavorano sulla stimolazione della produzione di serotonina.

La serotonina è l’ormone del buonumore: livelli bassi o carenza di questa sostanza possono essere alla base della depressione.

Teads

Vediamo insieme alcune piante e cibi antidepressivi naturali, oltre ad alcune buone pratiche da mettere in atto per sconfiggere la depressione.

Erba di San Giovanni

L’iperico o più comunemente conosciuto come erba di San Giovanni è una pianta che viene largamente usata per le sue proprietà antidepressive.

Originaria dell’Europa e dell’Asia minore, con i suoi flavonoidi favorisce la disponibilità dei neurotrasmettitori sinaptici, come la serotonina naturale. Era usata già dagli antichi greci come riequilibrante dell’umore.

La dedica al santo del 24 giugno deriva dal fatto che la sua abbondante fioritura gialla, ricca di flavonoidi, cominci proprio in corrispondenza del giorno di San Giovanni.

Tra i vari nomi che le sono stati assegnati si ricorda anche “scaccia-diavoli” proprio per la sua capacità di allontanare i pensieri cupi e le sintomatologie depressive.

L’iperico può alleviare forme di depressione lieve, ma prima di assumerla è necessario confrontarsi con uno specialista. Può infatti avere degli effetti collaterali se associata all’uso di altri medicinali, come anticoagulanti, pillola contraccettiva, chemioterapia e altri antidepressivi.

Leggi anche: San Giovanni: la notte delle streghe tra riti propiziatori e Covid

Rodiola e ginseng

Rhodiola rosea L.

Sono due piante adattogene, ovvero in grado di incrementare le difese dell’organismo in condizioni di stress, sia fisici che psichici.

Nella medicina cinese sono utilizzate da millenni, sotto forma di infusi, bevande e oli essenziali. Entrambe queste piante agiscono sul sistema ipotalamico-surrenale, aumentando il rilascio delle endorfine, vera e propria droga naturale del cervello, e mantenendo sotto controllo la risposta dell’organismo agli stress esterni.

La Rodiola rosea, chiamata anche radice artica o d’oro, riduce la sensazione di affaticamento epatico, muscolare e intellettivo. Il consumo di questa radice porta anche a un miglioramento delle difese antiossidanti, alla riduzione dello stimolo a mangiare e al contenimento di lievi forme di depressione.

Panax L.

Il ginseng è considerato il rimedio a quasi tutti i mali dalla medicina tradizionale asiatica ed è forse la radice più utilizzata in tutti i rimedi erboristici al mondo. 

Il nome latino, sotto cui vengono accomunate undici specie di ginseng, non a caso è Panax, panacea, e deriva a sua volta dal greco pan = tutto, akèia = rimedio.

Molti studi hanno dimostrato che il consumo di questa radice migliori il tono dell’umore, tonifichi il corpo e distenda lo spirito, aumentando le capacità cognitive di chi la assume.

Teads

Zafferano

La fluoxetina, che viene comunemente commercializzata come Prozac, è uno degli antidepressivi di sintesi più usati al mondo, grazie alla sua tollerabilità e ai contenuti effetti collaterali.

Ma per chi volesse evitare del tutto la chimica, si è scoperta in fitoterapia l’esistenza di un Prozac naturale: lo zafferano.

Come molte sostanze antidepressive naturali, lo zafferano agisce sul circuito della ricaptazione della serotonina, per far sì che questo importante neurotrasmettitore sia rilasciato più proficuamente ed entri nelle sinapsi con maggiore facilità.

Il Crocus sativus, nome botanico dello zafferano, è ricco nei petali e negli stimmi di crocina e safranale, componenti che hanno proprietà antidepressive simili a quelle del Prozac.

L’importanza del triptofano nei rimedi antidepressivi naturali

Tra i cibi antidepressivi naturali compaiono tutti quelli che stimolano la produzione di serotonina, in particolare il triptofano, amminoacido che si assume solo per via esterna, attraverso la dieta. L’amminoacido da solo non basta, ma è tra i fautori dell’aumento del neurotrasmettitore del buonumore.

Ricchi di triptofano sono: i cereali integrali, la frutta secca, i legumi, il tacchino e in generale le carni bianche, i derivati della soia ma anche alcune piante, come la griffonia, che contiene un precursore della serotonina.

Viva la frutta!

Anche la frutta è un’ottima alleata contro il malessere psichico: ricca di vitamine, sali minerali e magnesio, più ne viene consumata e più se ne avvertono i benefici.

La frutta secca, specialmente anacardi, noci e macadamia, è ricca di vitamina B6 e vitamina K responsabili del migliore assorbimento della serotonina e del livello di coagulazione del sangue.

Quali sono più adatti agli anziani?

Gli anziani sono spesso più colpiti dalla depressione, sia per un fattore sociale che il lento e inesorabile deperimento del loro corpo. 

Non sempre è possibile somministrare una cura farmacologica aggressiva, ma si può ricorrere ad integratori naturali che li aiutino a risollevare l’umore. 

Tra i più efficaci ci sono le vitamine. In particolare la vitamina B1, che si trova nei cereali integrali, nelle noci e nel mais, la vitamina B3, abbondante nel pollo o nella fesa di tacchino, la vitamina B6, che come abbiamo visto è presente nella frutta secca, nella carne e nel latte. 

E in gravidanza?

Le donne incinta o neomamme devono prestare molta attenzione ai segnali del loro corpo, specialmente se avvertono un malessere di tipo depressivo.

Il cambiamento radicale sotteso dall’arrivo di una nuova vita può sconvolgere equilibri e umori della futura mamma. 

Pertanto è sconsigliato far uso di qualsiasi sostanza antidepressiva, naturale e non, per evitare qualsiasi rischio potrebbe derivarne. Meglio rivolgersi sempre a un esperto specializzato.

Mens sana in corpore sano

La ricetta latina contro la depressione rimane uno dei pilastri su cui si fonda la psicoterapia. 

Ritrovare una dimensione armonica tra il proprio spirito e il proprio corpo aiuta notevolemente nella guarigione da stati depressivi e di malessere.

Sport ed esercizio fisico

Un ottimo antidepressivo e analgesico naturale è concedersi una passeggiata di almeno venti minuti al giorno a passo spedito.

L’esercizio fisico stimola infatti la produzione di endorfine, che entrano rapidamente in circolo e tonificano anima e corpo.

Così anche i rapporti sessuali e le risate sono ottimi antidepressivi naturali: aumentano la serotonina così come l’autostima. 

Meditazione

Ci si può anche dedicare alla meditazione, per ricucire i legami interrotti con il proprio io a causa della frenesia di tutti i giorni.

Chi pratica questa disciplina recupera più in fretta e con maggiore efficacia le energie disperse durante la giornata, migliorando il proprio umore e sviluppando l’acutoconsapevolezza, necessaria per raggiungere l’equilibrio con l’esteriorità.

Leggi anche: La storia di Terence Biffi: “Ho superato la depressione viaggiando, ero anche obeso”

Enrica Vigliano
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, 33 anni, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Ultimi

Attentato a Notre Dame: “L’attentatore continuava a gridare Allah Akbar”

Intorno alle ore 9 di questa mattina, nella cattedrale Notre Dame, un uomo ha estratto un coltello, ferendo e uccidendo diverse persone. Si parla anche di spari e boati. L’attentatore è stato fermato, ma la polizia sospetta di un secondo uomo.

Incubo lockdown 2 novembre: in Italia, la strada è quella?

La pandemia corre, il virus è infido e non si arresta. La...

Gerry Scotti e il Coronavirus. Ecco come sta il noto conduttore tv

Gerry Scotti ha comunicato, come è noto, due giorni fa la propria...

Covid, Michele Emiliano chiude tutte le scuole. La Puglia verso il lockdown?

Con 13 decessi e quasi 800 positivi in poche ore, la Puglia...

Ombre russe: infiltrati e hackers dietro a disordini e rivolte

La locandina che da due giorni gira in rete e che ha prodotto...