sabato, Dicembre 5, 2020

‘Ndrangheta, arrestato Tallini, presidente del Consiglio della regione Calabria

L’accusa è quella di concorso esterno in associazione mafiosa e scambio elettorale politico mafioso. Insieme a lui, altre 19 persone sono destinatarie di un’ordinanza di custodia cautelare.

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Il presidente del Consiglio della regione Calabria Domenico Tallini, Forza Italia, è stato posto agli arresti domiciliari con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa e scambio elettorale politico mafioso. Secondo quanto emerso dalle indagini, Tallini avrebbe favorito la costituzione di una società, riconducibile alla cosca Grande Aracri, finalizzata alla distribuzione all’ingrosso di prodotti medicinali, mediante una rete di farmacie e parafarmacie sparse sul territorio nazionale.

‘Ndrangheta, arrestato Domenico Tallini

L’operazione, coordinata dai carabinieri dei Comandi provinciali di Catanzaro e Crotone, è stata denominata Farmabusiness e ha portato all’arresto del presidente del Consiglio della regione Calabria, Domenico Tallini, e all’ordinanza di custodia cautelare per altre 19 persone. A vario titolo, queste sarebbero accusate di: associazione di tipo mafioso, concorso esterno in associazione di tipo mafioso, scambio elettorale politico-mafioso, impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, detenzione illegale di armi, trasferimento fraudolento di valori, tentata estorsione, ricettazione e violenza o minaccia a un pubblico ufficiale.

Leggi anche: Allarme usura per molte famiglie, in crisi post covid

Arresto Tallini, il commento di Nicola Morra

Tallini
Nicola Morra, presidente della Commissione parlamentare antimafia. A marzo 2020, prima della nomina di Tallini a consigliere regionale, aveva fatto luce sulle incompatibilità del suo profilo con il Codice di autoregolamentazione della Commissione Antimafia.

A proposito dell’arresto di Tallini, Nicola Morra, presidente della Commissione parlamentare antimafia, ha commentato: “Vi ricordate le ultime regionali calabresi, a gennaio 2020? Questo signore, attuale Presidente del Consiglio Regionale della Calabria, di Forza Italia, in virtù del Codice di autoregolamentazione della Commissione Antimafia, risultava impresentabile – ricorda Morra – “A suo avviso ero io che mi accanivo contro di lui per una “vendetta personale”. Oggi si trova ai domiciliari. Ma era una “vendetta personale”” conclude il presidente, senza fare troppa ironia.

Leggi anche: Riciclaggio di denaro e numeri del Lotto, il blitz dei carabinieri vale 25 milioni

Arresto Tallini, di cosa è accusato

Domenico Tallini, ora agli arresti domiciliari, è accusato di aver supportato la cosca Grande Aracri nella costituzione dell’azienda finalizzata alla distribuzione all’ingrosso di prodotti medicinali. Il suo intervento, giudicato decisivo per favorire e accelerare l’iter burocratico delle autorizzazioni necessarie all’avvio dell’attività, secondo quanto riferito dai carabinieri, sarebbe stato ricambiato anche il sostegno della cosca alle elezioni regionali nel novembre del 2014. Si legge nella nota resa pubblica dai carabinieri:

Le emergenze investigate hanno riguardato l’operatività della cosca di ‘ndrangheta Grande Aracri di Cutro nell’area di origine e nel territorio catanzarese, con particolare riferimento alle iniziative imprenditoriali avviate in quest’ultima provincia mediante il reimpiego di capitali della cosca.

In particolare, gli elementi raccolti nel corso delle indagini hanno permesso di definire i nuovi assetti della cosca Grande Aracri dopo le operazioni che ne hanno colpito i principali esponenti e lo stesso capo Nicolino Grande Aracri.

Leggi anche: Mafia City non è solo un videogioco

Arresto Tallini, altre 19 persone coinvolte

carabinieri Calabria
L’operazione Farmabusiness è stata coordinata dai carabinieri dei Comandi provinciali di Catanzaro e Crotone.

Si legge ancora nella nota diramata dai carabinieri:

Sono state documentate la realizzazione e l’operativà da parte degli indagati, attraverso la preliminare intestazione fittizia di beni e utilità. È stato accertato anche il ruolo di professionisti ed imprenditori nella realizzazione del programma della cosca con riguardo al perseguimento dei vantaggi economici nei diversi settori imprenditoriali di interesse.

Le indagini hanno consentito di ricostruire anche specifici episodi intimidatori, tanto riconnessi alla realizzazione dell’iniziativa imprenditoriale della cosca, quanto con specifico scopo estorsivo, oltre che la disponibilità di numerose armi.

Leggi anche: “Quarantena obbligatoria”: l’appello alla Mafia di un professore universitario

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Ti sei mai chiesto quali sono i 20 eserciti più potenti al mondo?

20) Spagna Indice della forza militare: 0,3388Popolazione totale: 49.331.076Personale...

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Ultimi

Giardini d’Italia, i 5 più belli per organizzare un weekend “green”

Ebbene sì: uno dei trend per il prossimo anno sarà quello di...

Benedetta Barzini, prima top model italiana: “L’anoressia malattia grave, ma utile”

È stata la prima italiana a comparire sulla copertina di Vogue America, nel 1963. Bellissima e fascinosa, all’età di 77 anni è protagonista del documentario di Beniamino Barrese, "La scomparsa di mia madre".

Natale con droni, posti di blocco ed esercito, il piano del Viminale per la sorveglianza

Il piano del Viminale interviene per la sicurezza dei cittadini. Affinché si...

Adolf Hitler africano: cosa faresti se alla nascita ti venisse assegnato questo nome?

Di recente è stato eletto in un consiglio regionale in Namibia un...

California: bimbo si suicida a 11 anni, in diretta durante una lezione on line

Un bimbo si suicida all'età di soli anni a Woodbridge, in California....