martedì, Marzo 2, 2021

Vaccino Covid e fake news: alle bufale risponde l’Istituto Superiore di Sanità

L'Iss decide di pubblicare una faq con domande e risposte per mettere a tacere le fake news e le bufale relative all'inefficacia del vaccino Covid.

Michela Sacchetti
Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Nel giorno del V-day l’Istituto Superiore di Sanità decide di pubblicare una faq con domande e risposte per chiarire la propria posizione sulle fake news che stanno circolando in merito al vaccino Covid.

Sono tante le bufale sui vaccini: dalle mutazioni genetiche all’immunità, che dura solo poche settimane fino, ai rischi per la salute.

A queste e a tanti altri quesiti risponde l’Iss. Contro chi ritiene che i vaccini non siano sicuri perché realizzati troppo in fretta ribadisce che questi hanno superato tutti i controlli di qualità e sicurezza, prima di venire approvati e immessi sul mercato. Di seguito riportiamo le risposte dell’Iss alle fake news sul vaccino.

Vaccino Covid, l’Iss smonta le fake news

risposte dell'iss alle fake news_infermiera
Risposte dell’Iss alle fake news: a gennaio inizierà la campagna di vaccinazione sulla popolazione, prediligendo le case di riposo e le persone più a rischio.

Il fatto che il vaccino sia stato realizzato in fretta ha provocato reazioni diverse. Le bufale nate sono svariate: dalla modifica del Dna alla durata della vaccinazione di una settimana fino all’ipotesi che questo possa causare infertilità nella donna. E ancora l’inefficacia del vaccino rispetto alla variante inglese.

Le istituzioni si stanno impegnando affinché il vaccino venga pubblicizzato con successo e acquisisca così maggior credibilità. Il sottosegretario alla Salute, Sandra Zampa, ipotizza un vaccino obbligatorio per i dipendenti pubblici, mentre il Presidente della Repubblica Mattarella si dice disponibile da subito al vaccino.

L’Infettivologo Galli ha voluto comunicare di essere tra i primi a ricevere il vaccino, consapevole dell’importanza in questo momento di lanciare un messaggio forte alla comunità.

Per questo anche l’Istituto Superiore di Sanità ha voluto dare il suo segnale, rispondendo alle domande più frequenti degli utenti sul vaccino Covid.

Leggi anche: Vaccino Covid, il sottosegretario Zampa: “Obbligatorio per dipendenti pubblici”

Il vaccino è efficace nonostante la diffusione della nuova variante rilevata nel Regno Unito?

Non vi è alcuna evidenza al momento che la mutazione del virus rilevata nel Regno Unito possa avere effetti sull’efficacia della vaccinazione.

I vaccini determinano la formazione di una risposta immunitaria contro molti frammenti della proteina cosiddetta Spike, quella, per intenderci, prodotta dal virus per attaccarsi alle cellule e infettarle.

Quindi anche se ci fosse stata una mutazione in alcuni frammenti della proteina Spike è improbabile che possa essere sufficiente a rendere il vaccino inefficacie.

Leggi anche: Vaccino Covid, le linee guida di Aifa: dosi, efficacia ed effetti collaterali

È possibile che i vaccini modifichino il DNA?

risposte dell'Iss alle fake news_vaccinazioni
Le risposte dell’Iss alle fake news: ieri, con il V-day sono iniziate le vaccinazioni in Italia, dapprima ad essere vaccinato il personale sanitario.

Il compito dell’mRNA è solo quello di trasportare le istruzioni per la produzione delle proteine da una parte all’altra della cellula, per questo si chiama “messaggero”. 

In questo caso l’RNA trasporta le istruzioni per la produzione della proteina utilizzata dal virus per attaccarsi alle cellule, la proteina denominata Spike.

L’organismo grazie alla vaccinazione  produce anticorpi specifici prima di venire in contatto con il virus e si immunizza contro di esso.

È vero che il vaccino dura poche settimane?

Risposte dell'Iss alle fake news_arrivo vaccini
Risposte dell’Iss alle fake news: l’arrivo dei vaccini, trasportato dai militari e scortato dai carabinieri.

La protezione indotta dai vaccini, sulla base dei dati emersi durante le sperimentazioni, durerà alcuni mesi.

Solo quando il vaccino sarà somministrato a larghe fasce di popolazione sarà possibile verificare se l’immunità durerà un anno, come accade con l’influenza, più anni, come accade con la vaccinazione anti pneumococcica  o se sarà necessario sottoporsi a richiami.

Dopo il vaccino potrò non usare la mascherina?

risposte dell'Iss alle fake news_mascherine
Risposte dell’Iss alle fake news: dopo il vaccino si manterrà il distanziamento e si continueranno a portare le mascherine.

Anche dopo essersi sottoposti alla vaccinazione bisognerà continuare a osservare misure di protezione nei confronti degli altri, come la mascherina, il distanziamento sociale e il lavaggio accurato delle mani.

Ciò sarà necessario finché i dati sull’immunizzazione non mostreranno con certezza che oltre a proteggere sé stessi il vaccino impedisce anche la trasmissione del virus ad altri.

Leggi anche: Vaccino Covid, Bassetti: “L’ho appena fatto e mi sento più forte”

Michela Sacchetti
Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Ultime notizie