domenica, 29 Gennaio 2023

Gucci sposta la moda nel metaverso: cosa significa e perché sta accadendo

Gucci e metaverso rimangono un binomio di incredibile successo. Il brand di lusso ha deciso di investire ancora di più nel mondo virtuale, vendendo i suoi prodotti a prezzi maggiori rispetto alla realtà.

Melissa Matiddi
Esperta in comunicazione e digital marketing, studia lo yoga e le discipline orientali. Ama creare, leggere e viaggiare. Silenziosa ma rumorosa, è sempre pronta a varcare nuovi orizzonti.

Gucci sposta la moda nel metaverso! Il brand di lusso, noto in tutto il mondo, per le sue idee stravaganti e creative, ha deciso di trasferire il suo quartier generale direttamente nel mondo virtuale.

Il marchio storico ha pensato bene di sperimentare lo spazio del metaverso sia per espandere i confini dell’industria di lusso sia per costruire un percorso di ricerca e valutazione.

Cerchiamo di capire perché Gucci sta investendo proprio nel metaverso e cosa comporterà questa migrazione.

Gucci sposta la moda nel metaverso: cosa significa

Gucci ha deciso di creare per i suoi clienti innumerevoli esperienze di natura creativa ed emozionale. Ha deciso di spostare il centro della moda nell’ambiente più innovativo di sempre: il metaverso.

La catena di lusso ha da sempre nutrito grande interesse per questo settore. Già nel 2021, era stato il primo brand di moda a sperimentare gli NFT, i non fungible token, ed aveva messo all’asta un’opera unica, tratta dal film Gucci Aria.

La maison, recentemente, ha lavorato anche con il leader mondiale per la creazione di personaggi animati, Superplastic, ed ha creato una collezione limitata di nft rari.

Questo significa che la casa di moda ha deciso di puntare tutto sul metaverso per offrire un punto di vista in continua trasformazione ai suoi clienti. L’idea di Gucci è che:

Gli ambienti virtuali stanno diventando la norma per molte attività e offrono infiniti modi di interazione.

La stessa definizione del Metaverso è in continua evoluzione o forse, è sempre più chiaro che l’essere indefinito e indefinibile è il suo tratto distintivo.

Una delle caratteristiche principali del Metaverso è sicuramente quella di essere un sistema inclusivo ed è, in questo senso, un ecosistema molto vicino al mondo della moda poiché rappresenta un mezzo per esprimere se stessi.

Leggi anche: Metaverso, cosa è e perché Facebook ci sta investendo tanto

Gucci sposta la moda nel metaverso e vende la sua borsa virtuale ad un prezzo maggiore rispetto a quello fisico

Gucci ha deciso di creare la sua personalissima esperienza virtuale nel metaverso. Ha venduto, attraverso Roblox, piattaforma di gioco online, il modello di borsa virtuale, Gucci Dionysus, per circa 4.115 dollari, mentre la sua versione fisica costa circa 3.400 dollari.

Complice anche la valutazione che il mercato globale ha dato al metaverso nel 2022, il pianeta virtuale è stato valutato con un valore tra i 250 e i 400 miliardi di dollari.

La casa di moda si era unita già in passato ad una piattaforma virtuale chiamata, The Sandbox, per regalare ai suoi utenti un’esperienza unica, originale e ricreativa. Attraverso questa modalità ha guidato il suo pubblico in una realtà in cui è possibile interagire, esplorare e svolgere diverse attività come passeggiare, giocare, osservare opere d’arte e acquistare prodotti.

Leggi anche: Metaverso, siamo pronti a vivere una realtà parallela?

Cosa significa per la moda entrare nel metaverso?

Entrare nel metaverso significa per il brand di moda conservare e mantenere viva un’identità sostenibile e straordinaria.

Ormai, ci siamo un po’ tutti resi conto che i capi di moda non fanno altro che inquinare e rovinare il mondo. Passare al virtuale vuol dire rinunciare a tutta una serie di fattori dispendiosi come le spese di stoccaggio, i costi legati alla produzione tessile e la manodopera dei lavoratori.

Per assurdo, approdare nel metaverso porta una serie di benefici riconducibili al miglioramento della qualità di vita.

La banca di investimento americana Morgan Stanley ha previsto che la moda digitale potrebbe influenzare positivamente le vendite facendole salire a 50 miliardi di dollari entro il 2030.

Gucci e l’interesse verso il metaverso

Di recente, Gucci ha creato un intero quartiere nel metaverso. Il marchio ha deciso di inserire nella piattaforma di gioco, Roblox, un sorta di ecosistema virtuale.

Gucci Town, il nome scelto per la città, ha regalato ai suoi visitatori una serie di attività, dalla creazione di opere d’arte al divertimento tramite un’arena di giochi quali Tile Takeover o Rising Tiddes.

All’interno della piazza principale è stato anche ideato uno shop dove i visitatori possono acquistare articoli della boutique Gucci.

La maison di moda ha spiegato in una nota:

Gucci Town è la nuova tappa del viaggio della maison nel metaverso, e continua il percorso di scoperta in nuovi territori nei quali sviluppare esperienze significative, esplorazione trainata da Vault, lo spazio sperimentale online di Gucci.

Prodotti e contenuti sono stati sviluppati in stretta collaborazione con creatori di contenuti indipendenti della comunità Roblox, quali Rook VanguardBunnexh e Lirn, a dimostrazione dell’impegno di Gucci e di Vault nel promuovere i talenti emergenti.

Leggi anche: Crypto art: che cos’è e come funziona la nuova tecnologia d’arte

Melissa Matiddi
Esperta in comunicazione e digital marketing, studia lo yoga e le discipline orientali. Ama creare, leggere e viaggiare. Silenziosa ma rumorosa, è sempre pronta a varcare nuovi orizzonti.

Correlati

Il futuro dell’editoria digitale? Contenuti più qualificati, etici e innovativi

Facciamo il punto sull'editoria digitale. La diffusione delle informazioni da cartacee a digitali ha...

Mazda CX-5 verso l’ambiente: “Ridotte le emissioni di Co2”

Mazda CX-5, cavallo di battaglia delle Suv del marchio di Hiroshima, pensa all'ambiente con...

Bergamo, primo trapianto di polmone da vivente. Cos’è successo e quali sono i precedenti

Primo trapianto di polmone da vivente: è stato eseguito all'ospedale Papa Giovanni XXIII di...
spot_img