mercoledì, 28 Settembre 2022

Le temperature alte fanno male all’impianto: ecco come proteggere i pannelli solari dal caldo

Il caldo può danneggiare la resa dell'impianto fotovoltaico, ma c'è il modo per evitarlo: ecco come.

Anche gli impianti fotovoltaici soffrono le alte temperature di questa estate infuocata, ma c’è un modo per proteggere i pannelli solari dal caldo?

Ecco qualche consiglio su come prevenire una perdita di efficienza del proprio impianto e mettere al sicuro le superfici dei moduli fotovoltaici.

Alte temperature e resa degli impianti

Quella del 2022 sarà ricordata in Europa come una delle estati più calde da quando sono iniziate le misurazioni sistematiche del clima, a partire dal 1800.

Siccità, temperature elevatissime, sole incandescente rendono difficile la vita non solo delle persone ma anche degli impianti fotovoltaici.

Anche se sembra un paradosso, infatti, mentre le reti vengono inondate di radiazione solare convertibile in energia elettrica, soffrono i pannelli solari dal caldo anomalo che accumulano.

L’ondata di caldo ha fatto sì che in Germania si sia registrato il record di quantità di energia prodotta dalla fonte solare, ma i guasti e la perdita di potenza degli impianti dovuti alle temperature eccessive compromettono significativamente la resa dei sistemi.

Leggi anche: L’incerto futuro climatico italiano: addio a neve, spiagge e temperature miti

Perché il caldo fa male ai pannelli solari?

I pannelli fotovoltaici assorbono la luce del sole grazie alle celle solari di cui sono composti, per generare un flusso di corrente elettrica derivante dagli elettroni che si liberano con la radiazione solare.

La stragrande maggioranza dei moduli, tuttavia, è progettata e testata per lavorare al meglio in un range di temperature comprese tra i 20 e i 30 gradi, quando cioè il processo di trasformazione da radiazione solare in corrente elettrica è ottimale per la natura dei materiali di cui sono composti.

Al di sopra di queste temperature l’efficienza dei pannelli comincia a calare, nonostante il sole possa splendere al massimo: infatti gli elettroni eccitati e liberati in presenza di grande quantità di caldo sovraccaricano il sistema, facendo sì che perda in generazione di voltaggio e di efficienza dal 10 al 25% in meno.

Come prevenire il surriscaldamento e proteggere i pannelli solari dal caldo

Come abbiamo visto, dunque, i moduli fotovoltaici possono surriscaldarsi e smettere di funzionare a pieno regime, quindi come fare per proteggere i pannelli solari dal caldo?

Un’osservazione importante da fare è che, anche a fronte di una diminuzione di prestazioni, i pannelli possono resistere strutturalmente a temperature che sfiorano i 65° C, ciò significa che non bisogna preoccuparsi di danni permanenti dovuti al caldo.

Se si usano i pannelli solari come generatori di energia per piccole applicazioni, come luci al led, illuminazione esterna o apertura di cancelli automatici, il caldo non rappresenta un problema sostanziale.

Diversa invece la tutela di un impianto sul tetto, per il quale occorre qualche accorgimento in più, anche in fase di progettazione.

Per prima cosa, infatti, bisogna prevedere un buon sistema di areazione delle strutture: nel momento della posa dei moduli sul tetto bisognerà creare un’intercapedine che permetta il flusso di aria al di sotto dei moduli in modo che, in caso di alte temperature, i pannelli possano beneficiare del refrigerio dovuto al ricircolo dell’aria.

In secondo luogo, quando si dovessero registrare delle temperature eccessive all’esterno, si può ricorrere a una copertura temporanea delle superfici riflettenti con tessuti isolanti o con apposite strutture automatizzate in grado di valutare la temperatura dei pannelli e intervenire ombreggiandoli laddove si registrino dei surriscaldamenti.

Infine, ma non meno importante, è scegliere dei pannelli fotovoltaici di buona qualità che abbiano un coefficiente di temperatura elevato, ossia che garantiscano una buona resa anche ad alte temperature.

Il consiglio è quello di affidarsi sempre a fornitori certificati ed esperti che sappiano indicare quale sia il modulo ideale per il tipo di radiazione solare ricevuta nell’area in cui si vuole installare l’impianto fotovoltaico.

Leggi anche: Moduli fotovoltaici Quantico, i migliori pannelli solari made in Italy

Correlati

Mobilità sostenibile: 12 interventi per decongestionare le città

Dovendo ridurre i consumi mantenendo gli standard di benessere attuali diventa irrinunciabile pianificare una...

Le ultime invenzioni per risparmiare energia

Risparmiare energia è diventato un leit motiv di questo autunno, tanto che non si...

Nanotubi e batteri per il fotovoltaico vivente

Un dispositivo biologico in grado di svolgere la fotosintesi ma creato artificialmente: così si...