lunedì, Settembre 27, 2021

I 5 linguaggi dell’amore: quali sono e perché è importante comprenderli

Sapevi che esistono cinque modi di esprimere il proprio amore al partner? Conoscere i 5 linguaggi dell’amore può aiutarti a evitare fraintendimenti e costruire un rapporto di coppia basato sulla comprensione.

Marianna Chiuchiolo
Giornalista con studi in Mediazione Linguistica, un passato nella musica e nel teatro e un'avida curiosità per tutto ciò che riguarda scienza, arte e psicologia. Ha abbracciato da tempo la crociata della Mental Health Awareness come missione di vita. Autrice di racconti, poesie e sceneggiature perché l'immaginazione lo pretende, giocatrice di ruolo perché immaginare storie è bellissimo, ma viverle è meglio.

Si dice che la sempiterna faida tra cani e gatti – che poi tanto faida in realtà non è – sia dovuta al fatto che queste creature parlino due linguaggi diversi: ad esempio, i cani scodinzolano per comunicare eccitazione, per i gatti è invece un segnale di aggressività. Paradossalmente, molti dei nostri problemi di coppia sono dovuti a un inconveniente simile: ognuno di noi dimostra amore in maniera differente e può capitare che questo causi incomprensioni.

Secondo lo psicologo e terapista di coppia Gary Chapman, esistono cinque love languages, cioè cinque linguaggi dell’amore, ognuno dei quali è un modo diverso di esprimere e comunicare la propria affezione per il partner. I cinque linguaggi dell’amore sono: parole di affermazione, contatto fisico, atti di servizio, regali e momenti di qualità.

Quale linguaggio dell’amore stai utilizzando?

linguaggi dell'amore

Sebbene siano tutti e cinque ugualmente validi, ogni persona generalmente esprime il suo amore attraverso uno o due dei linguaggi identificati da Chapman. Se non si è in grado di comprendere che il partner parla un linguaggio diverso dal nostro, si può incorrere nell’errore di credere che la relazione sia unilaterale, o che noi siamo gli unici a impegnarci perché il partner si senta sempre amato e supportato.

Leggi anche: 10 segnali da non sottovalutare per riconoscere una relazione tossica

Come funzionano i cinque linguaggi dell’amore all’interno di una coppia

In realtà, poiché ogni persona è unica, anche l’espressione del proprio mondo interiore, in questo caso in ambito sentimentale, è diversa da quella di chiunque altro. Alcune persone sono a disagio con il contatto fisico, altre ne hanno bisogno per sentirsi davvero connesse ai propri cari. Alcune persone trovano superficiale l’idea di coprire il partner di regali, mentre altre sono più pratiche e lo trovano un modo intelligente per unire l’utile al dilettevole. Comprendere quali siano i nostri linguaggi dell’amore e quali quelli del partner può aiutarci a costruire relazioni più salde e durature.

Ecco quali sono i 5 linguaggi dell’amore e in che modo si esprimono.

I cinque linguaggi dell’amore: parole di affermazione

linguaggio dell'amore parole di affermazione

Messaggi d’amore, incoraggiamento, entusiasmo, persino poesie: chi utilizza questo come linguaggio dell’amore preferito sa sempre in che modo supportare il proprio partner attraverso le parole. Non solo lettere ed esternazioni poetiche: le parole di affermazione sono il modo in cui si professa il proprio amore anche attraverso l’incoraggiamento. Per queste persone, è proprio il caso di dirlo, le parole sono importanti. Dal “Sono felice di averti incontrato” al “Sono fiero di te”, ogni messaggio è una dichiarazione di intenti: voglio che tu sappia che sei la persona più importante.

Chi potrebbe fraintenderlo

Persone pratiche e razionali potrebbero preferire gesti concreti alle parole, o addirittura trovarle di scarso valore. Se appartieni a questa categoria di persone, fermati a riflettere: l’ultimo messaggio che hai ricevuto dal tuo partner potrebbe essere molto di più che un semplice saluto.

Cosa fare se il tuo partner preferisce questo linguaggio

Se il tuo partner utilizza le parole di affermazione come linguaggio dell’amore, ricevere un messaggio inaspettato con una frase del tipo “Stavo pensando a te” potrebbe essere davvero un momento importante della sua giornata. Poiché chi sceglie questo linguaggio dà molto peso alle parole, fai attenzione a come ti esprimi quando sei arrabbiato o nervoso: frasi troppo dure feriscono molto di più, e ammettere di averle dette senza pensarle sul serio potrebbe persino peggiorare la situazione.

I cinque linguaggi dell’amore: contatto fisico

linguaggio dell'amore contatto fisico

A volte ci si connette davvero restando in silenzio: chi utilizza il contatto fisico come linguaggio dell’amore non perde mai occasione di abbracciare, baciare o anche solo tenere la mano della persona che ama. Per loro il contatto fisico è il modo più efficace di connettersi – è proprio il caso di dirlo – con la persona amata, e l’intimità è una parte fondamentale del rapporto di coppia.

Chi potrebbe fraintenderlo

Persone a disagio con il contatto fisico, o con le manifestazioni fisiche d’affetto, potrebbero essere infastidite da questo tipo di esternazioni, percependole come poco rispettose dei propri confini personali.

Cosa fare se il tuo partner preferisce questo linguaggio

Basta un contatto ogni tanto, magari una veloce carezza quando si passa accanto al partner, per farlo sentire apprezzato. Attenzione a trattare sempre il partner con gentilezza: oltre all’assenza di contatto fisico, espressioni di rabbia che si traducono in gesti violenti assumono, per queste persone, un significato ancora più profondo.

Il cinque linguaggi dell’amore: atti di servizio

linguaggio dell'amore atti di servizio

Alleggerire il partner durante la sua routine quotidiana può essere un vero e proprio gesto d’amore. Lavare i piatti, occuparsi dei bambini, ritirare la biancheria stesa ad asciugare: chi si prodiga in atti di servizio utilizza una delle forme più sottili di linguaggio dell’amore, quella in cui si lavora dietro le quinte per fare in modo che la persona amata abbia il tempo che le serve per riposare, ricaricarsi e dedicarsi a se stessa.

Chi potrebbe fraintenderlo

Persone che non hanno problemi a vivere in un ambiente non esattamente ordinato potrebbero non fare caso all’impegno che il partner infonde nella routine quotidiana. Allo stesso modo, persone meno pratiche e più attente all’aspetto romantico della relazione potrebbero dare poco valore a gesti di questo tipo.

Cosa fare se il tuo partner preferisce questo linguaggio

Fai trovare la cena pronta al tuo partner una sera in cui torna tardi dal lavoro, oppure prepara un caffè o uno snack con la sua frutta preferita già sbucciata e affettata mentre si sta dedicando a un compito complesso. In un periodo particolarmente stressante, cerca di non cadere nella trappola della pigrizia: per queste persone, tornare a casa e trovare un ambiente caotico o poco curato può essere causa di ulteriore malcontento.

Leggi anche: Cos’è e come funziona il Myers-Briggs Type Indicator, il test della personalità più accurato al mondo

I cinque linguaggi dell’amore: regali e pensieri

linguaggio dell'amore regali

Ricoprire il proprio partner di regali è una delle forme di affetto meno comprese: anche all’esterno si tende a criticare una coppia nella quale uno dei due partner riceve spesso doni e pensieri dall’altro, come se il suo restare nella relazione sia indice di un secondo fine. In realtà, chi preferisce questo linguaggio dell’amore desidera solo che il partner sia circondato di cose belle: quel gadget che desiderava da tempo ma per il quale non aveva il denaro, il viaggio che avrebbe voluto fare per un’occasione importante, un ciondolo che gli ricorderà che qualcuno lo ama ogni volta che lo guarda.

Non si tratta soltanto di regalare oggetti ma di rendere ogni pensiero un qualcosa di unico, scelto appositamente per il partner solo per il piacere di vederlo felice.

A meno che l’atto di scegliere il regalo non sia fatto in maniera superficiale e asettica, magari per salvare le apparenze in occasione di una festa comandata, fare regali al proprio partner rientra di diritto tra le espressioni d’amore più comuni.

Chi potrebbe fraintenderlo

Persone più interessate all’aspetto romantico o fisico della relazione potrebbero considerare superficiale l’atto di prodigarsi economicamente perché il partner abbia più cose. Altrettanto problematico potrebbe essere il caso di una coppia in cui uno dei due partner sia notevolmente più facoltoso dell’altro: non poter essere all’altezza di ricambiare il pensiero potrebbe mettere uno dei due partner in difficoltà e sortire l’effetto contrario! Per questo motivo è importante comunicare e chiarirsi.

Cosa fare se il tuo partner preferisce questo linguaggio

Non è necessario spendere del denaro che non si possiede, l’importante è che il dono sia pensato, che abbia un significato preciso in grado di toccare l’altro nel profondo. Altrettanto importante è mostrare gratitudine e apprezzamento quando il partner che preferisce questo tipo di linguaggio ci fa un regalo: in questo modo saprà di essere stato capito.

I cinque linguaggi dell’amore: momenti di qualità

linguaggio dell'amore momenti di qualità

Passare molto tempo insieme non vuol dire necessariamente stare insieme, così come trascorrere insieme un tempo limitato può significare moltissimo quando quel tempo è di qualità. Chi sceglie questo linguaggio dell’amore è in grado di trasformare ogni interazione con il partner in una connessione profonda, fatta di ascolto e attenzione totale, quella undivided attention di cui parlano tanto gli psicoterapeuti. Il tempo di qualità è fatto di interazione significativa e di momenti in cui il mondo fuori viene lasciato alla porta anche se solo per una sera.

Chi potrebbe fraintenderlo

Persone la cui agenda è particolarmente fitta, o magari quelli che tendono a portarsi dietro il lavoro senza mai staccare sul serio, potrebbero considerare appiccicosi i partner che richiedono attenzione incondizionata con una certa frequenza, oppure sentirsi soffocati dalle loro richieste di attenzioni. Non ignorate la cosa: liberarvi per una sera, potrebbe davvero significare molto per il partner.

Cosa fare se il tuo partner preferisce questo linguaggio

Non è necessario organizzare uscite memorabili o viaggi da ricordare, l’importante è essere presente al momento e concedere al partner la tua completa attenzione. Organizza una passeggiata in un luogo piacevole, magari uno che ha rappresentato qualcosa per la vostra storia, e stacca il telefono per un paio d’ore. Questo dettaglio farà davvero la differenza.

Leggi anche: Come superare la fine di una relazione amorosa: 5 regole da seguire

Qual è il tuo linguaggio dell’amore?

È molto probabile che ti sarai riconosciuto in uno – o più probabilmente in più d’uno – di questi scenari. Se non sai bene qual è il tuo linguaggio dell’amore, magari perché non ti sei mai fermato a rifletterci, prova a chiederti “Cosa mi rende/renderebbe felice? Cosa mi piacerebbe che il mio partner facesse per me?”, oppure prova con un test specifico.

Conoscere il tuo linguaggio dell’amore e quello del tuo partner è un ottimo punto di partenza per una relazione in cui ci si comprende e supporta, particolarmente quando le modalità di espressione dei propri sentimenti non sono le stesse per entrambi.

Leggi anche: Quanti tipi di orientamento sessuale esistono? Ecco i 7 più comuni

Marianna Chiuchiolo
Giornalista con studi in Mediazione Linguistica, un passato nella musica e nel teatro e un'avida curiosità per tutto ciò che riguarda scienza, arte e psicologia. Ha abbracciato da tempo la crociata della Mental Health Awareness come missione di vita. Autrice di racconti, poesie e sceneggiature perché l'immaginazione lo pretende, giocatrice di ruolo perché immaginare storie è bellissimo, ma viverle è meglio.

Ultime notizie