5 buoni propositi per un 2024 sostenibile: e tu, da dove cominci?

Iniziare l'anno nuovo all'insegna della sostenibilità è il modo migliore per contribuire al cambiamento .

Enrica Vigliano
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.
spot_img

Con Capodanno dietro l’angolo, è giunto il momento di stilare la lista dei buoni propositi per un 2024 sostenibile, impegnandoci sin dal primo giorno a costruire un futuro e un mondo più vivibili.

La fine dell’anno coincide spesso con un periodo di riflessione e di crescita, in cui tendiamo a fare il bilancio tra ciò che ci aspettavamo e ciò che abbiamo realizzato, ripromettendoci di migliorare nell’anno successivo: ecco perché rinunciare a qualche cattiva abitudine in favore di nuove e più salutari ci permette di cominciare con il piede giusto lungo la strada di un rinnovamento etico e sostenibile.

Fai una scelta energetica importante

Con la fine del mercato tutelato e lo schiudersi delle porte di quello libero, dover cambiare fornitore diventa spesso una scelta obbligata. Il tuo 2024 sostenibile non potrebbe essere che il momento migliore per operare una decisione fondamentale: virare alle rinnovabili.

Se installare un impianto eolico o fotovoltaico personale è un obiettivo a volte irrealizzabile, soprattutto per chi vive in appartamento, si può aderire a comunità energetiche e progetti di condivisione dell’elettricità senza particolari trafile burocratiche. Al momento della sottoscrizione di un contratto di fornitura, poi, assicurati che le fonti del mix energetico proposto siano per lo più di origine rinnovabile: in questo modo contribuirai a eliminare via via i combustibili fossili dal nostro sistema.

Risparmia energia con elettrodomestici più efficienti

Il risparmio energetico è fondamentale per una condotta di vita più green e sostenibile, ecco perché usare elettrodomestici intelligenti e ad alta efficienza porta a un cambiamento che giova non solo all’ambiente, ma anche al portafoglio.

Le soluzioni per smart home e gli elettrodomestici moderni aiutano a ridurre le emissioni di anidride carbonica, alleggerendo anche il peso delle bollette di luce e gas e i consumi di acqua e energia.

Lavatrici, lavastoviglie, piani do cottura a induzione o elettrici, pompe di calore sono i migliori alleati nella lotta contro i cambiamenti climatici, ogni giorno.

Migliora la tua dieta ed evita gli sprechi alimentari

Per un 2024 sostenibile, inizia a modificare le piccole cose, a partire dalla tavola: consumare meno carne e più prodotti della terra di stagione migliorerà la tua salute e il tuo benessere, ma ti aiuterà anche a rispettare maggiormente la natura.

Ridurre il consumo di carne infatti significa meno allevamenti, meno sprechi, meno deforestazione e più spazio per produrre cibo per gli esseri umani, secondo le tempistiche degli ecosistemi. Si stima che il 25% delle emissioni di gas serra siano imputabili all’industria alimentare, e quindi adottare una dieta sana può incrementare gli sforzi per abbatterle.

Una scelta virtuosa è quella di rinunciare ai cibi preconfezionati e inscatolati, prediligendo alimenti integrali e poco trasformati, per uno stile alimentare più sostenibile e che riduca al contempo l’accumulo di rifiuti e materiali di scarto, come confezioni in carta o plastica.

Scegli la mobilità sostenibile

Usa i mezzi pubblici, soprattutto quelli a propulsione elettrica o ibrida, come tram, filobus e treni: nel tuo 2024 scegli il trasporto green, ogni volta che puoi.

Guidare di meno è infatti uno dei buoni propositi più facili da mettere in atto se vivi in grandi città o in centri ben collegati, ma anche se così non fosse, si possono mettere in atto alcuni accorgimenti per ridurre l’impronta carbonica dei nostri spostamenti: viaggiare in treno invece che in aereo, fare la spesa a piedi o usare la bicicletta per le commissioni di tutti i giorni.

Passa ai prodotti riutilizzabili per il tuo 2024 sostenibile

Niente più piatti usa e getta, niente più tovaglioli di carta, niente cannucce: se vuoi che il tuo 2024 sia sostenibile dovrai passare a materiali riutilizzabili per ridurre il volume dei rifiuti domestici.

Anche se sembra difficile, presto ti renderai conto di quanto sia economicamente vantaggioso usare prodotti di qualità maggiore, che durano nel tempo e che ti permettono di decrementare l’inquinamento da plastica derivante dalle nostre abitudini consumistiche quotidiane.

Il riuso, insieme alla rinuncia di nuovi oggetti senza che ce ne sia una reale necessità, è un’ottima attitudine che stimola anche la creatività, incentivando pratiche sociali come lo scambio, il second hand e il prestito, nell’ottica di dare una seconda vita a tutti quegli oggetti che non ci servono più.

Leggi anche: Enea: 10 consigli utili per risparmiare sul riscaldamento

spot_img

Correlati

Agricoltura cellulare, cos’è e perché sarà presto l’alternativa alla carne animale

Agricoltura cellulare, una rivoluzione nel mondo alimentare che segnerà una svolta epocale: questa tecnologia...

Super Intelligenza Artificiale: è countdown! Mancano solo 3 anni al supercervellone robotico

Super Intelligenza Artificiale (SIA), tra tre anni, o al massimo 8, la tecnologia sarà...

Alternativa plastic free per assorbenti e pannolini: ecco la spugna riciclabile

Spugna riciclabile per assorbenti e pannolini: migliorare la qualità di accessori così indispensabili nella...
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.
spot_img