Enea: 10 consigli utili per risparmiare sul riscaldamento

Ecco il decalogo dei comportamenti virtuosi per abbattere i costi e ridurre gli sprechi energetici.

Enrica Vigliano
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.
spot_img

Pubblicato dall’Enea, l’Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica, il decalogo per risparmiare sul riscaldamento domestico ora che si avvicina la stagione invernale.

Entro l’8 dicembre, infatti, in tutte le regioni italiane sarà consentito accendere caloriferi e termosifoni, secondo le regole ordinarie del calendario predisposto per le sei zone climatiche nazionali dal DPR 74/2013 e salvo disposizioni comunali differenti.

Prima di accendere gli impianti, controlla la manutenzione

risparmiare sul riscaldamento

Prima di elencare i consigli suggeriti dall’Enea, e prima ancora di accendere il proprio impianto di riscaldamento, bisogna sempre sincerarsi che il proprio sistema sia correttamente manutenuto.

La legge impone infatti la manutenzione degli impianti termici periodica, in base a una serie di specifiche che riguardano l’ubicazione, l’utilizzo, la potenza e la tipologia di alimentazione, da effettuare per non incorrere in sanzioni. Il controllo caldaia e quello dei fumi sono una garanzia di sicurezza e prevenzione, e solitamente devono essere eseguiti con una cadenza che varia dai due ai quattro anni. Sul libretto di istruzioni dell’impianto viene specificato come e quando sottoporlo a revisione da parte dei tecnici specializzati.

La manutenzione regolare è il primo step per risparmiare sul riscaldamento, perché con semplici interventi di routine e monitoraggio si possono evitare blocchi, perdite e malfunzionamenti, che inevitabilmente vanno a incidere sulla bolletta finale.

Leggi anche: Come può il controllo fumi della caldaia far risparmiare gas

Risparmiare sul riscaldamento, l’importanza del monitoraggio dei consumi

In una società in cui tutto si fa sempre più digitale e interconnesso, la tecnologia ci viene in aiuto per uno dei fattori più importanti da cui partire per poter risparmiare sul riscaldamento, ovvero il monitoraggio dei consumi.

Nicolandrea Calabrese, responsabile del Laboratorio ENEA di Efficienza energetica negli edifici e sviluppo urbano, ha sottolineato come l’installazione di smart meter in tempo reale, dispositivi che monitorano i consumi e li rendono consultabili via app, possa aiutare enormemente a contenere gli sprechi e a rendere le persone più consapevoli sul risparmio energetico.

Leggi anche: Come scegliere dispositivi smart per la tua casa?

10 regole d’oro per l’efficientamento

risparmiare sul riscaldamento, decalogo ENEA

Vediamo quindi quali sono le raccomandazioni dell’ENEA per risparmiare sul riscaldamento quest’anno.

  1. Installare sistemi di controllo consumi: i termostati e i contatori intelligenti, insieme agli smart meter, sono alleati preziosi nella lotta contro gli sprechi energetici, fornendo all’utente una panoramica attendibile in ogni momento dei propri consumi.
  2. Rispettare la manutenzione degli impianti: come accennato prima, la manutenzione è fondamentale per la sicurezza e l’integrità dei sistemi di riscaldamento.
  3. Regolare correttamente le temperature: secondo gli esperti, la corretta temperatura da mantenere all’interno degli ambienti di casa dovrebbe essere intorno ai 19°C. Senza contare che ogni grado in meno sul termostato.
  4. Ridurre le ore di accensione: ogni zona climatica in Italia ha un numero massimo di ore in cui sfruttare il riscaldamento, e quindi non bisogna, per legge, eccedere.
  5. Migliorare l’isolamento termico: basta chiudere imposte, persiane, tapparelle e tende durante la notte per evitare inutili dispersioni di calore.
  6. Evitare di coprire i corpi radianti: la superficie di termosifoni e caloriferi deve sempre essere libera per poter trasmettere calore il più possibile.
  7. Limitare le dispersioni: durante la stagione fredda è raccomandabile aprire le finestre il meno possibile e nelle ore più calde della giornata.
  8. Aumentare l’efficienza degli impianti: per risparmiare sul riscaldamento si possono installare porte e finestre che isolino meglio gli ambienti, per un miglioramento dell’efficienza energetica dell’impianto pari al 40%.
  9. Installare valvole termostatiche: sono obbligatorie da qualche anno per chi vive in condominio, ma effettivamente questi dispositivi aiutano a contenere le spese del 20%.
  10. Puntare sulle rinnovabili e su soluzioni migliori: quando possibile, la soluzione più utile per risparmiare sul riscaldamento è installare impianti rinnovabili, in particolare il fotovoltaico, cui abbinare pompe di calore.

Leggi anche: Pompa di calore e fotovoltaico, verso il 100% di indipendenza energetica

spot_img

Correlati

5 buoni propositi per un 2024 sostenibile: e tu, da dove cominci?

Con Capodanno dietro l'angolo, è giunto il momento di stilare la lista dei buoni...

Riciclare la carta regalo: istruzioni per il riuso

Carte, nastri, scotch, scatole e cartoni: a Natale il quantitativo di rifiuti si fa...

Camion solare: “Con il fotovoltaico, trasporti puliti”

Da anni, se non decenni, fior fiori di start up e di aziende automotive...
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.
spot_img