Home»New Story»Torino, 500mila Euro da un donatore anonimo per i bambini malati

Torino, 500mila Euro da un donatore anonimo per i bambini malati

L’Ospedale Regina Margherita ha ristrutturato e ampliato il reparto di pediatria dedicato alle malattie metaboliche grazie a un'inaspettata eredità.

5
Condivisioni
Pinterest Google+

Un’eredità da capogiro destinata ai bambini ammalati da un benefattore anonimo: non è il finale di un romanzo di Dickens ma quello che è successo al Regina Margherita di Torino. Un nuovo reparto pediatria dedicato alle malattie metaboliche è il risultato della corposa quanto inaspettata donazione. Il benefattore, rimasto anonimo, ha destinato nel suo testamento ben 500mila Euro al reparto diretto dal Dott. Marco Spada. Altri 100mila sono stati stanziati dalla Fondazione Forma Onlus per l’acquisto di arredi e decorazioni. Il nuovo reparto è stato inaugurato proprio questa mattina e presentato da Franca Fagioli, capo del Dipartimento di Pediatria e specialità pediatriche della Città della Salute:

Grazie a questa ristrutturazione, passiamo da 8-10 letti, per altro in cameroni, a 14-16 in camere che potranno essere doppie o singole, a seconda delle condizioni cliniche dei pazienti e dalla necessità o meno di avere un genitore sempre accanto.

La stessa Fondazione Forma, che non è nuova a questo tipo di iniziative, sta raccogliendo fondi per rimettere a nuovo anche altre aree dell’ospedale, in particolare i reparti di Nefrologia e Gastroenterologia e il centro trapianti. Altri dipartimenti che saranno ristrutturati nel prossimo futuro sono, sempre a detta della Fagioli, gli ambulatori di Oncologia e Pediatria, di competenza dell’Università di Torino.

Leggi anche: HA IL FIGLIO MALATO: I COLLEGHI LE DONANO 471 GIORNI DI FERIE PER STARGLI VICINO

di Marianna Chiuchiolo

Articolo Precedente

Coronavirus, ecco l’esperimento cinese da cui può essere nato

Articolo Successivo

“Non siamo diversi dalle altre mamme e papà”, Christian e Carlo si raccontano

Nessun Commento Presente

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *