mercoledì, Dicembre 2, 2020

Identità SPID, la novità ‘audio-video’ per ottenerla in modo facile e sicuro

Sul portale della Pubblica Amministrazione, NoiPa, è stata inserita una modalità di attivazione semplice e sicura per richiedere l’identità digitale SPID. Ecco come fare.

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Per semplificare l’accesso ai servizi online della Pubblica Amministrazione, e quindi a tutti i servizi online di INPS, Ministero del lavoro e INAIL, il governo ha reso obbligatorio per imprese, professionisti e cittadini l’utilizzo di SPID, il Sistema Pubblico di identità digitale. Ottenerla oggi è ancora più facile, grazie alla nuova procedura da remoto introdotta da AgID, l’Agenzia per l’Italia digitale: si chiama ‘audio-video’ ed è consultabile sul sito della PA, NoiPA.

Come ottenere SPID con la modalità ‘audio-video’

Per far fronte alle mole di richieste di sostegno previste dai vari decreti seguiti alla pandemia, il governo ha reso obbligatorio per gli utenti, a partire dal 1°ottobre 2020, il ricorso a SPID. Per semplificarne il rilascio e scongiurare il rischio di rallentamenti, visto il picco di richieste che gli identity provider stanno registrando dall’ultimo mese, l’AgID ha introdotto, con parere favorevole del Garante privacy, una nuova procedura da remoto: la modalità ‘audio-video’. Come fare per ottenerla?

  • L’utente dovrà registrarsi sul sito di uno dei nove identity provider abilitati al rilascio di SPID, scegliendo tra Aruba, In.Te.S.A., InfoCert, Lepida, Namirial, Poste Italiane, Register, Sielte, TI Trust Technologies.
  • Successivamente è necessario realizzare un video in cui l’utente mostra il proprio documento d’identità italiano (a scelta tra carta d’identità, patente o passaporto) e tessera sanitaria (in alternativa, il tesserino del codice fiscale). A tutela del furto di identità, durante il video l’utente dovrà leggere un codice ricevuto via sms o app dell’identity provider scelto, installata sul proprio cellulare.
  • Infine, effettuare un bonifico da un conto corrente italiano, indicando nella causale un codice specifico che avrà ricevuto dall’identity provider.

Alla fine di questo procedimento, le informazioni saranno verificate dall’operatore incaricato di rilasciare la SPID nel giro di pochi giorni.

Leggi anche: Il portale dell’automobilista, il sito di servizi online per tutti quelli che si muovono in auto

SPID, nuova modalità ‘audio-video’ e sicurezza

A partire dal 1°ottobre 2020, per accedere ai servizi online della PA è necessario possedere SPID, l’identità digitale.

La nuova modalità per accedere a SPID ha ricevuto il parere favorevole del Garante per la protezione dei dati personali e, successivamente, è stata adottata dall’AgID, Agenzia per l’Italia digitale, nonché ente di coordinamento della PA nel percorso di digitalizzazione del Paese. Per garantire la sicurezza e la tutela della privacy degli utenti durante la richiesta di SPID, il Garante ha previsto misure di controllo quali: una doppia verifica da parte degli operatori, controlli a campione sulle richieste e il monitoraggio costante delle richieste respinte per motivi legati a tentativi fraudolenti.

Leggi anche: Identità digitale: tutti ne parlano, ma sai davvero cos’è?

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Ti sei mai chiesto quali sono i 20 eserciti più potenti al mondo?

20) Spagna Indice della forza militare: 0,3388Popolazione totale: 49.331.076Personale...

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Ultimi

Chi è Cyro Rossi, autore e regista di Sono io

Cyro Rossi, fiorentino, classe '77, attore e regista, passione per il neorealismo,...

La tragica morte di Veronica Stile e le polemiche sul post sessista di Telenuova

Veronica Stile 33enne di Nocera Inferiore è morta il 27 novembre in...

UK autorizza l’uso del vaccino Pfizer-BioNtech. Il CEO: “Momento storico”

Il vaccino Pfizer-Biontech sarà il primo vaccino ad essere distribuito alla popolazione e la Gran Bretagna è il primo paese ad approvarne l'uso.

La storia di Kwane Stewart, il veterinario che cura gratis gli animali dei senzatetto

La missione del veterinario californiano, Kwane Stewart, dura da ben nove anni....