Home»New Story»Roma, bimba trapiantata, i compagni di classe si vaccinano per proteggerla

Roma, bimba trapiantata, i compagni di classe si vaccinano per proteggerla

50 persone tra allievi, familiari e insegnanti di una scuola di Monte Mario si sono sottoposte a tutti i vaccini obbligatori e facoltativi per accogliere in classe una compagna immunosoppressa.

1
Condivisioni
Pinterest Google+

Succede a Monte Mario: 23 bambini, 4 insegnanti e i loro familiari si sottopongono a una vaccinazione di gruppo. Non si tratta di una giornata di prevenzione né di una dimostrazione anti-anti-vaccinisti, ma del gesto di solidarietà nei confronti di una compagna.

La bambina, il cui nome è rimasto anonimo, ha 11 anni e fino allo scorso anno era costretta a frequentare le lezioni in un’aula da sola con l’insegnante di sostegno perché immunosoppressa. Nata prematura, infatti, nei primi giorni di vita ha sofferto per una grave infezione all’intestino che l’ha portata più volte sotto i ferri, fino a un trapianto multiviscerale a cui è stata sottoposta a soli 2 anni e mezzo. 5 organi trapiantati in un’operazione col 10% di possibilità di sopravvivenza. Dopo il miracolo, la sua vita è stata legata agli immunosoppressori per evitare il rigetto degli organi ricevuti.

Leggi anche: Messi campione di solidarietà, finanzia il più grande centro pediatrico oncologico d’Europa

L’impegno per una vita normale

Sin da allora, la madre della bambina ha fatto il possibile per regalare alla piccola una vita normale. La porta fuori a mangiare, le fa visitare mostre e musei facendo attenzione a evitare gli orari di punta, la lascia andare in gita coi compagni accompagnandola in macchina. A patto, però, che sia sempre protetta, se necessario con mascherine, perché anche un raffreddore potrebbe avere conseguenze gravi. Figurarsi malattie come morbillo e rosolia, per le quali non può essere neanche immunizzata poiché i vaccini contengono virus attivi.

È per questo motivo che, con l’opera di sensibilizzazione da parte dell’ASL Roma1, i ragazzi della quinta elementare di una scuola di Monte Mario ha deciso di accogliere la loro compagna facendosi vaccinare per non metterla in pericolo. I bambini, insieme a fratellini e insegnanti, si sono sottoposti a tutte le vaccinazioni, anche quelle non obbligatorie, e da metà novembre la classe accoglierà la nuova allieva, finalmente libera di godersi gli anni di scuola insieme ai suoi compagni.

Leggi anche: Ha il figlio malato: i colleghi le donano 471 giorni di ferie per stargli vicino

 

di Marianna Chiuchiolo

Articolo Precedente

L'asilo nel bosco: a Pianoro i bambini imparano giocando all'aria aperta

Articolo Successivo

Giappone, tacchi alti e niente occhiali in ufficio se sei donna: si scatena la polemica

Nessun Commento Presente

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *