giovedì, Ottobre 29, 2020

Messi campione di solidarietà, finanzia il più grande centro pediatrico oncologico d’Europa

Enrica Vigliano
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, 33 anni, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.

Uno dei giocatori più forti degli ultimi anni, un fuoriclasse a tutti gli effetti, idolo degli appassionati di calcio quanto dei bambini. Lionel Messi segna una delle reti più belle della sua carriera, ma stavolta non lo fa sull’erba. Attraverso la sua Fundación Leo Messi, è riuscito a coinvolgere, dal 2017, centomila persone e 150 aziende, raccogliendo 27,8 milioni di euro per la creazione del SJD Pediatric Cancer Center. Il reparto di oncologia pediatrico aprirà nel 2020 all’interno dell’ospedale Sant Joan de Déu di Barcellona. Per arrivare a quota 33, Lionel si è impegnato in prima persona, mettendo il restante di tasca propria. https://youtu.be/HHOz-XsVf-U

Un centro all’avanguardia, a misura di bambino

Il nuovo centro potrà accogliere e curare 400 pazienti all’anno, un numero più elevato rispetto agli altri presenti nella capitale catalana.

In occasione della posa della prima pietra, Messi ha dichiarato:

Per me è un momento molto felice. Sono contento di aver contribuito a questo progetto e di aver contribuito a farlo diventare realtà. Grazie a tutte le persone che hanno collaborato per la sua realizzazione. Spero che grazie al nostro aiuto i bambini possano continuare a combattere quella malattia crudele che è il cancro. Spero che tutti insieme possiamo sconfiggerla, sono molto contento di poter contribuire a realizzare questo sogno

La direzione del Sant Joan de Déu ha voluto ringraziare l’argentino per il raggiungimento dell’obiettivo con un video indirizzato alla sua fondazione. Nel video svetta una piramide umana là dove verrà costruito il centro, e raggiunge le finestre di un bambino malato, nell’atto di segnarsi il volto con due dita. È il gesto che rappresenta la campagna di crowdfunding #ParaLosValientes, per i coraggiosi, di cui Lionel Messi è ambasciatore: due linee sulle guance come i guerrieri. Il giocatore ha utilizzato lo stesso gesto anche in campo a Siviglia, dopo aver fatto gol, a simboleggiare la lotta contro il cancro. https://youtu.be/lKOKh0NjLfY

Piccoli guerrieri per grandi vittorie

E proprio come guerrieri, i bambini oncologici si battono ogni giorno contro la malattia: il gesto di Messi li aiuterà ancora di più a fronteggiare la loro condizione, per superare la paura e arrivare il prima possibile alla vittoria. Il penta Pallone d’Oro non è nuovo alla solidarietà nei confronti dei bambini: recentemente ha ricevuto il Pallone educativo 2019 dal presidente della fondazione creata da papa Francesco, Scholas Occurrentes. In Mozambico, si batte contro la malnutrizione infantile. Un pallone di stoffa, creato a mano da bambini mozambicani, che premia i valori sportivi espressi dal calciatore, fuori e dentro il campo. La sua tenacia, infatti, è stata presa da modello per i più piccoli, anche considerando il fatto che sin da bambino lotta contro una insufficienza ormonale che non gli ha impedito di diventare il calciatore più decorato nella storia del Barcellona. Leggi anche: Il piccolo giulio è nato senza il braccio destro, la raccolta fondi per donargli una mano bionica   di Enrica Vigliano

Enrica Vigliano
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, 33 anni, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Ultimi

Attentato a Notre Dame: “L’attentatore continuava a gridare Allah Akbar”

Intorno alle ore 9 di questa mattina, nella cattedrale Notre Dame, un uomo ha estratto un coltello, ferendo e uccidendo diverse persone. Si parla anche di spari e boati. L’attentatore è stato fermato, ma la polizia sospetta di un secondo uomo.

Incubo lockdown 2 novembre: in Italia, la strada è quella?

La pandemia corre, il virus è infido e non si arresta. La...

Gerry Scotti e il Coronavirus. Ecco come sta il noto conduttore tv

Gerry Scotti ha comunicato, come è noto, due giorni fa la propria...

Covid, Michele Emiliano chiude tutte le scuole. La Puglia verso il lockdown?

Con 13 decessi e quasi 800 positivi in poche ore, la Puglia...

Ombre russe: infiltrati e hackers dietro a disordini e rivolte

La locandina che da due giorni gira in rete e che ha prodotto...