mercoledì, 17 Luglio 2024
spot_img

“Quel gran genio”, un evento straordinario per celebrare Lucio Battisti 25 anni dopo la sua scomparsa

La musica di Lucio Battisti torna a risuonare nei vicoli di Milano, in una manifestazione senza precedenti: "Ci saranno 12 eventi in cui le sue canzoni saranno le protagoniste".

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.

Le sue canzoni sono un tesoro prezioso che viene riscoperto ogni giorno, attribuendo sempre nuovi significati alle sue parole. Stiamo parlando proprio di lui, come recita il titolo del libro di Marta Blumi Tripodi, Quel gran genio, Aneddoti e storie curiose su Lucio Battisti, un gigante della musica italiana. Ma anche un grande lettore e amante della fantascienza. Adorava dipingere, cavalcare, si dilettava nello studio delle stelle con un telescopio.

Era invece, molto più schivo nella sua vita pubblica. Soprattutto negli ultimi tempi si sottraeva alle interviste, perché pensava che le sue parole potessero essere travisate. Per celebrare il suo mito intramontabile, a 25 anni dalla sua scomparsa, ci sarà una manifestazione a Milano che avrà luogo dal 29 settembre fino al 1 ottobre. Sarà intitolata proprio “Quel gran genio”.

Quel gran genio, Lucio Battisti e quel legame indissolubile con la città di Milano

Lucio Battisti, originario di Poggio Bustone (RI), ha vissuto a lungo nei quartieri meneghini di Città Studi e Lorenteggio ed era solito passeggiare tra i giardinetti con la sua famiglia. Faceva la spesa personalmente nei supermercati vicino alla sua abitazione e gli piacevano molto anche i locali aperti tutta la notte, momento di grande ispirazione creativa.

Milano, quindi, è stata una città chiave anche per la sua carriera artistica: proprio qui ha conosciuto il suo braccio destro di penna Giulio Rapetti, o meglio, Mogol. Dando vita a una delle collaborazioni artistiche più straordinarie e longeve della storia della musica, fondando anche la casa discografica “Numero Uno”.

Quel gran genio, Lucio Battisti: “Sono soltanto un individuo che non vuole lasciarsi consumare”

Non molti sanno che Lucio era allo stesso tempo una persona molto timida che teneva molto alla sua privacy e alla sua riservatezza. E in un’intervista nel 1970 a “Novella” spiegava:

Quando un cantante è al massimo della popolarità, la gente vuole tutto da lui.

Pretende di sapere cosa mangia, che cosa fa, quando dorme e come ama.

Appena però questa popolarità finisce, a nessuno viene più in mente di chiedersi se il tale o il tal altro riesce a mettere insieme il pranzo con la cena.

Definiva il pubblico come un’entità astratta:

Non è il successo che mi fa paura: sono tutte le manifestazioni esteriori legate al successo che mi spaventano, è l’incredibile leggerezza e volubilità del pubblico che mi sgomenta.

Io non sono un presuntuoso né un orso, sono soltanto un individuo che non vuole lasciarsi “consumare”.

Quel gran genio, la musica intramontabile di Battisti risuona nei vicoli milanesi

Dal 29 settembre al 1 ottobre ben 12 eventi tracceranno la biografia e la carriera dell’Artista, a partire dagli esordi, all’amicizia con Mogol e alla svolta elettronica con Pasquale Panella. Le note delle sue canzoni fluttueranno in città, ma anche nelle periferie, dai teatri al cinema, dalle piazze ai vicoli, partendo dalla Stazione di Cadorna.

Si assisterà all’ascolto di “Anima Latina”, il nono album di Battisti, brani come “Abbracciala abbracciali abbracciati”, “Gli uomini celesti”, e “Macchina del tempo” nella Sala Cinema Astra del Cinema Anteo. Il grande evento si concluderà poi con uno spettacolo al Teatro Franco Parenti, un live concerto che porterà in scena alcuni dei brani più iconici del grande Lucio.

Citando lo stesso autore del brano “No, non sarà un’avventura, Non è un fuoco che col vento può morire, Ma vivrà quanto il mondo”. Lucio Battisti, Sempre vivrà.

spot_img
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.

Correlati

Giuni Russo, il concerto-evento a 20 anni dalla scomparsa: quali artisti ci faranno rivivere la sua musica?

"Un'estate al mare, voglia di remare, fare il bagno al largo, per vedere da...

Angelina Mango: “Nel nuovo album canto la mia famiglia, il nostro passato e l’amore per mio fratello”

Esce oggi il nuovo album di Angelina Mango, Poké Melodrama (LaTarma Records, distribuito da...

Giovanni Allevi ad Ascoli: “Asciugate le ultime lacrime, vivo il presente come un dono”

Giovanni Allevi torna a esibirsi nella sua città natale Ascoli Piceno, a Piazza del...
spot_img