lunedì, Gennaio 18, 2021

Paesi Bassi: “Chi non ha sintomi per 24 ore può considerarsi guarito”

Domenico Di Sarno
Domenico Di Sarno
Informatico e amante dei libri di ogni genere perché fortemente convinto che la cultura sia come il cibo, ne serve ogni giorno per nutrire la mente.. Appassionato di storia e diritto costituzionale.

Nonostante il Sars-Cov-2 sia un agente patogeno estremamente nuovo e quindi poco conosciuto dalla letteratura scientifica internazionale, il governo olandese afferma di conoscere il virus meglio della comunità scientifica mondiale e della stessa organizzazione mondiale della sanità. A lasciare sconcertati è che si è diffusa nei Paesi Bassi l’affermazione, battuta dallo stesso sito del governo, secondo la quale chi non ha sintomi per 24 può considerarsi guarito, non contagioso e può andare in giro liberamente. Secondo il virologo italiano Lopalco questo è il modo per dare la “patente di infettare”.

Distinguere gli ex positivi da chi si è negativizzato

Quello che ormai è chiaro anche con l’esperienza dei casi italiani, quando una persona si ammala di Covid-19, prima di essere considerata clinicamente guarita occorre che i sintomi scompaiano ma il professor Ricciardi, proprio in una sua intervista di pochi giorni fa metteva in guardia dal confondere la guarigione sintomatologica con quella virologica. In Italia ad esempio, dopo la scomparsa dei sintomi si effettuano 2 tamponi con una distanza di 24 ore l’uno dall’altro e solo in caso di negatività di entrambi si ritiene che il soggetto sia clinicamente guarito. Il governo olandese fornisce quindi ai propri cittadini delle informazioni mendaci che sono prive di valore scientifico e sono state messe in dubbio dagli stessi esperti olandesi. Leggi anche: Coronavirus, scoperto in Cina l’enzima che fa sperare

E la privacy?

Non si tratta tuttavia dell’unica notizia di dubbia affidabilità diffusa da quelli che, essendo siti istituzionali, dovrebbero essere gli strumenti di legittimati dello Stato. Se infatti qualcuno chiede di sapere chi siano le persone contagiate che vivono nei pressi della propria abitazione il sito suggerisce di rivolgersi al servizio sanitario municipale con l’ausilio di una cartina implementata con una tecnologia GIS. Occorre a questo punto capire che i Paesi Bassi hanno una grandissima tradizione di privacy e difficilmente fornirebbero nomi e indirizzi degli ammalati attraverso un sito web. Secondo alcuni però, l’indicazione di rivolgersi al servizio sanitario municipale, sarebbe l’equivalente di un suggerimento di andare a chiedere in questi uffici e quasi sicuramente qualcosa si potrà scoprire.

I cittadini presi in giro

A prescindere dalla dottrina giuridica della privacy in materia, occorre capire che chi ha il Covid-19 non dovrebbe vergognarsi di nulla, non commette crimini è solo una persona che purtroppo ha contratto il virus. Non è quindi intenzione di nessuno criminalizzare chi si ammala. Il concetto di privacy, così come quello di una informazione veritiera e giusta, deve però essere tutelato da un governo legittimato dai cittadini soprattutto se si tratta del paese che ha dato i natali a Guglielmo III d’Orange, l’uomo che fu artefice della gloriosa rivoluzione aprendo la strada al parlamentarismo moderno, incarnando il primato del Parlamento e quindi della legittimazione popolare, su quello del Re per legittimazione divina. Leggi anche: Mai come in questo momento l’Italia ha bisogno di uno Stato forte Domenico Di Sarno

Domenico Di Sarno
Domenico Di Sarno
Informatico e amante dei libri di ogni genere perché fortemente convinto che la cultura sia come il cibo, ne serve ogni giorno per nutrire la mente.. Appassionato di storia e diritto costituzionale.

Ultime notizie

Blue Monday, il giorno più triste dell’anno nell’era della pandemia

È arrivato il Blue Monday. Oggi, lunedì 18 gennaio, è il giorno più...

I tesori sepolti del nostro Paese: l’inestimabile scoperta dell’Anfiteatro di Volterra

L'Anfiteatro di Volterra, scoperto cinque anni fa ma portato alla luce solo...

San Valentino 2021: 5 cocktail con cui stupire la vostra dolce metà, l’ultimo analcolico

Quest'anno stupiamo il partner trasformandoci per una sera in barman o barlady. Ecco cinque cocktail che possiamo preparare, con l'aiuto dei giusti strumenti.

Crisi di Governo, domande e risposte. Ecco cosa sta succedendo

Per tutti coloro che non ci stanno capendo nulla, ma anche per tutti coloro che invece credono di averci capito qualcosa, facciamo chiarezza sull'attuale crisi di Governo.

San Valentino 2021, le 5 location romantiche (e più ricercate) di sempre!

Pronti alla nuova scommessa? E se per questo San Valentino 2021 il...