giovedì, Maggio 13, 2021

OMS: “Nonostante il vaccino niente immunità di gregge nel 2021”

Cecilia Capanna
Cecilia Capanna
Appassionata di temi globali, di ambiente e di diritti umani, madre di tre figli del cui futuro sente un grande senso di responsabilità

L’OMS si è pronunciata sui vaccini e ha fatto cadere qualsiasi speranza di raggiungere l’immunità di gregge nel 2021. La dottoressa Soumya Swaminathan, Chief Scientist dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha dichiarato che “Anche se si riuscirà ad ottenere l’immunità di gregge in alcuni Paesi nel 2021, non sarà così in tutto il mondo”. Nonostante le vaccinazioni stiano procedendo di buon passo, dobbiamo avere pazienza e aspettare ancora almeno tutto l’anno corrente prima che una porzione significativa di popolazione mondiale sia immune tanto da evitare che si propaghi il virus e da debellare finalmente il Covid-19.

Perché niente immunità di gregge nel 2021

Soumya Swaminathan ha spiegato che l’accesso limitato ai vaccini nei paesi in via di sviluppo, lo scetticismo sulla vaccinazione e le mutazioni del virus che generano le varianti sono ostacoli non indifferenti che rallentano il raggiungimento dell’immunità di gregge.

Bisogna aggiungere che produrre e distribuire milioni di dosi richiede tempo e ancora non si sa quanto a lungo si resti immuni dopo l’iniezione delle due dosi a persona previste. Potrebbe essere necessario iniettare un ulteriore richiamo nel 2022 ma in questo caso ci sono buone probabilità che il numero di immuni a rotazione sarebbe già sufficiente a raggiungere l’immunità di gregge mondiale.

Leggi anche Capobianchi contro no vax: “Il vaccino, un’arma vagliata e approvata da organismi molto seri”

Mascherine, igiene e distanziamento raccomandati per tutto il 2021

La violenza della seconda ondata sta raggiungendo picchi vertiginosi. Gli Stati Uniti, primo Paese in classifica per numero di contagiati, hanno contato 250Mila casi al giorno, seguiti da Brasile, UK ed Europa in cui la seconda variante del virus, molto più contagiosa, si sta propagando a macchia d’olio.

Contemporaneamente però, sempre negli USA oltre 25 milioni di dosi di vaccino sono state distribuite e 9 milioni già iniettate. In Europa l’Italia è in testa dopo aver superato ieri la soglia dei 700mila vaccinati e continuano ad arrivare partite di dosi dei tre vaccini più acquistati: BioNTech-Pfizer, Oxford University/AstraZeneca e Moderna. Dopo l’Ue, il secondo paese in classifica per numero di dosi acquistate è l’India e fortunatamente al quarto posto c’è COVAX, l’iniziativa globale che mette insieme governi e produttori di vaccini per assicurare che arrivino ai più bisognosi. Non vanno trascurati anche il vaccino russo, lo Sputnik, e quello cinese che sta venendo “copiato” in Brasile e ha buone probabilità di essere distribuito in diversi pesi dell’America Latina.

Il piano vaccinale procede ma non abbastanza velocemente. Dunque “nel frattempo non dobbiamo dimenticare che ci sono misure che funzionano”, ha detto la Chief Scientist dell’OMS, raccomandando di continuare a rispettare le norme igieniche e di sicurezza, come lavare le mani e osservare il distanziamento sociale, ancora per tutto il 2021.

Leggi anche Il Covid è mutato in UK ed è esodo – Allerta in Italia

Cecilia Capanna
Cecilia Capanna
Appassionata di temi globali, di ambiente e di diritti umani, madre di tre figli del cui futuro sente un grande senso di responsabilità

Ultime notizie