venerdì, 7 Giugno 2024
spot_img
spot_img

Mostra del Cinema di Venezia 2023, da Lanthimos a Garrone tutti i vincitori

Vince la fiaba del regista greco Yorgos Lanthimos con una super Emma Stone. Il nostro Garrone riceve il «Leoncino» e la Coppa Volpi al suo attore Seydou Sar.

spot_img

Alla mostra del Cinema di Venezia 2023 Yorgos Lanthimos vince il Leone d’oro con il film Povere Creature (Poor things). È la scelta della giuria di Venezia 80, presieduta da Damien Chazelle e composta da Saleh Bakri, Jane Campion, Mia Hansen-Løve, Gabriele Mainetti, Martin McDonagh, Santiago Mitre, Laura Poitras e Shu Qi dopo aver visionato i 23 film in competizione. Il nostro Matteo Garrone, invece, ottiene il Leone d’argento, premio per la miglior regia per il film Io Capitano! e si aggiudica anche il premio Mastroianni al giovane attore emergente (Seydou Sarr).

E ancora Gran Premio della Giuria a Aku Wa Sonzai Shinai di Hamaguchi. Premio speciale della giuria a Green Border di Holland. Coppa Volpi a Peter Sarsgaard per Memory e Cailee Spaeny, protagonista di Priscilla. A El Conde di Pablo Larrain il premio per la sceneggiatura. Felicità, esordio alla regia di Micaela Ramazzotti, premiato a Orizzonti Extra.

Leggi anche: Mostra del Cinema di Venezia 2023: tutti i look della Laguna

Povere creature di Yorgos Lanthimos

Il film vincitore del Leone D’oro, Povere creature!, è tratto dal romanzo di Alasdair Gray e sarà nelle sale italiane dal 12 ottobre. È la storia fantastica di una giovane donna, Bella Baxter, che viene riportata in vita da uno scienziato matto, Willem Dafoe), che le impianta il cervello di un neonato.

La “povera creatura” è interpretata dall’attrice Emma Stone. È lei che si affaccia alla vita con tutta l’innocenza di una bambina ma in un corpo da donna.

Io Capitano di Garrone alla Mostra del Cinema di Venezia 2023

Il Leoncino d’Oro è andato a “Io Capitano”, per la regia di di Matteo Garrone. Questa la motivazione:

Un’odissea moderna che scuote nel profondo le coscienze. Una magistrale trasposizione in immagini di eventi di cui troppo spesso non abbiamo consapevolezza.

Per il coraggio di una regia che sa perseguire idee ambiziose nonostante le immense difficoltà, per la verità nell’interpretazione, per la potenza di un racconto a metà tra sogno e realtà, in grado di trasmettere un messaggio universale di resistenza e solidarietà. Per queste ragioni, il Leoncino d’Oro dell’80esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia va a ‘Io Capitano’ di Matteo Garrone. 

Leggi anche: Mostra del Cinema di Venezia 2023: quali sono i sei film italiani in gara?

spot_img
Rosarianna Romano
Rosarianna Romano
Rosarianna Romano, classe 1997. Formazione umanistica e interessi eclettici, sedotta dall'arte e dalla storia contemporanea, ama leggere i libri e la realtà. Nata in Puglia e bolognese d'adozione.

Correlati

Vacanze indimenticabili in Alto Adige, alla scoperta della splendida Val Pusteria

Alto Adige, destinazione sempre più ambita per pianificare le vacanze. Le strutture più richieste sono...

Merano da sogno, suggerimenti top per un soggiorno estivo

Merano è una meta vacanziera particolarmente ambita, sia durante i mesi più freddi, quando...

Bandiere Blu, gli Oscar delle spiagge italiane: ecco quelle da sogno

Bandiere Blu 2024, sono ben 236 lo località sia marine sia lacustri che hanno...
spot_img