Cosa aspettarsi dalla Milano fashion week: “La moda sarà green”

Due parole chiave per le settimane della moda: sostenibilità e eticità. Ma lo sguardo è rivolto anche alle nuove frontiere dell'Intelligenza Artificiale, che stanno modificando l'industria del fashion. Ecco tutte le novità.

Rosarianna Romano
Rosarianna Romano
Rosarianna Romano, classe 1997. Formazione umanistica e interessi eclettici, sedotta dall'arte e dalla storia contemporanea, ama leggere i libri e la realtà. Nata in Puglia e bolognese d'adozione.
spot_img

Milano fashion week: cosa dobbiamo aspettarci? Ormai l’estate è agli sgoccioli e settembre porta con sé tante novità. Non solo gli armadi si preparano all’autunno, ma in generale è il mese della grande ripartenza, anche per la moda. E questo vale soprattutto per le sfilate di moda.

È il mese delle settimane del fashion, come la Milano fashion week, in partenza da lunedì 18 settembre. Cosa porterà? Moda green e evoluzioni dell’AI nell’industria del fashion.

La moda green nella Milano fashion week 2023

La moda che guarda alla sfera etica è la vera sfida del momento. La crisi climatica ha un enorme impatto sulla moda. L’approvvigionamento di cotone, per esempio, è stato messo a dura prova. Per rispondere a queste esigenze bisogna trovare nuove soluzioni. È per questo che il macro-tema del momento sembra essere l’agricoltura rigenerativa. Ciò significa ripristinare la natura attraverso lavorazioni del suolo meno invasive e alternative naturali ai prodotti chimici.

Tutto questo, ovviamente, stando lontano dal greenwashing. Come? Con le le nuove regole per la sostenibilità adottate dall’Unione Europea, come la CSRD (Corporate Sustainability Reporting Directive) ovvero la direttiva che introduce il bilancio di sostenibilità e obbliga le aziende di certe dimensioni a rendere report adeguati e trasparenti sui dati raggiunti. Il 31 ottobre 2023, saranno fornite maggiori indicazioni per ogni settore sugli standard di reporting da seguire, sviluppati dall’EFRAG (European Financial Reporting Advisory Group).

L’IA nelle sfilate di moda

Alla moda l’IA piace. A dirlo sono i brand: Revolve ha iniziato a sperimentare con design creati grazie all’AI generativa, Levi’s ha investito grandi somme in un AI bootcamp per i suoi dipendenti e annunciato di voler affiancare ai modelli in carne e ossa altri generati tramite AI. Altre aziende, invece, hanno sfruttato ChatGPT per creare i primi shopping assistant digitali. Per stare al passo e capire nuove possibili applicazioni dell’Intelligenza Artificiale anche in ambito moda bisognerà seguire seguire l’evento The AI-volution of Culture in programma il 6 Settembre a New York.

Anticipazioni della Milano fashion week: forme e colori

  1. A livello di macro-tendenze restano predominanti il quiet luxury della moda no-logo e le tendenze delle tomato girl, che dalla scorsa primavera hanno ripreso l’estetica anni Settanta
  2. Via il rosa Barbie, perché il colore dell’autunno sarà il rosso, di ogni sfumatura. Bene i look monocromatici, o osare con solo accessori total red. Occhio: anche il verde oliva sembra gettonato, affiancato da tonalità complementari come il viola.
  3. Per quanto riguarda le silhouette invece, ci sono due macro-tendenze opposte: da una parte maxi gonne bianche ariose e lunghe fino ai piedi (da portare con ballerine e giacca in pelle), oppure shorts super mini. Tornano anche i top in maglia che lasciano le spalle scoperte. Insomma, è di nuovo Anni 10 alert. Restano, però, i blazer oversize, in gessato. Ovviamente, il must have saranno le cravatte.
  4. Anche le scarpe parlano chiaro: oltre alle ballerine anche gli zoccoli e gli stivali, alti almeno fino al polpaccio e con spunta squadrata.

Leggi anche: Moda autunno/inverno, i 5 accessori di tendenza per settembre: cravatte e scarpe a punta

spot_img

Correlati

Vacanza romantica, dove andare? Dalle città d’arte al soggiorno relax

Mission vacanza romantica. Febbraio non è solo il mese del carnevale, ma soprattutto dell’amore...

Come è cambiato il modo di cercare una babysitter? Oggi si fa tramite app

Sempre più genitori cercano oggi una babysitter per accudire i propri figli, e la...

La ricerca dell’amore nel 2024: le persone vogliono di nuovo connessioni profonde

Cercare l’amore nel 2024 non è più l’impresa eroica di una sera da ricordare....
Rosarianna Romano
Rosarianna Romano
Rosarianna Romano, classe 1997. Formazione umanistica e interessi eclettici, sedotta dall'arte e dalla storia contemporanea, ama leggere i libri e la realtà. Nata in Puglia e bolognese d'adozione.
spot_img