venerdì, Ottobre 30, 2020

Milano, apre il centro di accoglienza per senzatetto che hanno un animale

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Milano rinnova il suo impegno nei confronti dei senzatetto e il 2 gennaio 2020 ha aperto ufficialmente lo stabile di via Ripamonti 580. La struttura è organizzata per accogliere i clochard e i loro amici animali. Dopo la sperimentazione dello scorso inverno, quando la struttura è stata aperta da gennaio a maggio per offrire riparo a cinquanta persone senza dimora nei mesi più freddi, il Comune ha deciso di destinare lo stabile in modo permanente all’ospitalità di chi vive per strada. Leggi anche: Banksy: l’omaggio di Natale a un senzatetto

Accesso a tirocini e borse di lavoro per chi aderisce al progetto

Il comune di Milano ha destinato l’edificio di via Ripamonti all’uso sociale e ha previsto un finanziamento di 584 mila euro per il mantenimento della struttura. Lo stabile, un ex night club confiscato alla criminalità organizzata nel 2010, si compone di due piani, conta 50 posti letto per i senzatetto e dispone di un grande giardino recintato. Il centro rimarrà aperto 24 ore su 24 per permettere agli ospiti di viverlo come una casa e di usufruire dei percorsi di inclusione sociale, come l’accesso a tirocini, borse di lavoro e tutto ciò che è necessario per l’avviamento all’autonomia. La permanenza è di sei mesi, con una proroga massima di altri sei, ma solo per chi aderisce al progetto di re-inclusione. I partecipanti all’iniziativa puntano al loro reinserimento sociale, per migliorare la propria condizione e quella del loro amico a quattro zampe. Leggi anche: Roma, il clochard gentile di Via Veneto trova lavoro e si commuove: “Grazie”

Per molti clochard, il proprio animale è l’unico legame familiare

La struttura di via Ripamonti è organizzata per rispondere alle esigenze dei clochard come a quelle degli amici animali. Tra il personale specializzato figurano anche istruttori cinofili e veterinari. Gabriele Rabaiotti, assessore alle Politiche sociali e abitative ha commentato:

Abbiamo pensato di dedicare la struttura di via Ripamonti 580 all’accoglienza dei senzatetto che hanno un animale, perché spesso sono proprio loro i cosiddetti irriducibili della strada, quelli più refrattari ad accettare il ricovero nei centri comunali.

Ci sono norme di igiene e sanità pubblica che vietano la convivenza nei dormitori fra uomini e animali. L’idea della separazione dal cane però, seppur per la sola notte, limita molti clochard nella scelta di accettare l’assistenza. La professoressa Paola Fossati, garante per la tutela degli animali del comune di Milano, ha commentato:

Avere un cane è, in molti casi, l’unica forma di ‘legame familiare’ possibile, perciò non intendono separarsene.

Leggi anche: Apre a Roma la prima farmacia di strada: aiuterà i senzatetto che hanno bisogno di medicinali di Elza Coculo  

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Ultimi

La campagna di Joe Biden, siamo agli sgoccioli

È testa a testa tra Donald Trump e Joe Biden, in corsa...

La lattoferrina salva dal Covid? La parola degli esperti

Due scuole di pensiero: c'è chi sostiene che l'assunzione di lattoferrina possa...

Pensioni, in arrivo bonus 155 euro a Dicembre

Le pensioni stanno subendo molte modifiche nel corso del tempo e non...

Cos’è l’amore platonico? Esiste davvero?

Amore platonico è un modo usuale per definire una forma di amore...

Decreto Ristori, come fare per ricevere gli aiuti

Il decreto è pubblicato in Gazzetta Ufficiale e entrerà in vigore a partire da oggi, 29 ottobre. Un provvedimento da 5,4 miliardi che interviene “in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese, giustizia e sicurezza”.