lunedì, Gennaio 18, 2021

Meloni contro Conte: “Vergogna! Apprendiamo dalla stampa il no al Milite Ignoto”

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Non c’è aria di tregua da Giorgia Meloni e il Premier Conte. Pare che Palazzo Chigi abbia negato a Fratelli d’Italia la deposizione di una corona di alloro al Milite Ignoto, in occasione del 2 Giugno, Festa della Repubblica. L’ira della Meloni per averlo saputo dai giornali:

Apprendo dalla stampa che sarebbe stata rigettata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri la nostra richiesta di deporre, insieme a Salvini e Tajani, una corona di alloro al Milite Ignoto, al termine della manifestazione che abbiamo organizzato per il 2 giugno.

Leggi anche: Giorgia Meloni attacca il Premier: “Conte ha usato la pandemia come opportunità”

Cosa è successo tra Conte e Meloni

conte meloni
Questa la risposta in tarda serata arrivata a Fratelli d’Italia, dopo che la stampa aveva già dato notizia,
La leader di Fratelli d’Italia si dice scioccata dai metodi che Conte e il suo staff, che sulla sua pagina Facebook Meloni definisce cricca, in quel di Palazzo Chigi. Secondo quanto riportato sui social, il partito di Giorgia Meloni avrebbe inviato una richiesta formale al Ministro competente, passata poi a Palazzo, in cui avanzava la possibilità di organizzare una manifestazione come centrodestra non lontano dall’Altare della Patria. Meloni scrive:

Nel tardo pomeriggio del 30 Maggio, apprendiamo DAI GIORNALI che la richiesta è stata rifiutata. Qualcuno da Palazzo Chigi si è messo a chiamare tutti i giornalisti per raccontare che la richiesta era stata rifiutata perché la deposizione di fiori era considerata irrispettosa del Presidente della Repubblica che già la depone in rappresentanza di tutti. La risposta con il diniego a noi è arrivata solo alle 20.

Leggi anche: 2 Giugno: “Nessuna parata, solo il volo delle Frecce Tricolori su tutta Italia”

Il diniego a mezzo stampa

Quello che ha fatto infuriare Giorgia Meloni non è soltanto il no alla manifestazione, motivato dalla presidenza del Consiglio dei Ministri come “impossibilità tecnica”, come indicato nel post di Meloni su Facebook, ma i metodi irrispettosi utilizzati dallo staff di Giuseppe Conte. Tuona la leader di Fratelli d’Italia:

Se in quel giorno non era possibile, o non era istituzionalmente rispettoso, bastava dirlo. Invece si è pensato che anche questo nostro gesto fosse un’occasione per fare propaganda contro di noi. Perciò lo staff del premier ha passato il pomeriggio a chiamare tutti i giornali per raccontare una versione che serviva a screditarci, senza che nessuno avesse mai parlato della questione con noi. Questi sono i metodi di palazzo Chigi ai tempi della gestione Conte/Casalino. Nessun rispetto, nessuna lealtà, nessuna regola. Solo l’utilizzo estremo delle istituzioni come fossero uno zerbino. Vergogna.

Leggi anche: La lettera di 400 scienziati a Conte: “Affrontiamo il cambiamento climatico”   di Catiuscia Ceccarelli  

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Ultime notizie

Il ‘dono’ di Lorenzo Quinn a Palermo: le mani giganti davanti alla Cattedrale

Lorenzo Quinn, scultore italiano nonché emblema dell'arte figurativa, arriva anche in Sicilia...

Medico morto dopo il vaccino anti-Covid, l’autopsia esclude correlazione con il farmaco

Il medico morto dopo il vaccino anti-Covid, 64 anni, mantovano, è deceduto...

Blue Monday, il giorno più triste dell’anno nell’era della pandemia

È arrivato il Blue Monday. Oggi, lunedì 18 gennaio, è il giorno più...

I tesori sepolti del nostro Paese: l’inestimabile scoperta dell’Anfiteatro di Volterra

L'Anfiteatro di Volterra, scoperto cinque anni fa ma portato alla luce solo...

San Valentino 2021: 5 cocktail con cui stupire la vostra dolce metà, l’ultimo analcolico

Quest'anno stupiamo il partner trasformandoci per una sera in barman o barlady. Ecco cinque cocktail che possiamo preparare, con l'aiuto dei giusti strumenti.