martedì, Gennaio 26, 2021

Meloni all’attacco del bonus vacanze: “Stagione estiva compromessa”

La leader di Fratelli d’Italia critica il bonus vacanze contenuto nel Decreto Rilancio del Governo perché, come dichiara, non aiuta né le famiglie né le aziende.

Luca Tartaglia
Luca Tartaglia
Classe 88. Yamatologo laureato in Lingue Orientali, specializzato in Editoria e Scrittura, con un Master conseguito in Diritto e Cooperazione Internazionale. Ama dedicarsi a Musica e Cultura, viaggiare, “nerdeggiare” e tutto ciò che riguarda J. J. R. Tolkien

Giorgia Meloni, esponente di spicco e leader di Fratelli d’Italia, in una intervista a Fanpage torna all’attacco del Governo con dure critiche sulla ipotizzata inefficacia del bonus vacanze.

Come funziona il bonus vacanze

Questo bonus, contenuto nel cosiddetto Decreto Rilancio (art. 176 del DL n. 34 del 19 maggio 2020), offre un contributo fino a 500 euro da utilizzare per soggiorni in alberghi, villaggi turistici, bed & breakfast e altri in Italia. Secondo la leader dell’opposizione è totalmente fallimentare. Le associazioni di categoria parlano solo del 4% delle strutture interessate al bonus. Meloni indirizza al Governo Conte bis critiche riguardo l’aver dimenticato (o averci pensato troppo tardi) il settore turistico, a suo dire il più colpito dalla crisi Covid 19. Di contro Fdi propone un emendamento che versi direttamente un contributo alle aziende turistiche attraverso un fondo finanziato dalle Regioni.

I dati finora emersi mostrano un numero molto basso di alberghi aderenti ALL’INIZIATIVA

Leggi anche: Giorgia Meloni attacca il Premier: “Conte ha usato la pandemia come opportunità”

Bonus vacanze, un probabile flop

Il motivo principale per il quale la Meloni critica il bonus lo riassume così:

Non aiuta le famiglie perché dubito che qualcuno decida di andare in vacanza perché lo Stato fa loro uno sconto di 150 euro e non aiuta le aziende perché è una misura che costa miliardi per non prevedere nemmeno un turista in più.

Leggi anche: Flop per il bonus vacanze: richiesto solo da 2 italiani su 10

Il bonus vacanze è in ritardo

Duro il giudizio di Giorgia Meloni sul ritardo nelle politiche di sostegno al settore turistico, e sul fatto di non aver coinvolto le associazioni di categoria interessate. Secondo la deputata:

La stagione estiva sia ormai compromessa, non solo perché cominciata in forte ritardo ma anche perché non vedrà arrivare i turisti stranieri che rappresentano in Italia il 50% dei pernottamenti e del fatturato.

e aggiunge:

Per molte aziende del turismo si prevede, nella migliore delle ipotesi, una ripartenza a marzo del 2021

Le proposte di Fdi

Fratelli d’Italia sembra continuare però a spingere per una modifica del decreto per proporre il meccanismo che è stato già sperimentato in Sicilia dall’Assessore regionale del Turismo, Manlio Messina. Un meccanismo composto da un fondo finanziato dalle Regioni che fornisse liquidità direttamente alle strutture ricettive. A questo sarebbero seguiti sconti e pernottamenti gratuiti rivolti alle famiglie. Con una proposta alternativa di liquidità immediata alle imprese e la possibilità di trattenere direttamente il 50% dell’Iva sul fatturato dell’anno 2020 fino a un importo massimo di 100 mila euro. Secondo la Meloni solo così si possono aiutare le imprese a rimanere aperte nonostante la drammatica crisi.

Luca Tartaglia
Luca Tartaglia
Classe 88. Yamatologo laureato in Lingue Orientali, specializzato in Editoria e Scrittura, con un Master conseguito in Diritto e Cooperazione Internazionale. Ama dedicarsi a Musica e Cultura, viaggiare, “nerdeggiare” e tutto ciò che riguarda J. J. R. Tolkien

Ultime notizie

Cinque anni dalla scomparsa di Giulio Regeni, Mattarella: “L’Egitto dia risposte adeguate”

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella “in questo giorno di memoria” rinnova la solidarietà alla famiglia Regeni e chiede un impegno “comune per giungere alla verità”.

Olimpiadi Tokyo 2021, Italia verso l’esclusione. Entro mercoledì la decisione del CIO

Entro mercoledì 27 gennaio arriverà la decisione del CIO sull'esclusione dell’Italia dalle...

Covid, spunta l’idea di una zona rosso scuro in Europa: cos’è e quali le regole per viaggiare

Dall'Europa arriva l'idea di istituire la zona rosso scuro per indicare dove la circolazione del virus è molto alta. Ecco cos'è, pechè è necesssaria e quali sono le regole.

Brescia, arrestato primario: “Ha indotto la morte di pazienti Covid con farmaci non idonei”

È successo a Montechiari, presidio degli Ospedali Civili di Brescia. Il primario Carlo Mosca è ora accusato di omicidio volontario.

Manifestazioni e proteste in Russia e nel mondo per la liberazione di Alexey Navalny

Mentre l'ormai noto oppositore di Putin, Alexey Navalny, è in carcere, in Russia, ma non solo, si rivendicano democrazia e libertà e si chiede la liberazione del dissidente avvelenato.