lunedì, Marzo 8, 2021

L’esempio di Mattarella: “Non appena possibile mi sottoporrò al vaccino”

Il presidente della Repubblica, “senza scavalcare l'ordine delle priorità delle categorie a rischio”, vuole sensibilizzare e lanciare un segnale positivo alla collettività.

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Il Quirinale fa sapere che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella si sottoporrà al vaccino anti-Covid “non appena possibile”. Un gesto simbolo, che vuole essere di esempio per sensibilizzare la cittadinanza sulla necessità di vaccinarsi. Ovviamente, il presidente non andrà a “scavalcare l’ordine delle priorità delle categorie a rischio”, ma tutto avverrà secondo le disposizioni delle autorità competenti.

Il presidente Mattarella sul vaccino anti-Covid

Mattarella
Il presidente dell Repubblica, Sergio Mattarella, ha annunciato che si sottoporrà al vaccino anti-Covid “appena possibile”.

“Riguardo alla pandemia che stiamo vivendo, perché le cure e i vaccini che la scienza potrà fornirci siano rese disponibili per tutti, in tutto il mondo” – aveva detto il Capo dello Stato Mattarella lo scorso ottobre, in occasione dell’incontro per la Pace con Papa Francesco –servirà la “collaborazione di tutti i popoli del mondo”.  

Dal canto suo, Sergio Mattarella si è sempre speso a favore delle vaccinazioni. “Sconsiderato chi li critica” aveva già detto nel 2016. E lo scorso settembre il presidente aveva precisato il suo pensiero anche in merito all’importanza di costituire un’alleanza per il vaccino anti-Covid. Ha detto:

Spero che l’attenzione, oggi così centrale nei confronti della medicina e della ricerca, non sia effimera e legata alla pandemia, ma che permanga stabilmente in futuro con un lavoro in comune. Tutto ciò impegna alla collaborazione aperta e inclusiva per una prospettiva di salute. La ricerca scientifica non ha confini.

Leggi anche: Moderna, vaccino efficace al 100%. Ti vaccineresti?

Vaccino anti-Covid, come la pensano gli italiani

Dopo il favore iniziale con cui sono state accolte tutte le notizie sull’arrivo dei vaccini anti-Covid, ora sembra che paura e diffidenza stiano avendo la meglio sull’opinione pubblica mondiale. Non un esercito di NoVax, ma persone spaventate da questa corsa al farmaco.

In Italia i sondaggi mostrano una tendenza preoccupante: quasi due terzi della popolazione è riluttante all’idea di vaccinarsi, motivo per il quale anche il presedente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, ha deciso di dare l’esempio, rendendo la vaccinazione anti-Covid un vero e proprio evento mediatico.

Vaccino anti-Covid, l’esempio dei presidenti ai cittadini

vaccino anti-Covid Regno Unito
Anche la Regina Elisabetta e Philip si sottoporanno al vaccino anti-Covid per dare un segnale forte sull’importanza della vaccinazione al loro Paese.

Alla vigilia dell’inizio della campagna di vaccinazione in Gran Bretagna, sono stati diversi i capi di Stato, o ex presidenti, che hanno espresso la volontà di vaccinarsi pubblicamente per dare un segnale forte ai loro cittadini.

Negli Stati Uniti Joe Biden ha annunciato l’intenzione di vaccinarsi pubblicamente in diretta televisiva per supportare la scelta degli americani. Allo stesso modo, Barack Obama, George W. Bush e Bill Clinton si sono resi disponibili a tale scopo. Anche la regina Elisabetta e il principe Philip hanno valutato l’idea, ma secondo quanto fatto trapelare finora, i reali “faranno sapere” agli inglesi a vaccinazione avvenuta.

Leggi anche: Nobel per la Pace al World Food Programme: “Il cibo il miglior vaccino contro il caos”

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Ultime notizie