martedì, Ottobre 27, 2020

La conferma da Science: “Le mascherine riducono la trasmissione aerea del virus”

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

L’uso delle mascherine riduce la trasmissione aerea del virus. Lo conferma un articolo pubblicato sull’autorevole rivista Science, scritto da Kimberly Prather e i colleghi della University of California San Diego.

L’importanza delle mascherine

Indossare le mascherine significa avere delle barriere fisiche fondamentali per arginare i contagi da Covid 19, specialmente tra gli asintomatici. Per questi soggetti, la mascherina evita che possano diffondere il coronavirus per via aerea, riducendo il numero di particelle virali nel loro respiro. Secondo quanto riportato nell’articolo di Kimberly A. Prather e Robert T. Schooley dell’Università della California, realizzato insieme con Chia C. Wang della Sun Yat-sen University di Taiwan, non è un caso che Paesi in cui è stato imposto il loro utilizzo a tutta la popolazione, come Taiwan, Hong Kong, Singapore e Corea del Sud, siano riusciti a contenere meglio il proliferare del virus. Leggi anche: Tutti contro la Cina: Zero contagi ma molti attacchi

Mascherine riducono il virus

Secondo quanto emerso dallo studio sull’importanza dell’uso delle mascherine che riducono il virus, Sars Cov 2 può essere diffuso da persone asintomatiche. L’estratto dell’articolo su Science riporta che:

Le infezioni respiratorie si verificano attraverso la trasmissione di goccioline contenenti virus (> 5-10 μm) e aerosol (≤5 μm) espirati da individui infetti durante la respirazione, il parlare, la tosse e lo starnuto. Le tradizionali misure di controllo delle malattie respiratorie sono progettate per ridurre la trasmissione da goccioline prodotte da starnuti e tosse di individui infetti. Tuttavia, gran parte della diffusione della malattia di coronavirus sembra avvenire attraverso la trasmissione aerea di aerosol prodotti da individui asintomatici durante la respirazione e il parlare. Gli aerosol possono accumularsi, rimanere infettivi nell’aria interna per ore ed essere facilmente inalati in profondità nei polmoni. Affinché la società possa riprendere, devono essere implementate misure progettate per ridurre la trasmissione di aerosol, inclusi mascheramento universale e test regolari e diffusi per identificare e isolare individui asintomatici infetti.

Leggi anche: Da Oxford su Covid: “Il sole uccide il virus in pochi minuti”

La trasmissione del virus

Pare che esistano due principali vie di trasmissione del virus respiratorio: il contatto (diretto o indiretto tra persone e con superfici contaminate) e l’inalazione nell’aria. Sembra sia stato dimostrato che la dimensione delle goccioline respiratorie influisce sulla gravità della malattia. Il SARS-CoV-2 si replica tre volte più velocemente di altri virus e quindi può diffondersi rapidamente alla faringe da cui può essere rilasciato prima che la risposta immunitaria innata si attivi e produca sintomi . Lo studio afferma che:

Quando compaiono i sintomi, il paziente ha trasmesso il virus senza saperlo.

Leggi anche: La lettera di 400 scienziati a Conte: “Affrontiamo il cambiamento climatico”

Individuare gli infetti

Fondamentale, ma allo stesso tempo molto impegnativo è identificare individui infetti per frenare la trasmissione di SARS-CoV-2, rispetto a quanto si possa fare per arginare quella da SARS e da altri virus respiratori. Gli individui infetti possono essere estremamente contagiosi per diversi giorni, raggiungendo un picco o prima che si manifestino i sintomi. L’articolo di Science rivela che :

A Wuhan, in Cina, è stato stimato che i casi non diagnosticati di infezione da COVID-19, che erano presumibilmente asintomatici, erano responsabili fino al 79% delle infezioni virali. Pertanto, mascherine e test regolari e diffusi sono essenziali per identificare e isolare individui asintomatici infetti.

Leggi anche: Verona: il 95% dei cittadini non è mai entrato in contatto con il virus di Catiuscia Ceccarelli

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Ultimi

Perché andare al cinema è importante come andare al supermercato

Non si vive di solo pane, eppure la pandemia stravolge completamente le...

Covid-19: come cambierà il lavoro?

Il cambiamento è già in atto. Dopo il nuovo DPCM in vigore...

Chi è Miriam Candurro, una delle protagoniste di “Un posto al sole”

Conosciamo Miriam Candurro per l'interpretazione di Serena Cirillo nella serie tv "Un...

Innamorarsi del proprio carnefice, ecco cos’è la sindrome di Stoccolma

Quante volte durante un film o una serie tv abbiamo sentito nominare...

Se non ti basta chiamarlo Fido: nomi per cani originali

I più tradizionalisti possessori di cani si accontentano dei nomi più comuni...