lunedì, Marzo 8, 2021

In India dilaga un nuovo virus: oltre 500 contagiati e un morto. Non è Covid

Dilaga in India un nuovo morbo, centinaia di ricoverati nello stato di Andhra Pradesh. Non è Covid, ma non si sa molto di più.

Asia Solfanelli
Asia Solfanelli
Intraprendente e instancabile penna, poliglotta, appassionata lettrice e avida viaggiatrice. Sviscerata amante del cinema. E ultimo, ma non per importanza, eterna studiosa, perché non si finisce mai d’imparare.

Virus in India: un solo morto, ma moltissimi ricoverati. Se i primi vaccini anti-Covid stavano per farci tirare un sospiro di sollievo, dall’India arriva il nuovo allarme: un’altra malattia sconosciuta. In ospedale a Eruru, in Andhra Pradesh, dallo scorso weekend sono state ricoverate cinquecento persone, negative al Coronavirus, ma con vomito, occhi che bruciano, svenimenti e crisi epilettiche.

Il nuovo virus dall’Oriente

nuovo virus
In India dilaga un nuovo virus: 1 morto e 500 contagiati.

Tensione in India, l’Andhra Pradesh non è solo uno degli Stati indiani più colpiti dal Covid-19, con oltre 800mila casi, ma è anche l’epicentro di un nuovo morbo. Secondo quanto reso noto da tv e media locali, centinaia di ricoverati, ma, almeno per il momento, un solo morto. Un dottore dell’Eluru Government Hospital ha reso noto che, generalmente, si comincia lamentando bruciore agli occhi per arrivare fino a vomitare: una dinamica che ha già coinvolto parecchi bambini.

Leggi anche: Coronavirus nel mondo, Italia tra i 10 Paesi con più casi nelle ultime 24 ore

Ipotesi sull’origine del nuovo virus

nuovo virus
India: alla ricerca delle cause del nuovo virus.

Di nuovo contro un nemico invisibile e sconosciuto, si formulano ipotesi. Quella più accreditata è quella diffusa da Narasimha Rao, un parlamentare del Bip, secondo cui la causa della malattia sarebbe da imputarsi a un avvelenamento da nickel, piombo e altri metalli. Sono stati proprio questi ultimi elementi a essere riscontrati nella maggior parte dei campioni sanguigni esaminati dall’ospedale di Delhi, All India Institute of Medical Sciences (Aiims).

I controlli effettuati nell’aria e nell’acqua della zona hanno smentito i sospetti sull’inquinamento. Esclusa quindi l’acqua contaminata come responsabile del dilagarsi del nuovo virus, qualcuno parla di cibi infetti, altri di infezioni endemiche della regione e causate da punture di zanzara. Molte congetture, nessuna certezza. E mentre dall’Oriente rassicurano che verranno effettuati tutti i test necessari, anche su cibo e latte, il mondo trema solo nel sentir nominare un “nuovo virus” e scapperebbe su un altro pianeta alla sola idea dell’affacciarsi all’orizzonte di un altro, e nuovo, ospite assolutamente non gradito.

Leggi anche: L’esempio di Mattarella: “Non appena possibile mi sottoporrò al vaccino”

Asia Solfanelli
Asia Solfanelli
Intraprendente e instancabile penna, poliglotta, appassionata lettrice e avida viaggiatrice. Sviscerata amante del cinema. E ultimo, ma non per importanza, eterna studiosa, perché non si finisce mai d’imparare.

Ultime notizie