martedì, Ottobre 27, 2020

Il Ministro Azzolina sotto scorta, insieme a Sileri e Fontana. Attacchi social alle istituzioni

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina è stata messa sotto scorta perché oggetto di minacce, messaggi di odio e insulti sessisti sui social. Dovrebbero esserci stati anche tentativi di hackeraggio al profilo Facebook e al conto corrente. La senatrice Bianca Laura Granato, capogruppo del M5S in Commissione istruzione al Senato, rimprovera alcuni attacchi politici sul tema della scuola che secondo lei hanno richiamato all’odio alcuni facinorosi. Ecco ciò che ha dichiarato:

Non pensavamo potesse accadere, ma sulla scuola si è creato un clima intollerabile e davvero gravissimo. Dopo i ripetuti attacchi che certa politica ha in maniera pretestuosa riservato a Lucia Azzolina, alcuni facinorosi si sono spinti a insultare la ministra, con offese sessiste e messaggi di odio davvero sconcertanti. Ma come sempre odio chiama odio, e si è giunti addirittura alle vere e proprie minacce, tanto che è stato deciso di assegnarle la scorta. Tutto questo è inaccettabile. A Lucia Azzolina va la nostra piena e incondizionata solidarietà. Andiamo avanti insieme a testa alta nel percorso di cambiamento e di sostegno alla scuola pubblica italiana e alle sue forze migliori. Non saranno queste vili minacce a intimidirci né a fermarci.

Leggi anche: Lettera aperta al Ministro Azzolina: “Regaliamo ai bambini l’ultimo giorno di scuola”

Solidarietà al Ministro Azzolina sotto scorta

In merito ai fatti gravi che hanno coinvolto il Ministro Azzolina, le altre forze politiche esprimono solidarietà e vicinanza al capo dell’Istruzione. Dalla Lega, il deputato Rossano Sasso:

La protesta è sacrosanta, la minaccia è da condannare, l’insulto è da imbecilli.

Sotto scorta anche Fontana e Sileri

attacchi social
Il Governatore della Lombardia Attilio Fontana sotto scorta
Provvedimenti analoghi a quelli per il Ministro Azzolina, sono stati presi anche per il governatore della Lombardia Attilio Fontana e per il viceministro alla Salute Piepaolo Sileri. Minacce pericolose giunte via social al Presidente della Regione lombarda, talmente grazi tanto da spingere il Servizio centrale di protezione del dipartimento di pubblica sicurezza del Ministero dell’Interno, a mettere Fontana sotto scorta, su proposta delle prefetture di Milano e Varese. Per il viceministro Sileri, la tutela personale nasce in seguito a pressioni ricevute per tentativi di corruzione e minacce rispetto alla sua attività politica, specialmente in merito alla destinazione dei fondi pubblici per l’emergenza coronavirus. Leggi anche: Il dramma di Claudio Bisio: “Ho perso mia madre durante la quarantena”

Clima di odio sui social

attacchi social
Il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri sotto scorta
Che cosa sta succedendo sui social? Odio, nervosismo e un clima alquanto incandescente si nascondono dietro ai cosiddetti leoni da tastiera. Attacchi social che vanno a colpire le istituzioni. Il tutto acuito in questo difficile periodo storico che sta attraversando il nostro Paese, ancora alle prese con il Covid e in piena emergenza economica e sociale a seguito del lungo lockdwon.   Leggi anche: Bufera social contro Vladimir Luxuria: “Contro di me un esercito di negazionisti del virus”

Facebook controlla

Facebook sta intervenendo per ripulire la rete da odio, meme fuorvianti e fake news. Il risultato della Community Standards Enforcement stila che poco meno di due miliardi di profili fasulli sono stati bloccati nel corso del 2020. In aggiunta a 40 milioni di immagini di nudo, 9,6 milioni di messaggi d’odio, 25 milioni e mezzo di contenuti visivi violenti, e 6,3 milioni di pagine di organizzazioni che seminano razzismo e discriminazione. In attesa di uno strumento più concreto, per chi deve fare i conti con gli odiatori di professione ed ha una popolarità elevata, Facebook ha creato una nuova opzione per gestire fino a 25 commenti indesiderati contemporaneamente. E la stessa cosa vale per i tag su Instagram. Da oggi potremo decidere chi ci può menzionare in un commento, una didascalia o una Storia. di Catiuscia Ceccarelli

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Ultimi

Perché andare al cinema è importante come andare al supermercato

Non si vive di solo pane, eppure la pandemia stravolge completamente le...

Covid-19: come cambierà il lavoro?

Il cambiamento è già in atto. Dopo il nuovo DPCM in vigore...

Chi è Miriam Candurro, una delle protagoniste di “Un posto al sole”

Conosciamo Miriam Candurro per l'interpretazione di Serena Cirillo nella serie tv "Un...

Innamorarsi del proprio carnefice, ecco cos’è la sindrome di Stoccolma

Quante volte durante un film o una serie tv abbiamo sentito nominare...

Se non ti basta chiamarlo Fido: nomi per cani originali

I più tradizionalisti possessori di cani si accontentano dei nomi più comuni...