lunedì, Giugno 21, 2021

Il mercato del libro vince la pandemia, è boom delle vendite online

Con la pandemia si riscopre il piacere della lettura e cambia il mercato del libro, a vincere è l'e-commerce.

Asia Solfanelli
Asia Solfanelli
Intraprendente e instancabile penna, poliglotta, appassionata lettrice e avida viaggiatrice. Sviscerata amante del cinema. E ultimo, ma non per importanza, eterna studiosa, perché non si finisce mai d’imparare.

Boom di vendite online, il mercato del libro resiste alla pandemia, anzi la vince.

I dati dello scorso anno, nei dodici mesi forse più duri del XX secolo, avevano già dimostrato la forte resilienza del settore. E le prime mensilità del 2021 non hanno fatto altro che confermarla: tra librerie, online e grande distribuzione organizzata, dal primo gennaio al 28 marzo, le vendite dei libri sono cresciute addirittura del 26,6 per cento.

Mercato del libro, esplode l’e-commerce

Segregati in casa, limitati nella socialità e in quasi tutte le attività, i libri sono stati per molti l’unica via di fuga, l’unica possibilità di evasione, una valvola di sfogo.

I libri sono compagni contro il silenzio e la solitudine, sono mondi che si spalancano oltre la routine e la noia quotidiana, sono scappatoie, rifugi, spazi di riflessione, dialogo, confronto, sono un ponte tra realtà e fantasia, sono immaginazione e realizzazione ad un solo tempo.

Durante la pandemia, soprattutto se si considera il rigido lockdown dello scorso anno, il settore librario è stato uno dei pochi a non incontrare ostacoli, anzi a crescere a dismisura. Le vendite online soprattutto confermano quel trend crescente iniziato nel 2020 e oggi, trascorsi pochi mesi del 2021, valgono ormai il 45% del mercato.

Il presidente di AIE Ricardo Franco Levi racconta:

Siamo di fronte a un incremento importante che si accompagna alla crescita della lettura, come è documentato nel libro bianco del Cepell (nel 2020 sono lettori il 61% degli italiani nella fascia d’età 15-74 anni, contro il 58% dell’anno precedente).

Questi dati confermano la bontà delle politiche di sostegno al settore proposte da tutta la filiera del libro unita, l’Associazione Italiana Bibliotecari (AIB), AIE, Associazione Librai Italiani (ALI), e messe in atto nel 2020 da governo e parlamento.

E aggiunge:

Ci riferiamo in particolare al sostegno della domanda tramite la 18App, la Carta Famiglia, il finanziamento degli acquisti delle biblioteche nelle librerie di prossimità, tutte misure che chiediamo siano confermate e stabilizzate.

Leggi anche: Capitale Italiana del Libro 2021, Vibo Valentia rinasce e vince la seconda edizione

Come è cambiato e come sta evolvendo il mercato del libro

Come è cambiato e come sta evolvendo il mercato del libro.

Le vendite online crescono esponenzialmente e battono quelle delle librerie fisiche, ma non sono l’unica dimostrazione di un mercato che cambia ed è in rapidissima evoluzione.

A testimonianza della forte tendenza al cambiamento del settore ci sono anche le librerie indipendenti, ovvero quelle principalmente presenti nelle periferie e nei piccoli centri. Queste, in leggero calo dal 2019 al 2020, fanno invece sperare in un recupero giungendo nel 2021, in soli tre mesi, a un volume di vendite pari al 16 per cento.

In calo rispetto al 2019 (44 per cento), anche se in ripresa rispetto allo scorso anno (33 per cento), sono invece le libreria di catena, numerose soprattutto nei centri cittadini, nelle stazioni, negli aeroporti e nei centri commerciali, che nei primi mesi di questo nuovo anno hanno già raggiunto una quota di mercato pari al 34 per cento.

La grande distribuzione, invece, dal 7 per cento del 2019 al 6 del 2020, è passata solo nel primo trimestre del 2021 al 5 per cento.

Insomma, se si considera che in sole tre mensilità si è riusciti quasi ad equiparare le vendite dello scorso anno, sembra più che plausibile poter credere in una vera e propria rinascita del libro e nella rifioritura di un settore per diversi anni in bilico.

Mercato del libro, l’18App dimostra la riscoperta del piacere della lettura

Mercato del libro, l'18App dimostra la riscoperta del piacere della lettura.

Attraverso il bonus di 500 euro concesso ai 18enni da spendere in cinema, musica e concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti e parchi, teatro e danza, corsi di musica, di teatro, di lingua straniera, abbonamenti a quotidiani anche in formato digitale, ovvero la cosiddetta 18App, si è inoltre registrata una spesa complessiva di ben 75 milioni di euro proprio nel settore dell’editoria.

L’80% questo strumento risulta essere stato proprio impiegato per l’acquisto di libri a stampa, un dato che fa ben sperare nella riscoperta del piacere della lettura e in una vera e propria rinascita del libro anche tra i più giovani.

Leggi anche: In occasione della Giornata mondiale del libro, un viaggio tra le biblioteche più belle del mondo

Asia Solfanelli
Asia Solfanelli
Intraprendente e instancabile penna, poliglotta, appassionata lettrice e avida viaggiatrice. Sviscerata amante del cinema. E ultimo, ma non per importanza, eterna studiosa, perché non si finisce mai d’imparare.

Ultime notizie