mercoledì, Agosto 4, 2021

Che è Giorgia Surina, protagonista del cortometraggio Néo Kósmo

Giorgia Surina è un androide nel corto sci-fi di Adelmo Togliani. La pellicola sarà proiettata oggi alle 16 presso la Nuvola di Fuksas.

Michela Sacchetti
Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Il cortometraggio fantascientifico scritto e diretto da Adelmo Togliani con protagonista Giorgia Surina verrà proiettato a Roma alla presenza del regista. La pellicola Fuori Concorso alla 18° edizione di Alice nella Città, sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma, potrà inoltre essere visionata per dieci giorni sulla piattaforma Timvision al termine della manifestazione.

Néo Kósmo, la trama

In Néo Kósmo Giorgia Surina interpreta il ruolo della una tata androide Alésia. Nel corto una coppia con i figli adolescenti vive una realtà virtuale “Néo Kósmo” appunto, all’interno della quale si consumano le loro giornate, fatte di lavoro, studio e tempo libero. Questo mondo virtuale impedisce ogni scambio vero di comunicazione tra i membri della famiglia. Consapevoli dei pericoli che può portare questa situazione, la tata Alésia cerca di salvare il più piccolo della famiglia, non ancora iniziato a questa realtà.

Leggi anche: Chi è Dario Acocella, regista e ex marito di Bianca Guaccero

Giorgia Surina e le tematiche del film

La pellicola rappresenta il secondo capitolo di una trilogia, iniziata con La Macchia Umana (2017). Sono diverse le tematiche affrontante. La visione del corto porta ad interrogarsi su questioni di natura etica, riguardo all’utilizzo delle nuove tecnologie e alle possibile derive future. Il timore è che la realtà virtuali ci porti ad allontanarci sempre più dalle relazioni interpersonali e ci spersonalizzi decentrandoci dalla nostra identità personale.

Leggi anche: TEDx Roma, “Società 5.0”: l’uomo e la tecnologia camminano insieme

Il punto di vista del regista Adelmo Togliani

Riguardo a questo discorso il regista si è così espresso: “L’uomo è talmente preso dalla virtualizzazione di sé che ha dimenticato qual è il suo ruolo nell’universo, e i robot sono i primi giudici consapevoli che un mondo privo di ‘contatto’ non ha niente a che vedere con un’umanità fatta di carne e ossa. La pellicola però non parla di robot ribelli che distruggono ogni cosa gli capiti a tiro, qui non c’è nessun progetto di conquista, ma solo i prodromi di una rivoluzione silenziosa”. Attendiamo cosa dirà oggi durante l’anteprima.

Leggi anche: Quando la tecnologia fa lo sgambetto: Chiara Ferragni rischia di perdere 85 mila foto

Giorgia Surina e la decisione di interpretare Alésia

Alla domanda posta sul perché avesse deciso di prendere parte ad un progetto come quello di Néo Kósmo, la Surina risponde di aver preso in considerazione la sua partecipazione per la fiducia nei confronti del regista, con il quale aveva già lavorato in diversi film e che conosceva da anni. Inoltre ad appassionarla è stata sicuramente la tematica attuale e interessante il punto di vista etico del nostro rapporto con le tecnologie. Ecco cosa ha affermato la stessa Surina in un’intervista a Wondernet Magazine:

Come attrice non mi era mai capitato di affrontare un ruolo così bello, un personaggio così intenso da interpretare dal punto di vista della drammaturgia. Mi ci sono buttata a capofitto.

Leggi anche: Barbara D’Urso attacca l’influencer Iconize: “Tu non mi usi”

Chi è Giorgia Surina

Sicuramente per gli amanti del gossip, Giorgia Surina è conosciuta per essere stata sposata con l’attore Nicolas Vaporidis. Ha svolto oltre alla professione di attrice anche quella di conduttrice radiofonica e televisiva.

Michela Sacchetti
Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Ultime notizie