martedì, Maggio 11, 2021

Neve in Veneto, Bottacin: “Disponibilità del Governo per lo stato d’emergenza”

Il maltempo dei giorni scorsi ha duramente colpito la Regione, confinando al freddo e al gelo numerose famiglie. L’assessore alla Protezione Civile Bottacin ha fatto il punto con la Protezione Civile Nazionale.

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Emergenza neve in Veneto. Il maltempo dei giorni scorsi ha duramente colpito la Regione che, a oggi, è a un passo dal dichiarare lo stato d’emergenza per via dell’abbondante neve.

“I problemi di viabilità si stanno avviando a soluzione” fa sapere l’assessore alla Protezione Civile Gianpaolo Bottacin, ma “rileviamo ancora una criticità legata al rischio valanghe che, su tutta la montagna veneta, rimane a livello 4 su un massimo di 5”.

Emergenza neve in Veneto, Bottacin: “Situazione sotto controllo”

Grazie al lavoro senza sosta di Protezione Civile, Vigili del fuoco ed esercito al momento in Veneto “la situazione è sotto controllo”, riferisce l’assessore Bottacin, che però non sminuisce:

In mattinata ho avuto una nuova videoconferenza con il Dipartimento della Protezione Civile Nazionale, cui interveniva anche il Ministro per i rapporti con Parlamento, Federico d’Incà.

Lo stesso ha assicurato la disponibilità del Governo a dichiarare lo Stato di Emergenza Nazionale, con i ristori per gli enti che stanno operando sul campo.

Dunque, non si esclude la possibilità di un peggioramento. Le previsioni meteo per le prossime ore sono buone e sembrerebbero improbabili nuove importanti nevicate. Rimane però alta l’attenzione per un eventuale successivo peggioramento.

Leggi anche: Sulle montagne più alte d’Italia nevicano 25 chili di plastica l’anno

Emergenza neve in Veneto, famiglie isolate e strutture danneggiate

Emergenza neve in Veneto
Emergenza neve in Veneto, molte case sono rimaste isolate o danneggiate dal maltempo.

In questi giorni le autorità lavorano senza sosta per rimediare ai problemi causati dal maltempo nella regione Veneto. Numerosissimi gli interventi per liberare le strade e raggiungere le case rimaste isolate. Altrettanto numerosi quelli per mettere in sicurezza gli edifici danneggiati o compromessi.

Si sta lavorando principalmente per alleviare le difficoltà dei residenti, per sgravare il peso della neve dai tetti, liberare i comignoli ed evitare il blocco di caldaie. Riferisce Ansa, sono oltre 200 gli interventi già effettuati dai vigili del fuoco dall’inizio dell’emergenza neve, e altri sono in attesa di essere eseguiti.

“Le richieste di aiuto sono raccolte dai Vigili del Fuoco e gli interventi si susseguono tenendo conto di una priorità determinata dal rischio per la staticità degli edifici – fa sapere Gianpaolo Bottacin – tutte le nostre squadre dotate di specifica abilitazione per intervenire in tali situazioni sono all’opera”.

Sono diverse le aree ancora considerate critiche: il Comelico, l’Altopiano di Asiago, Cibiana di Cadore e Lamon.

Leggi anche: Addio allo sci sulle care Alpi, il 92% dei ghiacciai sarà sciolto entro la fine del secolo

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Ultime notizie