Daniele Iudicone: “Energie rinnovabili, unica chiave per un futuro sostenibile del Pianeta e delle famiglie”

Le rinnovabili e il fotovoltaico in particolare stanno diventando sempre di più un asset vincente sia in termini economici sia di sostenibilità. L'intervista a Daniele Iudicone, CEO di Fotovoltaico Semplice.

Enrica Vigliano
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.
spot_img

Il tema delle rinnovabili si fa sempre più presente e impellente nella società di oggi, in cui la lotta ai cambiamenti climatici e all’affrancatura dai combustibili fossili rende indispensabile investire in asset vincenti sia dal punto di vista economico sia, e soprattutto, di sostenibilità.

Gli obiettivi di decarbonizzazione fissati al 2030 e al 2050 sono pressanti e incalzanti, mentre la corsa alle alternative di energie green è diventata il motore della transizione ecologica.

Ma proprio questo scenario, che impone ai Governi e ai singoli individui di ripensare l’approccio con il nostro pianeta, spiana la strada a imprese e aziende che riescono a cavalcare l’onda del cambiamento, con benefici per tutti.

Abbiamo intervistato Daniele Iudicone, co-fondatore insieme a Mauro Bianchi di IMC Holding, che con Fotovoltaico Semplice si è imposto come leader a livello nazionale nel settore del fotovoltaico e delle energie rinnovabili.

L’intervista a Daniele Iudicone, founder di Fotovoltaico Semplice

Daniele Iudicone, la vostra è una storia iconica, fonte di ispirazione per chi voglia fare delle risorse rinnovabili, a partire dal fotovoltaico, un asset vincente. Com’è iniziata?

Siamo partiti da un incubatore di impresa messo a disposizione dalla Regione: la nostra è una storia di speranza e di stimolo anche e soprattutto per quei giovani che non vogliono arrendersi e credono fortemente nelle loro idee e nelle loro capacità. Le energie rinnovabili e il fotovoltaico rappresentano il futuro per il nostro Paese e non solo: la mission di IMC Holding è quella di diffondere l’energia pulita e a impatto zero in Italia e poi in Europa.

L’Italia è considerata dagli esperti mondiali “l’Arabia Saudita delle energie sostenibili’” è un Paese straordinariamente ricco di fonti alternative e, per la sua posizione geografica ottimale, rappresenta il luogo migliore per generare energia verde e, soprattutto, iniziare a sperimentarne varie tipologie di utilizzo.

Da Latina all’Italia intera: siete riusciti a creare un kit interamente italiano che porta le abitazioni all’indipendenza energetica. Cosa vi ha spinto a intraprendere una strada tanto ripida?

Ho sempre avuto un sogno virtuoso, che ho cercato di perseguire con assoluta determinazione: rendere il nostro Paese energeticamente green. Idea utopica, ma che valeva la pena di iniziare a realizzare. Stiamo per fronteggiare la più grande rivoluzione energetica degli ultimi cento anni e intendiamo farlo nel migliore dei modi. Noi crediamo fermamente nell’energia rinnovabile come chiave per un futuro sostenibile, tanto per le famiglie, quanto per il Pianeta stesso.

Ci siamo sempre rivolti al mondo del residenziale, proprio perché la nostra idea di base è stata diffondere l’energia rinnovabile e al tempo stesso rendere i cittadini autonomi nel suo utilizzo e le loro abitazioni a impatto zero.

Oggi siamo chiamati a una nuova sfida.

Dobbiamo reinventare il nostro modo di concepire l’impiego energetico, puntando ad aumentare sempre più l’efficienza degli impianti, coniugando convenienza per gli utenti e tutela ambientale.

Per questo ci siamo spinti anche oltre i confini nostrani: il successo ottenuto dalla nostra impresa all’estero, è un segnale molto positivo, perché dimostra come sia in atto una trasformazione a livello internazionale che accompagnerà il nostro Pianeta, in pochi decenni, verso un sistema energetico condiviso e sostenibile in grado di soppiantare le fonti tradizionali.

Cosa rende il fotovoltaico un asset vincente?

Quello che oggi appare un boom economico legato al fotovoltaico e alle rinnovabili in generale è solo il primo passo verso la rivoluzione che ci attende.

Il fotovoltaico rappresenta una soluzione vantaggiosa sia in termini economici, sia ambientali: siamo fiduciosi che grazie agli incentivi e ai tassi agevolati, una transizione green vera e propria potrà realizzarsi entro il 2030.

Fornire alle famiglie energia pulita generata dal Sole, abbattere i costi in bolletta e, in prospettiva futura, porre le basi per la creazione di vere e proprie comunità energetiche in cui il consumatore diventa a sua volta un rivenditore dell’energia accumulata dai propri pannelli e non utilizzata è una strategia, per chi investe, win-win.

Il modus operandi di Fotovoltaico Semplice è rivolto a 360 gradi al destinatario finale e caratterizzato dalla volontà di arrivare più velocemente possibile al cittadino, saltando tutte le intermediazioni. Per questo tutte le nostre soluzioni non sono vendute da agenzie esterne o da negozi e catene della grande distribuzione, ma esiste un rapporto diretto tra noi e il cittadino.

In questo modo si elude la filiera e questo ci permette di avere pieno controllo, immersi a tutto tondo nel mercato, avendo modo di effettuare direttamente opere correttive qualora se ne presenti la necessità.

Il fotovoltaico sta diventando il nuovo “oro nero”, con i suoi pannelli scuri che si affacciano dai tetti. Ma come orientarsi nella scelta degli impianti? Ci si può fidare di tutto ciò che si legge?

Fotovoltaico asset vincente

Dal 2018 in poi Fotovoltaico Semplice ha ricevuto ogni anno il bollino di garanzia de Il Salvagente, il mensile dedicato ai diritti dei consumatori che assegna le certificazioni di Servizio sicuro e Zero Truffe.

Per noi la certificazione de “Il Salvagente” è forse il riconoscimento più gradito tra i molti premi prestigiosi ricevuti dalla nostra azienda. La tutela del cliente è un principio fondamentale per non svilire un settore che rappresenta una delle eccellenze del nostro Paese e del nostro territorio. Ecco perché continueremo a garantire standard elevatissimi e offerte trasparenti ai nostri clienti che crescono ogni giorno di più.

Ma non finisce qui, nel 2019 abbiamo ricevuto anche la certificazione IMQ, l’Istituto Italiano del Marchio di Qualità, per le procedure di installazione e l’attività degli impiantisti che portano il Kit Fotovoltaico Semplice tra le famiglie italiane.

Il consiglio è quello di affidarsi sempre a chi ha attenzione per l’utente finale: il modus operandi di Fotovoltaico Semplice è rivolto a 360 gradi al destinatario ed è caratterizzato dalla volontà di arrivare più velocemente possibile al cittadino, saltando tutte le intermediazioni.

Per questo tutte le nostre soluzioni non sono vendute da agenzie esterne o da negozi e catene della grande distribuzione, ma esiste un rapporto diretto tra noi e il cittadino.

In questo modo si elude la filiera permettendoci di avere pieno controllo, immersi a tutto tondo nel mercato e avendo modo di effettuare direttamente opere correttive qualora se ne presenti la necessità.

C’è dunque speranza per il nostro pianeta e i nostri portafogli?

Assolutamente sì! Le rinnovabili hanno acquisito agli occhi delle persone una credibilità crescente, perché concretamente dimostrano che raggiungere l’indipendenza energetica domestica si rivela attuabile e anche redditizio.

Per garantire standard di vita più salutari e qualitativamente migliori, l’energia del futuro sarà basata sulle rinnovabili, sulla riduzione delle emissioni inquinanti e sulle Smart Cities.

Questa condizione passa inevitabilmente per un ridisegno delle città e del modo di viverle. Le comunità energetiche permettono di creare immagini dove tutte le città siano in grado di ospitare un impianto fotovoltaico, a oggi la soluzione rinnovabile più attendibile, duratura e che dà vita al miglior rapporto costi-benefici.

I vicini, che non potranno avvalersi di questa soluzione per un’esposizione non idonea o uno spazio sul tetto poco utile, potranno contare ugualmente sull’energia pulita acquistata in tempo reale e a km zero dai sistemi adiacenti che disporranno di un surplus energetico. È solo questione di tempo. E di volontà. E di voglia di mettersi in gioco.

Leggi anche: Daniele Iudicone: il fotovoltaico come chiave di svolta della transizione ecologica

spot_img

Correlati

Mobilità elettrica: prospettive e innovazioni per il 2024

Mobilità elettrica, quali sono gli obiettivi da raggiungere nel 2024? Per un futuro più...

Risparmio energetico in casa per un futuro sostenibile

Quanta energia sprechiamo in un giorno? E quali sono le azioni da mettere in...

Scopri le principali fonti di energia rinnovabile per il 2024

Nel 2024 le fonti di energia rinnovabile costituiscono un ruolo di preminenza per la...
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.
spot_img