giovedì, Gennaio 21, 2021

Dal 4 Maggio maggiore libertà, ma cosa si può realmente fare?

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

La legge non ammette ignoranza, ma certamente va interpretata. Almeno questa sembrerebbe la sensazione del nostro Paese di fronte ai decreti emanati dal governo durante questo periodo di lockdown. L’ultimo, il DPCM che entrerà in vigore dal prossimo 4 maggio, la data X per l’inizio della Fase 2, almeno per alcuni, è stato oggetto di studi, approfondimenti e interpretazioni. A margine della conferenza stampa del Premier Conte, sono seguite domande, commenti sui social e dubbi. Come se non bastasse, ci si è affidati alla rete per la ricerca di chiarezza anche etimologica delle parole, la più googlata: congiunti. Cosa realmente si può fare dal prossimo 4 Maggio, a parte la riapertura di alcune attività?

I congiunti, non solo parenti?

Il nuovo DPCM prevede la possibilità di recarsi a fare visite mirate e nella più totale sicurezza ai “congiunti”. Affermazione che ha scatenato l’ira di coppie di fatto e fidanzati. In realtà secondo la legge, i congiunti sarebbero quelle persone a noi legate da un vincolo di matrimonio o di sangue, genitori, figli, nonni, cugini o le persone più affini come cognati, suoceri, generi e nuore. Secondo la prima lettura del decreto, si potrebbe andare a far visita al cugino di sesto grado, ma non al fidanzato non convivente, amici e conoscenti. Palazzo Chigi, però, precisa che per congiunti si intendono parenti e affini, coniuge, conviventi, fidanzati e affetti stabili. Ora, potrebbe nascere un’altra esigenza chiarificatrice: dopo questo lungo periodo di lontananza, bisognerà verificare se per rapporti stabili si intendono anche quelli duraturi.

Occorre una nuova autocertifcazione?

Sì. Con l’inizio della Fase 2 e la possibilità di spostarsi da un comune all’altro, ma non fuori regione, se non per comprovati motivi di lavoro o salute, dovremmo stampare la nuova autocertificazione. Alle tre motivazioni che fino ad oggi erano previste nel documento per permettere gli spostamenti, ovvero comprovati motivi di lavoro, salute o necessità, se ne aggiunge una quarta: l’incontro con i congiunti. Leggi anche: L’Italia riparte, Conte: “Allentiamo il lockdown per il 4 maggio”

Si può andare al mare?

Secondo disposizioni dei sindaci, saranno aperti parchi, ville e giardini pubblici per tornare all’aperto, sempre nella massima sicurezza, ma niente passeggiate al mare, in montagna, lago o fiume. Almeno per coloro che non ci abitano. Ogni regione può disporre diverse direttive. Non si possono ancora raggiungere le seconde case. Leggi anche: Covid, il governo chiarisce: “Chi abita al mare può già fare il bagno”

Si può passeggiare con un amico?

Le passeggiate sono consentite anche oltre i canonici 200 metri dalla propria abitazione, ma individuali e sempre muniti di mascherina, guanti e mantenendo la distanza di almeno un metro da un eventuale incontro. Per le passeggiate in compagnia, c’ è sempre il fido amico a quattro zampe, per chi può contarci. Resta sempre vietata ogni forma di assembramento.

Si può andare in Chiesa?

Non ancora. Cerimonie civili e religiose sono sospese, ma dal 4 maggio sono consenti i funerali, con l’esclusiva partecipazione di congiunti, fino a un massimo di 15 persone. È preferibile che la funzione sia all’aperto, indossando mascherine e rispettando la distanza di un metro. La decisione del Governo di non riaprire per il momento i luoghi di preghiera ha scatenato il mondo ecclesiastico. Si attende a giorni un protocollo per l’eventuale svolgimento della Messa in sicurezza. Leggi anche: Nuova Zelanda, Covid sconfitto: “Ecco come abbiamo fermato il contagio”

I bambini possono andare al parco?

Tutto ciò che regola il comportamento dei bambini nella Fase 2 non è messo nero su bianco dal decreto, ma una domanda da parte di un giornalista posta al Premier Conte in conferenza stampa, ha sollevato la questione. I bambini possono uscire per una passeggiata con un accompagnatore, ma non andare al parco. Occorre aspettare le disposizioni di ogni singolo comune sulla possibilità o meno di frequentare parchi, ville e giardini pubblici che dal 4 Maggio saranno aperti, ma sempre secondo le norme di sicurezza anticoronavirus. I bambini con più di sei anni di età, dovranno indossare la mascherina.

Scuola e Maturità

Le scuole resteranno chiuse fino a Settembre. Gli esami potrebbero essere consentiti a tutti gli studenti in presenza, in conferenza personale e in totale sicurezza.

L’ultima parola spetta all’ISS

Sulla concessione di maggiori spostamenti e incontri, seppur nella più totale sicurezza, con guanti, a distanza di almeno un metro e indossando la mascherina, anche all’aperto, se non è possibile mantenere il distanziamento sociale, l’Istituto Superiore di Sanità invita ala prudenza. Nelle visite agli anziani, la parte della nostra società più debole di fronte agli attacchi del virus, si dovrà usare grandissima cautela. Il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro ha recentemente ribadito che:

Se una persona per motivi professionali è esposta ad avere contatti stretti, tanto più se asintomatica, mi sento in dovere di raccomandare fortemente grande cautela in queste visite.

Leggi anche: Covid e crisi economica: le pensioni saranno anticipate?   di Catiuscia Ceccarelli

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Ultime notizie

Si lega una cintura al collo per una challenge di Tik Tok: muore bimba di 10 anni

Il gioco a cui stava partecipando si chiama hanging Challenge e prevede una prova di resistenza. La bambina è ora in condizioni critiche.

La vita di Cecilia Camellini, dalle medaglie paralimpiche alla laurea in psicologia

Con tre medaglie al collo, Cecilia Camellini ha dato l'addio al nuoto. Continua, però, a mettersi a disposizione della nazionale in veste di psicologa.

Napoli, avvistata la più grande balena del Mediterraneo: sarà esposta in un museo

Avvistata una settimana fa la carcassa della balena più grande d'Italia e forse del Mediterraneo. A Napoli per l'autopsia, presto sarà pronta per la musealizzazione.

71 anni dalla morte dello scrittore visionario George Orwell, via libera alle pubblicazioni

George Orwell, il 21 gennaio 1950 a Londra moriva una delle penne...