martedì, Aprile 20, 2021

Covid, l’Olanda ai single: “Trovate un compagno di letto”, l’intimità è importante

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Le misure di confinamento per rispondere all’emergenza Covid hanno messo a dura prova la salute fisica e mentale dell’intera popolazione mondiale. I governi hanno cercato di risponde al meglio alle esigenze di lavoratori, studenti e famiglie. E l’Olanda si fa carico anche delle esigenze dei single. Per addolcire le misure di questa forzata solitudine, l’Istituto di Sanità olandese suggerisce di trovare un ‘compagno di letto’ e di instaurare una relazione, sessuale o intima, duratura per evitare che la promiscuità incida sulle possibilità di contagio. Linee guida e consigli utili sono pubblicate sul sito dell’Istituto.

Cos’è il confinamento intelligente

L’intimità in questo particolare momento storico comporta dei rischi, ma la situazione può essere gestita per garantire le esigenze di tutti. Così almeno ha pensato l’Olanda, che il 23 marzo, tra le misure del lockdown, ha varato quello che ha definito un confinamento intelligente, che responsabilizza il singolo. A casa si può ricevere fino a un massimo di tre persone esterne al nucleo familiare, ma deve essere rispettata la distanza di 1 metro e mezzo. Per i single e per le relazioni intime, l’Istituto olandese comprende che quel metro e mezzo può essere una distanza infinita. Per questo suggerisce loro di trovare un accordo con altri single nella stessa situazione. Leggi anche: Ansia, attacchi di panico, depressione: in quarantena colpiscono il 63% degli italiani

Una soluzione pratica

L’Istituto di Sanità dei Paesi Bassi scrive sul sito:

Discutete insieme come fare. Per esempio, incontrate la stessa persona per avere contatti fisici o sessuali, se non siete contagiati. Accordatevi con questa persona su quante altre persone ciascuno vede. Più gente si vede, maggiore è il rischio di contagio.

Intanto le misure anti Covid hanno iniziato un graduale allentamento. I bambini da lunedì scorso sono tornati a scuola dopo due mesi di blocco. Parrucchieri ed estetisti hanno già ripreso a funzionare, mentre ristoranti, bar e cinema riapriranno il primo giugno. Leggi anche: Cosa ricorderemo della quarantena? di Elza Coculo

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Ultime notizie