martedì, 20 Aprile 2021

Compravendita usato: al quarto posto nei comportamenti green degli italiani

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

In linea con il trend registrato lo scorso anno, si conferma in crescita l’importanza che gli italiani attribuiscono ai comportamenti green. In particolare, cresce la scelta di sostenere l’economia dell’usato. Secondo l’osservatorio Second Hand Economy, ricorrere alla compravendita non coincide solo con il vantaggio economico, ma anche con una maturata coscienza ambientale e sociale. Il risparmio, tra chi acquista oggetti di seconda mano, rimane un elemento rilevante, il 59% secondo il sondaggio. Tuttavia, sale al 44% la volontà di seguire scelte sostenibili, in entrambi i casi coniugato alla possibilità di fare ottimi affari.

Gli oggetti possono vivere una seconda, terza o quarta vita

La compravendita dell’usato è al quarto posto nella lista dei comportamenti sostenibili congeniali agli italiani, con una preferenza espressa nel 49% dei casi. Pian piano si fa strada l’idea che l’economia del riciclo rappresenti un circolo virtuoso grazie al quale gli oggetti possono vivere una seconda, una terza o una quarta vita. Lo rivela l’osservatorio Second Hand Economy sulla base del sondaggio condotto da Bva Doxa per Subito, piattaforma che conta oltre 13 milioni di utenti unici al mese. Al primo posto tra i comportamenti più diffusi nella Penisola c’è l’impegno nella raccolta differenziata, 95%. Subito dopo l’acquisto di lampadine a Led, 77% degli italiani. E al terzo posto, la scelta di comprare prodotti alimentari a Km0, 56%. Leggi anche: M’illumino di meno: spegni la luce, puoi salvare il mondo di Elza Coculo  

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Correlati

Elettricità wireless: dalla Nuova Zelanda la rivoluzionaria trasmissione senza fili

Basta tralicci. La startup Emrod produrrà elettricità wireless a lunga distanza: il Governo neozelandese ha già avviato una partnership con l'azienda.

Il ghiacciaio Thwaites si sta sciogliendo troppo in fretta: “Serio pericolo per l’innalzamento dei mari”

Il ghiacciaio Thwaites si sta pericolosamente sciogliendo. Un importante studio condotto dall’Università di Göteborg...

Pannelli solari trasparenti, l’equilibrio perfetto tra estetica ed efficienza

E se al posto delle finestre potessimo mettere dei pannelli solari trasparenti così da...