Cara Delevingne: “Sono pansessuale, mi vergognavo e ho pensato anche al suicidio”

L'attrice e supermodella Cara Delevingne oggi parla con franchezza della sua sessualità ma nella sua vita ha vissuto un lungo periodo di dolore e non accettazione di sé.

Michela Sacchetti
Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.
spot_img

Cara Delevingne nel corso di una puntata del podcast Goop di Gwyneth Paltrow ha parlato chiaramente della sua sessualità definendosi “pansessuale”.

Ha rivelato inoltre dei particolari riguardo al suo passato, quando il provare attrazione per le persone del suo stesso stesso le causava non pochi problemi.

Il suo processo di accettazione è durato molto tempo, però adesso può finalmente raccontarlo senza paura.

Cara Delevingne: “Mi vergognavo, tanto che sono caduta in depressione”

cara delevingne_pansessuale

Cara Delevingne in una puntata di The Goop Lab ha detto che inizialmente non accettava il fatto di essere omosessuale, al punto da provarne ribrezzo.

Ecco cosa ha raccontato a Gwyneth Paltrow:

Mi ci è voluto un po’ di tempo per capire cosa significasse essere gay. Non conoscevo nessuno che fosse gay.

All’epoca anche se non me ne rendevo conto ero omofoba. L’idea di aver un partner del mio stesso sesso mi faceva ribrezzo.

Pensavo: “Dio mio non lo farei mai, è disgustoso”.

Mi vergognavo così tanto che sono caduta in depressione, ho pensato al suicidio.

Leggi anche: Muore suicida Sarah Hijazi, l’attivista Lgbt torturata nelle carceri egiziane

Cara Delevingne: “Io mi innamoro della persona, sono attratta dalla persona”

Cara Delevingne_sessualità

Già in un’intervista dello scorso anno la supermodella si era detta pansessuale, esprimendo una realtà sempre più evidente in questi ultimi tempi, soprattutto tra i giovani. Stiamo parlando della fluidità di genere che consiste nel non volersi identificare in nessun genere specifico. Ecco cosa aveva detto:

Rimarrò sempre pansessuale, credo.

Ci sono volte in cui mi sento molto femminile, altre in cui mi sento più uomo.

Non importa come ci si definisce, se lei, lui o loro: io mi innamoro della persona, sono attratta dalla persona.

Pansessualità: cos’è e in cosa differisce dalla bisessualità ?

Oggi c’è molta confusione e non si riescono a comprendere le sfumature che possono esserci tra pansessualità e bisessualità.

Justin Lehmiller, sociologo e ricercatore del Kinsey Institute, nel suo blog scientifico Sex and Psychology ha dedicato un post all’argomento. Riguardo alla bisessualità ha affermato che:

Una persona bisessuale è qualcuno a cui il genere non impedisce di essere attratto da una persona di sesso diverso.

Ha poi aggiunto che, in base ad uno studio svolto su giovani adulti che si sono identificati come bisessuali e a cui è stato chiesto di fornire una definizione di bisessualità, il concetto sembra essere soggettivo perché le risposte date non sono state le stesse.

Una medesima ricerca svolta questa volta su individui che si definiscono pansessuali ha fornito stranamente più chiarezza. Sono emerse due definizioni di pansessualità. Una prima vede l’orientamento sessuale oltre i generi e i sessi e per una seconda invece l’orientamento sessuale è caratterizzato dall’attrazione per tutti i generi e sessi.

Sembrerebbe che il problema non siano le scelte sessuali ma le etichette di identità. Il sociologo ha poi concluso:

Le etichette di identità sono in definitiva scelte individuali.

Le persone gravitano attorno alle identità sessuali in base alla propria comprensione della propria sessualità e al modo in cui interpretano il significato di una data etichetta.

Cara Delevingne: “Stufa della gente che vuole etichettarmi”

cara delevingne_pansessuale

Il percorso affettivo di Cara non è stato lineare. Da ragazza racconta alla Paltrow di aver provato attrazione verso il mondo maschile, per poi far fatica ad accettare che ci fosse anche dell’altro.

Oggi però non ha più paura di mostrarsi per quella che è. E conclude:

C‘è una parte di me che di tanto in tanto dice: “Oh, vorrei poter essere etero”. C’è ancora quel lato. È davvero complicato.

Mi sono innamorata del mio maestro di educazione fisica quando avevo 5 anni, poi ho continuato e ho avuto diversi fidanzati.

Stufa della gente che vuole etichettarmi in un modo o in un altro.

Ogni tanto capita che a cena qualcuno mi chieda: “Quindi cosa sei? L, G, B, T, Q?”. E io rispondo: “Ragazzi, su, davvero? Io cambio ogni giorno!

Leggi anche: Conosci il blog di Gwyneth Paltrow? In 10 anni è diventato un business da 250 milioni di dollari

Cara Delevingne e il suo amore per Jaden Smith

Cara Delevingne e Jaden Smith

Questa volta la nuova fiamma della Devingne è un ragazzo. Si tratta di Jaden Smith, il figlio del noto attore Will Smith.

I due si conoscono dal 2017. Inizialmente pare ci sia stato solo un rapporto di amicizia per poi evolversi in qualcos’altro.

Il giorno di San Valentino di questo anno sono stati avvistati mentre si scambiavano alcuni baci e abbracci. Inoltre, pare che Jaden abbia dato a Cara un bellissimo mazzo di rose rosse, regalo che fa solitamente un fidanzato e non un amico.

Leggi anche: Diritti LGBTQ+, il Parlamento dichiara l’Europa “zona di libertà”: 492 i voti a favore

spot_img

Correlati

Pier Silvio Berlusconi sui nuovi palinsesti Mediaset: “Non temo la Rai né la concorrenza con Nove”

Mediaset ha presentato i palinsesti per la prossima stagione 2024/2025, e Pier Silvio Berlusconi...

Capodanno di Rai 1, Marco Liorni sostituirà Amadeus alla conduzione de L’anno che verrà?

Marco Liorni condurrà un nuovo programma? Dopo l'addio di Amadeus, che dal prossimo autunno...

Chi era Marco Anastasia, storico dirigente Rai che per anni ha avuto rapporti col sindacato

Addio a Marco Anastasia, storico dirigente Rai scomparso all'età di 64 anni. Ad agosto...
Michela Sacchetti
Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.
spot_img