lunedì, 27 Settembre 2021

In arrivo la batteria solare più grande del mondo, per dire addio al carbone

Sarà in grado di alimentare interamente il parco divertimenti Disney World per oltre sette ore di autonomia: in Florida la batteria solare più grande al mondo.

Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.

300 milioni di dollari, 16 ettari, 132 container da 400 moduli batteria ciascuno, per un totale di 52.000, per quasi 410 MWh di capacità di accumulo: questi sono i numeri della più grande batteria solare al mondo, in Florida, negli Stati Uniti.

Si chiama Manatee Energy Storage Center e la sua messa a punto è quasi ultimata. La batteria solare, che con le sue strutture occupa una porzione di terreno equivalente a 30 campi da calcio affiancati, sarà alimentata dalla vicina farm fotovoltaica.

La sfida è aperta: il solare si prepara a rimpiazzare le vecchie centrali a carbone, per garantire energia pulita e rinnovabile per tutti, a prezzi competitivi e convenienti.

La capacità della mega batteria solare

Il Manatee Energy Storage Center sarà in grado, una volta a regime, di alimentare per 7 ore consecutive e in totale autonomia il parco di divertimenti Disney World con i suoi 900MWh di elettricità erogabili.

Per avere un’idea della dimensione della capacità di accumulo della batteria solare, basti pensare che è pari alla quantità di energia stoccabile in circa 100 milioni di batteria di Iphone collegati tra loro.

Il Manatee Energy Storage Center potrà anche soddisfare interamente il fabbisogno di 329.000 abitazioni private per più di due ore.

Non solo: l’impianto di accumulo funzionerà anche di notte o in caso di condizioni metereologiche sfavorevoli, grazie alla rete di inverter che monitorano e ripartiscono la produzione di energia elettrica derivante dall’adiacente impianto fotovoltaico.

Leggi anche: 5 vantaggi per abbinare ai pannelli fotovoltaici un impianto di accumulo

I vantaggi per l’ambiente

Batteria solare

Secondo la Florida Power and Light Company – FPL, proprietaria dell’impianto, la batteria solare più grande del mondo rappresenta un modello per la decarbonizzazione delle centrali elettriche, e promette una serie di benefici per l’uomo e per l’ambiente.

Grazie al Manatee Energy Storage Center, i clienti connessi al sistema fotovoltaico potranno risparmiare complessivamente tra i 50 e i 100 milioni di dollari all’anno di spesa energetica, mentre le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera sarà ridotto di oltre un milione di tonnellate.

La FPL ha poi in cantiere una serie di progetti green che alzano ancora di più il livello di attenzione sulle energie rinnovabili: entro il 2030 vuole infatti arrivare a installare 30 milioni di pannelli fotovoltaici, per il programma 30×30, nell’ottica di smantellare del tutto le centrali a carbone in Florida.

Dopo la messa in funzione della batteria solare, la FPL avvierà un progetto pilota per l’idrogeno verde, accelerando il processo che farà diventare la Florida uno stato a emissioni zero.

Un mondo di competizione

E mentre l’impianto di accumulo del Manatee si appresta ad essere acceso, il suo primato di batteria solare più grande al mondo potrebbe avere vita breve.

In Australia la CEP Energy infatti è al lavoro per inaugurare, nel Nuovo Galles del Sud, l’impianto di stoccaggio di Kurri Kurri. I tempi previsti di messa in funzione sono stimati al 2023, anno in cui la nuova super batteria solare sarà in grado di erogare una potenza di 1,2GW.

Una corsa all’oro verde, le energie rinnovabili, che promette di dar spettacolo nel business e sul mercato internazionale, incentivando un’economia basata sul rispetto della natura e dell’ambiente.

Le batterie solari in Italia

I sistemi di accumulo centralizzato in Italia sono ancora in fase embrionale, in ritardo sulle stime del PNIEC per il 2030.

Tuttavia la crescita del settore registra di anno in anno un’accelerazione promettente, che dovrebbe portare, nazionalmente, a un totale di 17,4 GW di capacità di stoccaggio dell’energia elettrica.

Attualmente la maggior parte degli impianti sono di tipo domestico – circa il 92% – e solo in minima parte di tipo industriale: un report di Anie Rinnovabili ha calcolato un totale di 43.784 sistemi di accumulo con una capacità massima di 333MWh e una potenza di 212 MW.

Leggi anche: Acciaierie a idrogeno, la svolta green parte dalla Lombardia. Ecco come

Enrica Vigliano
Enrica Vigliano, romana per adozione. Lavora nel mondo dell’arte e della comunicazione di eventi, dopo gli studi di Archeologia e di Business dei beni culturali. Adora parimenti la matematica e la grammatica, avendo una predilezione per le parole crociate e per la vita all’aperto.

Correlati

Stella Vita ed Emilia 4, la rivoluzione della mobilità solare

Sembra l’auto di un film di fantascienza o di un cartone animato della Pixar,...

21 settembre 2021, Giornata Mondiale Zero Emissioni: ecco cosa fare per salvare la Terra

Oggi, martedì 21 settembre, è la Giornata Mondiale Zero Emissioni, nota come ZeDay: lanciata...

Rapporto Coldiretti, l’estate anomala figlia del cambiamento climatico: la più calda dal 1800 con 1283 nubifragi

Secondo Coldiretti l'effetto dei cambiamenti climatici con l’alternarsi di siccità e alluvioni ha fatto perdere al nostro paese oltre 14 miliardi di euro in un decennio, tra cali della produzione agricola nazionale e danni alle strutture e alle infrastrutture nelle campagne con allagamenti, frane e smottamenti.