giovedì, Maggio 13, 2021

Scuola, Azzolina: “Stiamo per scrivere un capitolo nuovo nella storia della scuola italiana”

Oggi inizia il nuovo anno scolastico per la scuola italiana. Un anno complicato alle prese con le norme di sicurezza anti Covid. La Azzolina scrive a docenti, dirigenti e personale Ata.

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Oggi, 1 settembre, inizia ufficialmente l’anno scolastico, quello da affrontare con tutta la sicurezza del caso per evitare la diffusione dei contagi dal Covid. E la Ministra all’Istruzione Lucia Azzolina rivolge in una lettera alcune parole a docenti e a tutto il personale scolastico:

Quello che stiamo per vivere è un inizio davvero particolare: tutti Voi, Docenti, Dirigenti, Personale Ata, siete ben consapevoli del fatto che stiamo per scrivere, insieme, un capitolo nuovo e determinante nella storia della nostra scuola.

Leggi anche: Scuola, la ministra Azzolina: “Nessun rischio sulla riapertura”

La nuova scuola ai tempi del Covid

Nella lettera, la Ministra ricorda che i mesi passati sono stati duri per la scuola, travolta all’improvviso da questa pandemia. Ma incoraggia e premia il lavoro e i sacrifici fatti fino a qui, ricordando quanto il mondo scolastico abbia cercato di reagire a questa situazione. Ecco come continua la lettera della Azzolina:

Abbiamo affrontato un evento inatteso e davvero doloroso per noi che viviamo del contatto con gli studenti: la sospensione delle attività didattiche in presenza. La didattica a distanza, nonostante le difficoltà, ha tenuto vivo il legame con le nostre ragazze e con i nostri ragazzi. Insieme poi, a giugno, abbiamo riaperto i nostri Istituti, per la prima volta, per lo svolgimento degli Esami di Stato delle scuole secondarie di secondo grado. In molti avevano messo in dubbio la nostra capacità di organizzarli in presenza, allarmando su possibili fughe di commissari e presidenti di commissione.

Leggi anche: Cts, a scuola tutti con la mascherina. Si toglie solo per le interrogazioni

La scuola riparte tra critiche e perplessità

La scuola riparte, ma non mancano le critiche e le perplessità, specialmente tra le forze politiche. In questi mesi la stessa Ministra e la gestione della pandemia nel mondo scolastico sono stati più volte messe in discussione, soprattutto dalla Lega di Salvini. Ecco come la Azzolina ringrazia il personale scolastico:

In pochi hanno poi voluto raccontare con quale spirito di servizio la scuola tutta abbia gestito senza alcuna criticità una prova che resterà nella storia e nel cuore di studentesse e studenti. Anche di questo non posso che ringraziarvi uno per uno. A breve le scuole riapriranno le porte a tutti. Prima con i percorsi di recupero degli apprendimenti, che andranno avanti anche durante l’anno per garantire a ciascuno studente la preparazione di cui ha bisogno, poi con le lezioni vere e proprie.

Leggi anche: Scuola, ecco come sarà il rientro per i bambini da 0 a 6 anni

Nuovo anno scolastico con le regole di sicurezza

La titolare del Ministero all’Istruzione si dice fiera del lavoro svolto e afferma che mai nessuno in Europa si è impegnato così a fondo durante l’estate per mettere in piedi una scuola nuova, in sicurezza per Covid. Ecco come continua la lettera:

Ci troveremo a convivere con regole di sicurezza da rispettare e con una maggiore attenzione agli aspetti sanitari. Non era mai successo prima. So che c’è preoccupazione, è comprensibile. Ci darà sostegno la garanzia del gran lavoro fatto. Lo dico senza alcun trionfalismo, ma con soddisfazione: dati alla mano, nessuno in Europa si è impegnato così tanto nei mesi estivi per preparare la scuola a questa nuova stagione.

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Ultime notizie