lunedì, 17 Gennaio 2022

Audiolibri, boom di ascoltatori: in Italia si arriva a 10 milioni

Cresce la passione per gli audiolibri: non sono solo un modo per imparare e conoscere, ma anche uno strumento contro la noia e la solitudine nonché un antidoto contro l'insonnia.

Asia Solfanelli
Intraprendente e instancabile penna, poliglotta, appassionata lettrice e avida viaggiatrice. Sviscerata amante del cinema. E ultimo, ma non per importanza, eterna studiosa, perché non si finisce mai d’imparare.

Audiolibri, in Italia cresce la passione. A confermalo sono i trend di ascolto registrati proprio questo mese dall’ultima ricerca NielsenIQ per Audible: 10 milioni di ascoltatori nel 2021 significano un aumento dell’11% rispetto al 2020.

Per molti gli audiolibri sono compagni contro la solitudine e la noia, per altri un modo alternativo per imparare e conoscere, per altri ancora addirittura un antidoto contro l’insonnia.

Aubible compie 5 anni e festeggia la nuova passione degli italiani per gli audiolibri

Aubible compie 5 anni e festeggia la nuova passione degli italiani per gli audiolibri.

Gli audiolibri sono di fatto una maniera alternativa con cui avvicinare i cittadini non solo alla lettura, ma anche alla cultura. Se i prodotti offerti sono di qualità, quel che si propone di fatto è un modo alternativo per informarsi e conoscere, ma anche svagarsi e divertirsi.

Aubible è una società Amazon nonché tra i maggiori player nella produzione e distribuzione di intrattenimento audio di qualità, nello specifico audiolibri, podcast e serie audio. Quest’anno l’azienda compie cinque anni e festeggia con successo i risultati conseguiti: poter contare 10 milioni di ascoltatori non è roba da poco.

Da Audible fanno sapere:

Sono trascorsi 5 anni dall’arrivo del servizio di Audible in Italia e siamo davvero felici di constatare che tra le abitudini degli italiani, ogni anno di più, trovano accoglienza audiolibri, podcast e serie audio, i tre formati principali dell’audio parlato.

Con Audible continuiamo a investire per rendere il nostro catalogo sempre più completo e interessante.

Audiolibri, chi sono gli appassionati in Italia?

Le statistiche testimoniano che gli audiolettori sono per lo più Millennials: il 54% degli appassionati ha infatti un’età compresa tra i 25 e i 34 anni. Tra questi, il 7% si dedica all’attività almeno una volta al giorno, cifra sufficiente a renderli ‘heavy users’.

Stando alle stime, la pratica è soprattutto diffusa nel Centro Italia in cui si registra il 51% degli ascoltatori.

E se la tendenza è quella di privilegiare l’ascolto in casa, va tuttavia riconosciuto che il graduale ritorno alla ‘normalità’ post Covid sta incentivando anche l’ascolto in commuting, ovvero in macchina e sui mezzi pubblici durante gli spostamenti tra casa e lavoro.

Mentre l’83% preferisce dedicarsi alla pratica in solitaria, va precisato che anche la condivisione dell’esperienza sta aumentando notevolmente.

In media, una sessione di ascolto dura 25,4 minuti.

Leggi anche: Il mercato del libro vince la pandemia, è boom delle vendite online

Quali audiolibri ascoltano gli italiani?

Le stime Audible dei suoi primi cinque anni in Italia posizionano al primo posto Harry Potter e la pietra filosofale di J.K. Rowling. Tra i podcast, a vincere Listen and learn con John Peter Sloan, mentre tra le serie audio è The Sandman – Neil Gaiman & Dirk Maggs.

Se si considerano i generi, i più amati sono i classici al 32%, seguiti dai thriller al 28% e dai libri fantasy e di science fiction, che raggiungono invece il 23% degli audiolettori.

Tra gli intramontabili ci sono Il conte di Montecristo (classico), Harry Potter (fantasy), Io uccido (thriller), Cleopatra, donna e regina di Alberto Angela (storia), Storie brutte sulla scienza di Barbascura X (scienza), Febbre di Jonathan Bazzi (LGBT) e Le cronache di Narnia di C.S. Lewis (per bambini).

Cosa fa vincere gli audiolibri?

Cosa fa vincere gli audiolibri?

Senza dubbio, il fatto che le opere di grandi autori come Alberto Angela, Roberto Saviano e Sandro Veronesi siano oggi disponibili anche in formato audio ha enormemente contribuito ha rendere la pratica molto più attrattiva e diffusa. Molto però si deve anche alla bravura di voci e autori che hanno fatto la storia dell’audiolettura italiana, Matteo Caccia non è che un esempio.

A stimolare l’audiolettura vi è poi senza dubbio la voglia di rilassarsi, il 46% degli italiani ammette che è la prima ragione per cui attacca le cuffie e si dedica alla trama di un libro.

Ma non solo. Il 23% della popolazione afferma di sfruttare l’attività per imparare e conoscere, mentre per il 31% ascoltare, invece che leggere, è in alcune situazioni e contesti l’unico modo per godere davvero del piacere di una bella storia.

Per 50% degli italiani l’audio entertainment è un’ottima pratica da associare ad altre faccende, per il 43% è una compagnia, un’arma contro la solitudine, mentre per un buon 40% è un aiuto a prendere sonno.

Leggi anche: Capitale Italiana del Libro 2021, Vibo Valentia rinasce e vince la seconda edizione

Asia Solfanelli
Intraprendente e instancabile penna, poliglotta, appassionata lettrice e avida viaggiatrice. Sviscerata amante del cinema. E ultimo, ma non per importanza, eterna studiosa, perché non si finisce mai d’imparare.

Correlati

Migliori brand di moda donna emergenti: ecco quelli da tenere d’occhio

Quali sono i migliori brand di moda donna emergenti del momento? Partiamo anzitutto col...

I selfie delle star: ecco i 7 più hot del 2021

Quali sono i 7 selfie più hot del 2021?Non c'è niente di più spontaneo...

Dieta senza lieviti, addio a gonfiore e pesantezza: ecco il menù settimanale

Quando Natale volge al termine, quella fasidiosa sensazione di pesantezza allo stomaco è comune...