domenica, Gennaio 17, 2021

Antartide, il buco dell’ozono più grande degli ultimi 40 anni si è finalmente chiuso

Lo scorso settembre aveva raggiunto una dimensione di 24,8 milioni di chilometri quadrati. Oggi il buco dell’ozono più grande mai misurato si è finalmente chiuso.

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

A pochi giorni dalla fine dell’anno 2020, il buco dell’ozono più grande e profondo degli ultimi 40 anni si è finalmente chiuso.

Si era aperto sull’Antartide e lo scorso settembre aveva raggiunto la dimensione record di 24,8 milioni di chilometri quadrati, diffondendosi su gran parte del continente antartico. L’Organizzazione mondiale di meteorologia ricorda:

È stato il buco più duraturo e uno dei più grandi e profondi dall’inizio del monitoraggio 40 anni fa.

Antartide, il buco dell’ozono più grande degli ultimi 40 anni si è chiuso

buco dell'ozono antartide

Il buco dell’ozono più grande mai misurato è stato originato da un vortice polare forte, stabile e freddo e dalle basse temperature alle altitudini della stratosfera. Gli stessi fattori meteorologici che hanno contribuito a creare il buco dell’ozono record nell’Artico del 2020.

È un fenomeno naturale che ciclicamente si ripropone. Scoperto nella prima volta nel 1985, il buco solitamente si riapre ogni anno tra agosto e dicembre. Può dipendere da fenomeni atmosferici naturali o anche dall’inquinamento causato dall’uomo. Si legge in una nota dell’OMM:

Le ultime due stagioni di buchi dell’ozono hanno dimostrato la variabilità anno su anno di queste brecce e migliorato la nostra comprensione dei fattori responsabili di queste formazioni, della loro estensione e della loro pericolosità.

Leggi anche: Coronavirus, l’inquinamento scende del 50% in Europa

Il buco dell’ozono e il protocollo di Montreal

Il buco dell’ozono è una breccia che si crea di conseguenza alla riduzione dello strato di ozono che compone la stratosfera.

Il fenomeno naturalmente si verifica sulle regioni polari durante la primavera. Ci sono poi fattori esterni, quali l’inquinamento umano, che ne favoriscono la riduzione alterando gli equilibri naturali.

Lo strato di ozono, infatti, assorbe le radiazioni ultraviolette. Se lo strato si riduce, la quantità di radiazioni che raggiunge la superficie terrestre aumenta. In minima quantità gli ultravioletti non sono dannosi, ma se assorbiti in dosi maggiori hanno invece effetti negativi su tutto l’ecosistema.

Per scongiurare il pericolo di un eccessivo assottigliamento dell’ozono in stratosfera, nel 1987 si è provveduto a regolamentare l’uso di agenti chimici dannosi per l’ozono con il Protocollo di Montreal, favorendo la ripresa dello strato di ozono.

È stato calcolato che la situazione tornerà a livelli precedenti agli anni ’80 entro la metà del nostro secolo, ma, scrive l’OMM, per riuscire “abbiamo bisogno di un’azione internazionale continua per applicare il protocollo di Montreal”.

Leggi anche: L’inquinamento uccide Ella, aveva solo 9 anni. Da Londra la storica sentenza

Elza Coculo
Elza Coculo
Elza Coculo, 30 anni, di adozione romana. Lettrice appassionata con formazione in Studi italiani. Laureata in Editoria e Scrittura. Redattrice per Il Digitale. Amo scrivere di attualità e cultura eco-sostenibile.

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Maria Chiara, non vedente e disabile, si laurea con 110 e lode: “Un simbolo per molti ragazzi”

Arriva per la 26enne Maria Chiara la seconda laurea in lingue per la comunicazione e la cooperazione internazionale all'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. La tesi, scritta interamente in francese, coniuga le sue due più grandi passioni: le lingue e la musica.

Ti sei mai chiesto quali sono i 20 eserciti più potenti al mondo?

20) Spagna Indice della forza militare: 0,3388Popolazione totale: 49.331.076Personale...

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Ultimi

Bastarde Senza Gloria: la crew di skater italiana in rosa

Sono giovani e piene di grinta le atlete della prima squadra italiana di skateboard tutta al femminile. E presto daranno grande spettacolo alle Olimpiadi di Tokyo 2021.

Crisi di Governo, domande e risposte. Ecco cosa sta succedendo

Per tutti coloro che non ci stanno capendo nulla, ma anche per tutti coloro che invece credono di averci capito qualcosa, facciamo chiarezza sull'attuale crisi di Governo.

Mandala, dal significato del simbolo sacro all’uso oggi per disegni e tatuaggi

Scopriamo il significato e gli svariati usi del mandala, disegno che racchiude in se un'infinita simbologia.

Quokka, il marsupiale più felice del mondo, divenuto virale, è in via d’estinzione

Il quokka per il suo aspetto è molto ricercato per i selfie. È però meno dolce di quello che si pensi. Ha infatti uno strano modo di proteggersi.

San Valentino 2021, le 5 location romantiche (e più ricercate) di sempre!

Pronti alla nuova scommessa? E se per questo San Valentino 2021 il...