lunedì, Settembre 21, 2020

Vaccino covid: 4 italiani su 10 non vorrebbero farlo. Una questione psicologica

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Sebbene gli scienziati indichino il vaccino, se e quando sarà disponibile, come soluzione efficace per tornare alla normalità, 4 italiani su 10 non sembrano essere propensi alla vaccinazione da Covid. Lo rileva uno studio dell’EngageMinds Hub dell’Università Cattolica.

Vaccino si o vaccino no, lo studio

Secondo la ricerca condotta da un team coordinato da Guendalina Graffigna, il 41% della popolazione colloca la propria propensione a una futura vaccinazione tra il “per niente probabile” e a metà tra “probabile e non probabile“. La ricerca è stata condotta tra il 12 e il 18 maggio scorsi su un campione di 1.000 persone rappresentativo di tutta la popolazione italiana. Dai dati emersi, si può indicare che è il Centro Italia meno propenso a sottoporsi al vaccino anti covid. Guendalina Graffigna,ordinario di Psicologia dei consumi e direttore del centro di ricerca EngageMinds Hub dell’Università Cattolica, chiarisce:

In generale, i più giovani (34% contro il 41% del totale campione) e i più anziani (29% contro il 41% del totale campione) sono meno esitanti nei confronti della vaccinazione. Più cariche di dubbi, invece, risultano le persone tra i 35 e i 59 anni (48% contro il 41% del totale campione). Dalla ricerca non emergono particolari accentuazioni sulla base della professione: i pensionati e gli studenti si confermano meno diffidenti verso il vaccino; più esitanti invece gli operai e nella media impiegati e imprenditori.

Leggi anche: No vax: “Italiani, cavie per un vaccino anticovid 19 che non funzionerà”

Il vaccino covid, una questione psicologica

Confrontando i dati e le psicologie di chi è più o meno propenso a sottoporsi al vaccino contro il coronavirus, si intuisce che chi è fatalista e ritiene che il rischio di contagio da Sars-CoV-2 sia fuori dal suo controllo è piuttosto esitante rispetto alla possibilità di vaccinarsi (57% contro il 41% del totale campione), mentre al contrario chi è più realistico, sente più la responsabilità anche sociale non solo personale nella prevenzione del contagio e risulta più positivo e propenso verso la somministrazione del vaccino. C’è anche lo scontro tra chi è più egoista o individualista, quindi non propenso al vaccino, e chi è più attento alla salute collettiva. Secondo la studiosa che conduce l’indagine:

Questi dati sono un campanello di allarme di cui tenere conto, soprattutto perché segnalano la necessità di iniziare sin da subito con una campagna di educazione e sensibilizzazione dedicata alla popolazione in cui aiutare a comprendere l’importanza di vaccinarsi contro Covid. Non si tratta solo di diffondere informazioni o di combattere fake news sui vaccini. Ciò che va perorato, prima ancora di un atteggiamento positivo verso i vaccini, è la maturazione di un migliore coinvolgimento attivo verso la salute e la prevenzione, che passa dalla comprensione di come ogni nostra azione preventiva sia un atto di responsabilità sociale verso la salute della collettività.

Leggi anche: Arcuri: “L’emergenza finirà solo con il vaccino”

di Catiuscia Ceccarelli

 

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Correlati

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Olivia Paladino, giovane, elegante e in carriera. Ecco chi è la fidanzata di Giuseppe Conte

Figlia della Roma bene, più giovane del Premier di circa 15 anni, mamma di una adolescente e manager del prestigioso Hotel di famiglia. Incuriosisce la vita della First Lady italiana.

Libellula significato, simbologia e leggende

Libellula significato e spiritualità. Un insetto dai mille colori che affascina con il suo volo leggero incarnando diversi significati a seconda delle culture

Ultimi

Ecco chi sono e cosa fanno i figli dei VIP più famosi

Con la complicità dei social network, sono molti i figli dei VIP diventati famosi grazie ai loro cognomi privilegiati. Alcuni cavalcano solo un’onda, altri si sono distinti per le loro capacità. Scopriamo chi sono.

Covid-19, la scommessa degli esperti: vaccino a novembre

Con quasi 30 milioni di casi confermati in tutto il mondo, quella...

A casa di Paola Barale, un rifugio nel cuore di Milano

Un appartamento luminosissimo in stile urban chic, nella zona Porta Garibaldi di Milano, con vista mozzafiato su City Life. Ecco qualche curiosità sulla conduttrice.