giovedì, Maggio 13, 2021

Università: 5 regole per ripartire in sicurezza. Ecco quali

Dalla prenotazione del posto in aula alla mascherina obbligatoria in presenza. Ecco alcuni punti focali delle 5 regole proposte dal Ministro all'Università Manfredi per ripartire in sicurezza.

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

L’Università italiana riparte in convivenza con il coronavirus, seguendo 5 regole fondamentali. Quali? Dalla prenotazione del posto in aula alla mascherina obbligatoria in presenza. Lo ha annunciato il Ministro Gaetano Manfredi.

Università, le 5 regole per ripartire

L’Università italiana sta per ripartire con le varie attività didattiche ma deve fare i conti con le restrizioni per contrastare i contagi da Covid. Il Ministro di riferimento, Gaetano Manfredi, secondo quanto riportato anche da Il Sole24Ore, ha comunicato le 5 regole generali cui dovranno attenersi gli studenti, per una ripartenza organizzata in sicurezza:

  • Visto che all’ingresso non è necessaria la rilevazione della temperatura corporea, si fa appello al buon senso degli studenti e del copro docente. In caso di sintomi di infezioni respiratorie acute non si può frequentare
  • Mascherina sempre indosso in aule, nei laboratori e negli spazi comuni a protezione del naso e della bocca
  • Nelle aule ci si può sedere solo nelle sedute permesse evidenziate da appositi segnali, evitando assembramenti in entrata e uscita e contatto fisico
  • Lavare frequentemente le mani o usare gli appositi dispenser di soluzioni igienizzanti, senza toccarsi il viso e la mascherina
  • Seguire le indicazioni riportate sulla cartellonistica

Leggi anche: Università, garantite le lezioni online. Ma sulla ripartenza nessuna linea guida

Università, turni e posti ridotti

La capienza in aula, per via delle normative anti contagio, sarà inevitabilmente ridotta della metà. Molti Atenei prevedono la prenotazione del posto attraverso piattaforme idonee a tale necessità. Una modalità suggerita soprattutto alle matricole, per le quali sono previste lezioni “fisiche”. Mentre, per chi è già iscritto agli anni successivi la frequenza verrà regolata con i turni.

Leggi anche: Crollo delle immatricolazioni universitarie. Al Sud situazione drammatica

Università, didattica mista per il prossimo semestre

Oltre al rispetto delle 5 regole, per il prossimo semestre, le Università italiane si stanno organizzando per offrire una didattica “mista”: ogni volta che sarà possibile, le lezioni saranno in presenza ma anche da remoto. Secondo quanto riferito dal Ministro Manfredi a Radio 24:

Abbiamo organizzato con tutti gli atenei la ripartenza in presenza a settembre, con affollamento delle aule al 50%, disciplina degli accessi e sanificazione, per la piena sicurezza. Avremo una parte dei corsi in presenza, così come le attività di laboratorio, alcuni corsi verranno ancora tenuti a distanza, anche per garantire la continuità didattica.

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Ultime notizie