lunedì, Novembre 30, 2020

Prima piscina per cani, così il canile di Cagliari affronta l’estate

Una bella iniziativa dei Giovani Sardisti del Psd’Az che hanno donato al canile di Cagliari una piscina e diversi sacchi di cibo per cani.

Luca Tartaglia
Luca Tartaglia
Classe 88. Yamatologo laureato in Lingue Orientali, specializzato in Editoria e Scrittura, con un Master conseguito in Diritto e Cooperazione Internazionale. Ama dedicarsi a Musica e Cultura, viaggiare, “nerdeggiare” e tutto ciò che riguarda J. J. R. Tolkien

Non si riparte solo dalle persone. Sembra essere questo il “motto” che segue alla donazione da parte dei Giovani Sardisti (Psd’Az, Partito d’Azione Sardo) di una piscina per i cani del canile comunale di Via Po a Cagliari. Gesto che ha visto la partecipazione della consigliera comunale Antonella Scarfò, l’assessore al Benessere animale Paola Piroddi e Marcello Polastri, Presidente della Commissione Patrimonio e Politiche per la sicurezza. Oltre la piscina “ricreativa” una dozzina di sacchi grandi di cibo per cani e per gatti. Ma è la piscina il fiore all’occhiello di questo gesto. Delle vasche-piscine che si pensa possano donare sollievo e refrigerio agli ospiti della struttura comunale, tenendo conto anche del fatto che a Cagliari si sta vivendo un’estate torrida.

Giovani Psd'az per cani piscina
Una fotografia dei Giovani del Psd’Az al Canile di Cagliari.

Leggi anche: Eduardo, attivista di 17 anni, apre un rifugio tutto suo per salvare cani e gatti randagi

Due cose sono fondamentali nella vita, l’acqua e la famiglia

Sul sito del ricovero per cani possiamo leggere come il canile gestisce circa 260 cani ripartiti in due strutture separate, in particolare vengono accolti solo i cani ritrovati o smarriti nel territorio del comune di Cagliari.  La struttura è composta dagli uffici del canile, gli ambulatori e la sala operatoria, per la cura della salute dei cani presenti. Hanno a disposizione aree verdi a loro dedicate, dove possono correre e giocare liberamente. E ora anche una piscina. Centrale è sempre lo scopo di far adottare questi cani abbandonati. Per fortuna ci viene comunicato che anche durante il periodo di lockdown le adozioni non si sono fermate. Il punto cardine è che il canile deve essere per questi cani un luogo di passaggio e non di permanenza.  Riguardo ciò la consigliera comunale si è pronunciata così:

Abbiamo donato una piscina anche per rinfrescarsi perché pensiamo che nella vita due cose sono essenziali: l’acqua e la famiglia. Questi cagnolini ora potranno rinfrescarsi ma non hanno ancora una famiglia, perciò, invitiamo tutti a venire qua e adottare un nuovo amico.

Luca Tartaglia
Luca Tartaglia
Classe 88. Yamatologo laureato in Lingue Orientali, specializzato in Editoria e Scrittura, con un Master conseguito in Diritto e Cooperazione Internazionale. Ama dedicarsi a Musica e Cultura, viaggiare, “nerdeggiare” e tutto ciò che riguarda J. J. R. Tolkien

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Ti sei mai chiesto quali sono i 20 eserciti più potenti al mondo?

20) Spagna Indice della forza militare: 0,3388Popolazione totale: 49.331.076Personale...

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Ultimi

Online dating: la guida definitiva alle app di incontri in rete

Parlare di online dating è per certi versi ancora un tabù. Per...

Ci lascia David Prowse, il mitico Darth Vader di Star Wars

Il celebre attore è morto questa domenica all’età di 85 anni. La scomparsa è stata annunciata della sua agenzia con un messaggio su Twitter.

Utah, scomparso il misterioso monolite di metallo

Era stato avvistato lo scorso 18 novembre in un remoto deserto ad ovest degli Stati Uniti. Le ipotesi sulla sua origine le più fantasiose. Ad ogni modo, il monolite è stato rimosso, ma è ancora mistero.

Cos’è il cambiamento climatico e come influenzerà la nostra e le future generazioni

Sempre più spesso sentiamo parlare di cambiamento climatico, riscaldamento globale, catastrofi ambientali...

Le 10 frasi più pronunciate da Conte durante la pandemia. Una è virale

Giuseppe Conte è ufficialmente al Governo dal 1 Giugno 2018, con rinnovo...