sabato, Settembre 25, 2021

Ronald Greene ucciso dalla polizia: nel 2019 le autorità avevano dichiarato la morte per incidente

Nel 2019 Ronald Greene fu ucciso dalle percosse di agenti di polizia, alla famiglia era stato detto che era morto a causa di un incidente d'auto, dopo due anni la verità. Ecco le immagini scioccanti.

Tommaso Panza
Tommaso Panza
Salentino, classe 1993. Una laurea in mediazione linguistica. Fondazione Basso(Roma). Amante della lettura e del cinema, in particolare delle opere che raccontano spaccati di realtà. Deciso sin da piccolo a diventare un giornalista.

Ronald Greene è stato ucciso dalla polizia. Dopo il fatale incontro del 2019 di Ronald Greene con la polizia di stato della Louisiana, i membri della famiglia hanno affermato che la polizia due anni fa avesse detto loro che Ronald fosse morto a causa di un incidente d’auto.

La dimostrazione che il ragazzo è morto dopo aver lottato con le forze dell’ordine a seguito di un inseguimento terminato in un incidente il 10 maggio 2019 è arrivata da un rapporto preliminare della divisione investigativa criminale della Louisiana State Patrol (LSP), oltre che da un video ottenuto da Associated Press (AP) a dimostrare l’aggressione subita dal ragazzo afroamericano da parte dei poliziotti

Ronald Greene ucciso dalla polizia: l’ennesimo afroamericano vittima dalle forze dell’ordine

Ronald Greene ucciso dalla polizia: l'ennesimo afroamericano vittima dalle forze dell'ordine

Mentre riecheggia ancora la sentenza che ha mandato in carcere Derek Chauvin, il poliziotto che ha ucciso George Floyd, ecco che salta fuori l’ennesimo omicidio perpetrato da parte della polizia americana, stavolta con un insabbiamento da parte delle forze dell’ordine che ha dell’incredibile.

L’incidente del 2019

Il rapporto iniziale del 2019 sull’incidente della polizia di stato della Louisiana non menziona i poliziotti che usano la forza o arrestano Ronald Greene

Il rapporto iniziale dell’LSP diceva che due agenti hanno inseguito un veicolo guidato da Greene in seguito a un tentativo di fermare quest’ultimo per una violazione del traffico non specificata.

L’inseguimento ad alta velocità sarebbe poi terminato quando Ronald Greene ha fatto schiantare il suo veicolo. Un rapporto investigativo preliminare in seguito ha affermato che:

Greene è stato arrestato dopo aver resistito all’arresto e ad una lotta con gli agenti.

Poco tempo dopo Greene non ha risposto ed è stato trasportato al Glenwood Medical Center dal Pafford Medical Service.

È morto mentre andava in ospedale.

La famiglia di Robert Greene: “Ci hanno mentito per due anni”

La polizia fin dall’inizio ha detto alla famiglia di Greene che l’uomo era morto in un incidente d’auto alla fine di un inseguimento con la polizia.

Un agente ha detto alla madre di Greene, che l’uomo fosse morto in seguito all’impatto immediatamente dopo aver colpito un albero.

La famiglia di Greene però non ha mai creduto a quella versione e ha intentato una causa federale per omicidio colposo depositato il 6 maggio 2020, secondo la quale Greene è stato “brutalizzato dalla polizia di stato della Louisiana e dai vice ufficiali della parrocchia dell’Unione che hanno causato la sua morte”

La causa sostiene che gli ufficiali “hanno usato forza letale” contro di lui. Gli imputati hanno presentato una mozione per archiviare la causa. Un avvocato della famiglia Greene ha detto alla CNN che il caso è sospeso in attesa dell’esito dell’indagine penale.

Ronald Greene ucciso dalla polizia: il video diffuso da AP

Ronald Greene ucciso dalla polizia: il video diffuso da AP

Ora, più di due anni dopo, il video della telecamera del corpo ottenuto dall’Associated Press mostra cosa è successo a Ronald Greene dopo l’incidente su una strada buia fuori dalla città di Monroe, nel nord della Louisiana, il 10 maggio 2019.

In tre brevi video clip pubblicati dall’agenzia di stampa, quella notte si può sentire Greene che si scusa con gli agenti, dicendo che era spaventato e chiedendo la loro pietà. Le immagini sono la testimonianza diretta di come Ronald Greene sia stato ucciso dalla polizia.

Dopo essere stato colpito con un taser, nel video si sente Greene mugugnare di dolore mentre è ancora a terra, per poi essere messo in manette da un agente, mentre l’altro (erano in due) lo prende a calci più volte.

 Si può sentire uno di loro dire: “Ho sangue dappertutto, spero che questo stronzo non abbia l’AIDS del cazzo”, mentre Greene continua a lamentarsi. 

L’Associated Press riporta che Greene è rimasto sdraiato a faccia in giù a lamentarsi per più di nove minuti mentre gli agenti hanno usato salviettine disinfettanti per lavare via il sangue dalle loro mani e dal viso

Quest’ultima parte però non è in nessuno dei segmenti video che l’AP ha pubblicato online.

Il rilascio delle clip arriva mentre la divisione per i diritti civili del Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti indaga sulla morte, insieme all’ufficio del procuratore degli Stati Uniti per il distretto occidentale della Louisiana e all’FBI.

Leggi anche: Minneapolis, nei giorni del processo Floyd la polizia spara e uccide un 20enne afroamericano: nuovi scontri

Tommaso Panza
Tommaso Panza
Salentino, classe 1993. Una laurea in mediazione linguistica. Fondazione Basso(Roma). Amante della lettura e del cinema, in particolare delle opere che raccontano spaccati di realtà. Deciso sin da piccolo a diventare un giornalista.

Ultime notizie