lunedì, Ottobre 18, 2021

Gratta e Vinci rubato, trovato il tabaccaio in partenza: “Il ticket è in una banca a Latina, ma è mio”

Trovato il tabaccaio che ha rubato a un'anziana un Gratta e Vinci da 500.000 euro: si tratta del 57enne Gaetano Scutellaro, bloccato dalla Polizia a Fiumicino. L'uomo adesso sostiene che il ticket sia suo e che denuncerà la 70enne che lo ha accusato.

Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Trovato il tabaccaio del Gratta e Vinci. Ha fatto molto discutere quanto accaduto a Napoli venerdì scorso, quando un tabaccaio ha sottratto a una 70enne un “gratta e vinci” del valore di 500.000 euro consegnatogli dalla donna, per poi darsela a gambe e far perdere le proprie tracce. I Monopoli di Stato avevano immediatamente provveduto a sospendere la validità del biglietto in modo da impedire al tabaccaio fuggitivo di incassare l’enorme cifra, mentre i Carabinieri della Compagnia Napoli Stella erano alla ricerca dell’uomo.

Alla fine, l’avido tabaccaio è stato trovato: voleva espatriare a Fuerteventura, nelle Canarie. L’uomo, con una mossa non certamente astuta, ha infatti deciso di presentarsi al check-in esibendo i suoi documenti, ma, ovviamente, quel nome e cognome, che dopo la denuncia dell’anziana ai Carabinieri erano ormai stati segnalati a tutte le Polizie d’Italia, non sono passati inosservati. L’uomo è stato così fermato a Fiumicino dalla Polizia di frontiera.

Trovato il tabaccaio del Gratta e Vinci, bloccato a Fiumicino in partenza per Fuerteventura: “Sono io la vittima”

Trovato il tabaccaio del Gratta e Vinci, bloccato a Fiumicino in partenza per Fuerteventura: "Sono io la vittima"

Le forze dell’ordine hanno trovato Gaetano Scutellaro, questo il nome del tabaccaio 57enne, all’aeroporto di Fiumicino, che aspettava tranquillo di sapere a quale gate avviarsi per volare finalmente verso Fuerteventura, Canarie. I due agenti della polizia di frontiera gli hanno chiesto di seguirli e gli hanno notificato una denuncia a piede libero per furto e, pur non essendo previsto un interrogatorio in situazioni del genere, gli hanno comunque chiesto di riconsegnare il ticket vincente sottratto alla cliente venerdì mattina.

L’uomo, però, ha sorpreso di nuovo tutti, affermando di non avere con sé il biglietto vincente (cosa confermata dalla perquisizione dei bagagli e personale a cui è stato sottoposto): il ticket sarebbe stato depositato in una banca di Latina. Qui l’uomo ha appositamente aperto un conto corrente sul quale ha chiesto che venisse versato il denaro della vincita. Il tagliando sarebbe stato comunque sequestrato in via cautelativa e l’operatività del conto corrente dove era stato depositato bloccata.

Nessun pentimento o ripensamento per quanto fatto, tutt’altro: adesso il tabaccaio non solo sostiene di essere lui la vera vittima del furto dato che, a suo dire, il ticket gli apparteneva, ma vuole pure denunciare per questo la 70enne che lo ha denunciato. Tutto, pur di non ammettere l’errore. Anche perché, Gaetano Scutellaro, da tabaccaio, non poteva non sapere che il ticket vincente da lui sottratto sarebbe stato immediatamente bloccato.

Leggi anche: Montappone: vince 156 milioni di euro al SuperEnalotto e il paese già avanza richieste di aiuto

Trovato il tabaccaio del Gratta e Vinci: l’Adm sospende la licenza d’esercizio della tabaccheria, inchiesta in corso

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha immediatamente provveduto a bloccare il biglietto tanto agognato, annullando la validità dell’intero lotto di Gratta e Vinci da cui proveniva quello vincente. Non solo. L’Adm ha pure sospeso la licenza d’esercizio della tabaccheria Materdei, che da qualche tempo Scutellaro aveva trasferito alla moglie: decisione presa dalle Autorità proprio in nome del rapporto di stretta parentela che intercorre tra l’uomo denunciato per furto e la titolare della rivendita.

Trovato il tabaccaio del Gratta e Vinci: l'Adm sospende la licenza d'esercizio della tabaccheria, inchiesta in corso

Il direttore generale dell’Agenzia, Marcello Minenna, ha spiegato come la moglie di Scutellaro, nonché titolare della tabaccheria “dovrà dimostrare la sua completa estraneità”. Ma l’inchiesta aperta su quanto accaduto dovrà ancora fare luce su molte cose: è ancora presto per dire se la denuncia ai danni di Gaetano Scutellaro arriverà o meno a una fase dibattimentale. Tuttavia, le immagini registrate nella tabaccheria da una telecamera a circuito chiuso (che ha ripreso quanto accaduto venerdì scorso) potranno fare piena luce sulla vicenda.

Leggi anche: Napoli: anziana vince 500mila euro al Gratta e Vinci, il tabaccaio lo intasca e fugge

Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Ultime notizie