lunedì, Gennaio 25, 2021

Tom Hanks sopravvisuto al Covid: “Dolori paralizzanti, ho avuto paura”

Tom Hanks e sua moglie sono state le prime personalità pubbliche a rendere noto di aver contratto il coronavirus e a raccontare gli effetti della malattia.

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Il virus Covid 19 fa male. Paralizza dal dolore, toglie la concentrazione e priva il malato del senso del gusto e dell’olfatto. L’attore americano Tom Hanks ha avuto il coronavirus e racconta la sua esperienza in una intervista al Guardian.

Tom Hanks e il Covid

Tom Hanks in una scena del film Inferno.

Il virus ha colpito l’attore di Forrest Gump e la moglie Rita Wilson. Il destino è beffardo. Proprio lui, il grande interprete del film Inferno del regista Ron Howard, capolavoro cinematografico tratto dal libro omonimo di Dan Brown, è stato duramente infettato da un virus sconosciuto e potente. Nel film girato a Firenze, Hanks è il noto professor Robert Langdon, alla disperata ricerca dei campioni di virus letale prodotti da un folle fanatico di Dante, Bertrand Zobrist, che vorrebbe provocare un’epidemia di peste per bloccare da subito la crescita demografica. Ma il coronavirus è stato reale per Tom Hanks e alquanto doloroso.

Leggi anche: Coronavirus, l’accelerata di Trump sul vaccino: “Pronto entro la fine del 2020”

In lotta contro il Covid

L’attore statunitense e sua moglie hanno rivelato di aver vissuto giorni terribili in lotta contro il Covid-19. I due furono le prime personalità pubbliche a rendere noto di aver contratto il coronavirus e a raccontare gli effetti della malattia. Ecco cosa ha riportato Tom Hanks nella sua intervista:

Ho avuto dolori paralizzanti, ero sempre affaticato e non riuscivo a concentrarmi su niente per più di 12 minuti. Mia moglie ha perso il senso del gusto e dell’olfatto, aveva una forte nausea, e una febbre molto più alta della mia.

Due settimane di inferno per Tom Hanks

Tom Hanks e la moglie Rita Wilson, colpiti dal virus Covid 19.

L’attore racconta di aver sofferto per almeno due settimane, un periodo strano con sintomi diversi rispetto a quelli manifestati dalla moglie Rita:

Quando eravamo in ospedale, mi sono detto: “Ho 63 anni, il diabete di tipo 2, mi è stato messo uno stent al cuore, non sono proprio il candidato ideale” Ma finché le nostre temperature non sono aumentate pericolosamente e i nostri polmoni non si sono riempiti di qualcosa che potesse essere polmonite, non ci siamo preoccupati.

Leggi anche: Arriva il caldo, mascherina sì o no? Parola agli esperti

L’importanza della prevenzione

Dopo quello che ha passato per colpa del coronavirus, Tom Hanks sottolinea l’importanza della prevenzione, per tutti e specialmente in una America che preoccupa per via dei contagi e delle vittime che il virus sta lasciando dietro di sé:

Ci sono davvero solo tre cose che tutti dobbiamo fare: indossare una mascherina, mantenere il distanziamento sociale, lavarsi le mani. So che a livello sociale questo è stato politicizzato, ma non capisco. Non capisco come si possa abbassare lo sguardo e dire ‘Non voglio fare la mia parte.

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Ultime notizie

Cinque anni dalla scomparsa di Giulio Regeni, Mattarella: “L’Egitto dia risposte adeguate”

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella “in questo giorno di memoria” rinnova la solidarietà alla famiglia Regeni e chiede un impegno “comune per giungere alla verità”.

Olimpiadi Tokyo 2021, Italia verso l’esclusione. Entro mercoledì la decisione del CIO

Entro mercoledì 27 gennaio arriverà la decisione del CIO sull'esclusione dell’Italia dalle...

Covid, spunta l’idea di una zona rosso scuro in Europa: cos’è e quali le regole per viaggiare

Dall'Europa arriva l'idea di istituire la zona rosso scuro per indicare dove la circolazione del virus è molto alta. Ecco cos'è, pechè è necesssaria e quali sono le regole.

Brescia, arrestato primario: “Ha indotto la morte di pazienti Covid con farmaci non idonei”

È successo a Montechiari, presidio degli Ospedali Civili di Brescia. Il primario Carlo Mosca è ora accusato di omicidio volontario.

Manifestazioni e proteste in Russia e nel mondo per la liberazione di Alexey Navalny

Mentre l'ormai noto oppositore di Putin, Alexey Navalny, è in carcere, in Russia, ma non solo, si rivendicano democrazia e libertà e si chiede la liberazione del dissidente avvelenato.