giovedì, Novembre 26, 2020

Silvio Berlusconi rinuncia al risarcimento di 46 milioni da Veronica Lario

Marianna Chiuchiolo
Marianna Chiuchiolo
Laureata in Mediazione Linguistica con un passato nella musica e nel teatro, scrive per il web da diversi anni. Appassionata di scienza, psicologia e viaggi, ama particolarmente passare ore a discutere di personaggi e trame analizzandone caratteristiche, vittorie e incongruenze. Scrittrice di racconti e sceneggiature perché l'immaginazione spesso lo richiede. Giocatrice di ruolo perché immaginare storie è bellissimo, ma viverle è meglio.

Quando si tratta di divorzi e di assegni di mantenimento, le battaglie legali si protraggono a lungo. Quando poi parliamo di cifre come 1,4 milioni di Euro al mese, i dissapori di un matrimonio finito possono far notizia al punto da diventare di dominio pubblico. Soprattutto quando il prosciugato ─ ma neanche tanto ─ fa di cognome Berlusconi. La fine del matrimonio tra il leader di Forza Italia e la sua seconda moglie Veronica Lario, avvenuta nel 2014, è stata sotto i riflettori sin dall’inizio. Prima per l’entità dell’assegno di mantenimento ─ i sopracitati 1,4 milioni ─, poi per una sentenza arrivata nel 2019 nientemeno che dalla Cassazione, che aveva ordinato un risarcimento di ben 46 milioni in favore del Cavaliere. Motivazione: alla fine di un matrimonio, pur avendo diritto al mantenimento, il coniuge beneficiario dell’assegno non ha diritto a mantenere il tenore di vita antecedente al divorzio. Festa finita, verrebbe da dire con un velato ─ ma neanche tanto ─ sarcasmo. D’altro canto, la Lario aveva già ottenuto dall’ex marito una corposa donazione a base di immobili, gioielli e società varie ed eventuali come liquidazione della loro relazione. Oggi si torna a parlare di uno dei divorzi più chiacchierati degli ultimi anni, dato che Silvio Berlusconi ha deciso di chiudere definitivamente questa storia con una rinuncia al risarcimento e ai conseguenti pignoramenti sui beni dell’ex consorte. Idem per la Lario, che a sua volta rinuncia a un risarcimento di ben 18 milioni. Così vissero tutti felici, contenti e soprattutto ricchi. Non necessariamente insieme. Leggi anche: HARRY E MEGHAN LASCIANO LA FAMIGLIA REALE: “VOGLIAMO LAVORARE” di Marianna Chiuchiolo

Marianna Chiuchiolo
Marianna Chiuchiolo
Laureata in Mediazione Linguistica con un passato nella musica e nel teatro, scrive per il web da diversi anni. Appassionata di scienza, psicologia e viaggi, ama particolarmente passare ore a discutere di personaggi e trame analizzandone caratteristiche, vittorie e incongruenze. Scrittrice di racconti e sceneggiature perché l'immaginazione spesso lo richiede. Giocatrice di ruolo perché immaginare storie è bellissimo, ma viverle è meglio.

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Ti sei mai chiesto quali sono i 12 eserciti più potenti al mondo?

Ti sei mai chiesto quali sono i 12 eserciti più potenti al...

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Ultimi

È morto Maradona per arresto cardiocircolatorio

La fine di una leggenda: a 60 anni muore Diego Armando Maradona,...

La rinascita di Mila, grazie a un farmaco su misura per lei

Mila ha otto anni ed è affetta da un rarissimo disturbo neurologico. Gli scienziati sono riusciti a creare un farmaco su misura per lei. Quali i risvolti etici?

Tragedia a Palermo, bambina cade e muore a scuola. Aveva appena 10 anni

Tragedia a Palermo, nella scuola media Vittorio Emanuele Orlando. Nella mattinata di...

Femminicidio a Padova, uccide moglie incinta: la violenza sulle donne non si ferma, neanche oggi

Oggi, nella giornata della lotta contro la violenza sulle donne, si è...

Plastica biodegradabile che si dissolve in acqua, la rivoluzione di Sharon Barak

L'ultima innovazione della scienza verso un'economia sempre più verde è la plastica biodegradabile: non inquina. Si dissolve in acqua in pochissimi secondi e resta così pulita da poter esser perfino bevuta.